VALE DI PIU’ LA VITA DI UN CANE RANDAGIO O QUELLA DI UN BAMBINO?

Ci fa piacere aver ricevuto migliaia di critiche ed insulti da parte di persone incoscienti che preferiscono difendere la vita dei cani rispetto a quella degli esseri umani.

La vita di un solo bambino innocente non può essere messa sullo stesso piano di quella dei cani.

Per questo ieri abbiamo chiesto le dimissioni del sottosegretario alla Salute Francesca Martini, colpevole, a fronte di un branco di cani killer in circolazione, di accusare chi stava compiendo il proprio dovere di fare una mattanza indiscriminata e di intervenire bloccando chi aveva autorizzato, in caso di necessità e se la cattura non era possibile, l’uccisione dei cani.

Un fatto di una gravità inaudita, passato sotto silenzio: il sottosegretario che ha il compito istituzionale di salvaguardare la nostra salute ha considerato prioritaria la tutela dei cani invece che la tutela dell’incolumità pubblica degli esseri umani.

Considerato che le forze dell’ordine che stanno attualmente setacciando il territorio non possono essere oggettivamente tutte rifornite di anestetico, non essendo normalmente in dotazione, e che se non hai possibilità di sparare ai cani inevitabilmente la cattura sarà più lunga e difficile, facciamo una sola domanda.

Se fosse stato dato l’ordine di sparare a vista fin da domenica, l’aggressione della turista tedesca verificatasi martedì si sarebbe potuta evitare?

La risposta ai fanatici finti animalisti!

132 Commenti

  • Io sono una ‘fanatica animalista’ e sono per l’abbattimento degli animali, ma non credo che questo debba essere fatto sparando a vista agli animali o avvelenandoli e facendoli morire con dolori atroci, ma la stessa fine la farei a chi non ha attuato una politica contro il randagismo, i soldi sono stati stanziati…chi se li e’ intascati?????

  • io mi ritendo una persona educata e civile, per questo non abbandono il cane quando vado in vacanza, ne posseggo uno preso in un canile e l’ho fatto sterilizzare per evitare -anche se lo tengo costantemente al guinzaglio e sotto controllo – gravidanze indesiderate ed altri cuccioli da sistemare. l’anno scorso sono stati 11.000 i cani abbandonati – soprattutto in meridione – di questi cani alcuni diventeranno aggressivi per riuscire a sopravvivere ed altri provocheranno incidenti automobilistici con feriti e MORTI!!! ma in Italia è usanza fregarsene sempre finchè non accade qualcosa di grave ed allora via ! si ricorre a metodi brutali non certo propri di paesi civili!!!!! come mai in Svezia questi problemi non li hanno forse perche posseggono una maggior civiltà educazione e sensibilità di fondo . Vorrei chiedere a VOI de CODACONS se sapete dirmi che fine fanno tutti i soldi che noi tutti i cittadini sborsiamo per cercare di porre una soluzione al secolare problema del randagismo !!!!!

  • voi siete quelli da terzo mondo se pensate di punire i cani per le mancanze di quei signori che scaldano la poltrona e che han preso i soldi per anni per i canili e le sterilizzazioni e se li son mangiati insieme ai loro colleghi mafiosi. Quelle son le persone che devono pagare per la morte e per le aggressioni. Accusate di omicidio colposo il sindaco e tutti precedenti colleghi che han mangiato sui finanziamenti pubblici e che ora accusano i cani e chi li accudiva. vergognatevi. Come mai a Torino o a Trento non capitano queste cose? i cani là son più educati? evidentemente no. Ho visitato la Sicilia , ho visto come per la gente del posto siano invisibili, un cane può agonizzare per strada, morire di sete davanti ai loro occhi e quelli non muovono un dito. Che schifo.

  • E bravo il signor Rienzi….. ma si …spariamoli a questi bastardi….. così forse in questo nostro sud che ci fa vergognare ancora una volta, il problema del randagismo si risolve davvero….. e in via definitiva……

    E no caro signor Rienzi… io non ci sto….. è troppo comodo prendersela con i più deboli….. ma perchè uno arguto come lei invece di prendersela con i cani non se la prende con le Istituzioni, il Sindaco in primis, l’unico vero responsabile di queste tragedie….. Lo sa lei, o lo ignora come credo, che esiste una legge per la quale sono i comuni e quindi i sindaci i responsabili della gestione del randagismo, insieme ai servizi veterinari delle Asl?
    Allora mi faccia un piacere …. reindirizzi il suo mirino sui veri colpevoli…. e già che c’è lasci in pace l’On. Martini.

  • Io credo che dovrebbe dimettersi lei. Personalmente avverso questo governo, ma soprattutto avverso chi fa uso di populismo a pine mani come lei. Perchè non chiede la galera per tutti i sindaci coinvolti? Loro devono garantire questo servizio alla pari della raccolta dell’immondizia e loro sono i colpevoli ed invece lei si fa carico di coloro che ritengono che la soluzione non sia nelle buone pratiche, ma nel brandire il fucile e sparare. Prima di parlare dovrebbe riflettere e informarsi. Rifletta Rienzi e vada a trovare i veri responsabili.
    Creda a me, questa è una vicenda ben più grave dell’immondizia in Campania, proprio perchè ci sono dei morti e dei feriti gravi, ma vedrà che la prossima settimana tutto sarà messo in silenzio e i sindaci non saranno nemmeno indagati.
    Uccidere gli animali è un reato e ai reati non si dovrebbe ricorrere ogni qualvolta lo stomaco lo richieda, questo come criterio generale, soprattutto quando ci sono soluzioni e responsabili, Rifletta al cubo Rienzi, mi creda, un deluso.

  • Complimenti Sig. Rienzi…non sono un’animalista, ma non mi sognerei mai di far male ad un animale…quello che le bestie umane fanno a questi poveri esseri viventi è INAUDITO…ovvio che in alcuni casi si incattiviscano…e la soluzione qual’è?!ovvio abbatterli…non andare a prendere i veri colpevoli…COMPLIMENTI SIG. RIENZI …lei sì che dà una vera risposta al problema…e poi si candida e non viene votato….si chiede il perchè?!!!
    Mi sembra che i ‘signori sindaci’ debbano occuparsi del problema….e gli italiani dovrebbero essere un pò più civili…compresi quelli a capo delle istituzioni e delle associazioni!!!!

  • Che cantonata Rienzi, ma queste cose le pensa da solo o gliele suggeriscono?, non è che qualche suo antenato credeva alle streghe? ma veramente non ci sono altri argomenti per impegnare l sua viva intelligenza? In merito all’abbattimento le suggerisco altri canali: 1)quelli che cercano di prenderti il posto in una qualsiasi fila, 2) chi chiede uno spicciolo per strada,3) gli arbitri che assegnano un rigore fasullo,4) i capelloni, 5) chi mangia e bene rumorosamente al cinema, 6) i presidenti che cercano pubblicità sfruttando il ruolo che occupano, ecc ecc. Aspetto con ansia una sua nuova crociata. Fabio

  • Ciò che sta succedendo in questi giorni in Sicilia non è che l’esemplificazione della rozzezza, del degrado e dello squallore in cui versa quella parte d’Italia e posso permettermi di dirlo perché sono stata laggiù più volte negli scorsi anni e dal 2005 ho deciso che non ci avrei mai più messo piede proprio per la scarsissima considerazione riservata agli animali in genere… “le bestie” come le definiscono loro e, di conseguenza, direi anche di quella riservata alle persone e al vivere civile (la storia, anche recente, insegna… l’Italia continua ad essere tristemente “famosa” nel mondo anche grazie a territori come quello e a mentalità del genere). Inoltre proprio grazie al loro “cosiddetto” sistema legislativo/amministrativo (questo sì una bestialità!) che prevede sterilizzazione e rilascio sul territorio, non possono che proliferare i casi di randagismo… Tra l’altro nell’ultima vacanza nel trapanese ho “adottato” una cagnetta con le sue cucciole e ho potuto verificare con mano come comunque il servizio sanitario “latita”: l’ho fatta sterilizzare a mie spese da un veterinario del posto che mi ha confermato come, di fatto, non venga nemmeno messa in atto con la dovuta costanza la misura della sterilizzazione.
    La domanda adesso sorge spontanea: ma nessuno si è accorto o preoccupato prima di adesso di come “funzionavano” le cose lì e che una simile situazione ha necessariamente dei profili di rischio?? Nemmeno voi del Codacons che adesso, “lancia in resta”, cavalcate l’onda?
    Lavorando in un ambito molto vicino agli ambienti politici direi che le sue esternazioni mi sembrano piuttosto “demagogiche” e “strumentali”, soprattutto – come sempre quando usano i media per avere un po’ di visibilità – prive di qualunque sensatezza…Insomma, come sempre, invece di ragionare sul problema e cercare d’individuare una soluzione percorribile e concreta meglio fare del sensazionalismo…
    Che si fa? proponiamo l’apertura della stagione di caccia ai cani randagi che peraltro sono diventati tali in quanto un branco di idioti non ha pensato prima ad attuare misure diverse???
    E in ultimo… quanti bambini vengono quotidianamente sfruttati, maltrattati, torturati fisicamente e psicologicamente da familiari e non, uccisi da altri esseri umani, mandati sulle strade a elemosinare ecc… ma anche in questo caso mi sembra che di battaglie vere…pochine…

  • Chi li ha costretti i cani a diventare cos.ì.
    I cani seguono solo e ripeto solo il loro istinto, se avessero la parola e la nostra intelligenza sarebbero sicuramente migliori di noi … dobbiamo rispettare la loro natura e imparare ad interagire con loro, non si può pretendere che per il ns egoismo impari le ns regole, siamo noi a dover imparare le loro.
    e poi è risaputo che un branco affamato in libertà equivale ad un branco di lupi, leoni e altri animali pericolosi … sono inkazzata perchè come al solito i colpevoli non pagheranno!!! (Cinzia Facebook)

    Stavolta avete toppato alla grande, oramai la società civile oltre ad abbandonare le istituzioni sta abbandonando anche chi li dovrebbe tutelare.

    Mi fate schifo !!!

  • carissimo avv. carlo rienzi vengo in pace, volevo rispondere a tutti questi fanatici animalisti (ignoranti), prima di tutto contassero i bambini morti questi 1) quello di napoli, 2) unaltra bambina, 3) questultimo, i cani pultroppo quando sincazzano sono difficili da placare e inutile che silvia, paola lippi, e dallachiesa, continuano a rompere con questi cazzo di cani un carabiniere un poliziotto un vigile urbano, che …si…. ritrova manco ci voglio pensare un cane arrabbiato nero di grossa taglia cosa deve fare io sono d’accordo per il sparare si vergognino tutti i fascisti di merda che mettono a repentaglio la vita umana io amo gli uccelli, i piccioni, i gatti, i conigli, le oche, tutttttttttti i esseri viventi quelle troppe t stanno a significare quanto li amo pero io non ucciderei mai un cane buono ricordatevi un proverbio a mali estremi…..

  • C’era una volta qualcuno che diceva che tutto girava attorno alla terra ma non era vero e adesso c’e’ ancora qualcuno che pensa che l’uomo sia l’essere predominante, nella scala gerarchica abbia più diritti di tutto il regno animale.

    Caro Lorenzo i fascisti/nazisti non sono quelle persone che cercano di dare voce a chi non ce l’ha ma sono quelli che pretendono di dominare gli altri ponendosi al di sopra, giudicando prevaricando e sterminando per la tutela della specie.

  • Io sono stanca, stufa di lottare contro persone come voi.
    Le sue affermazioni sone gravissime Avv. Rienzi.
    Lei accusa noi animalisti di non rispondere alla domanda che conclude il suo bel discorso, allora risponda Lei alla mia domanda: ‘CHI E’ IL VERO COLPEVOLE DI QUESTA SITUAZIONE’ ??? Abbia il coraggio di dirlo…
    ABBIA IL CORAGGIO DI DIRE LA VERITA’ QUELLA VERA !!!!!!!!!!!!!!

    IO AMO I BAMBINI e AMO gli ANIMALI e LA NATURA e non sono una fanatica né una pazza né tantomeno una terrorista….per usare un termine che a Lei e ai ‘suoi amici’ piace tanto. IO RISPETTO TUTTI GLI ESSERI VIVENTI e NON FACCIO DISTINZIONI.
    ….Mahatma Gandhi era un pazzo e un fanatico, San Francesco era un terrorista…non è vero Avv. Rienzi? Vuole che continui con la lista ?

    Noi non La stiamo insultando né offendendo. E’ Lei che offende ed insulta la ns. intelligenza e sensibilità e, cosa ancor peggiore, sacrifica ANCORA UNA VOLTA la VERITA’ …e lo fa per ovvi motivi …POLITICI e NON…….

    Cordialmente
    una fanantica terroista pazza
    Giunia

    • Se san Francesco avesse detto che uomo e cane sono sullo stesso piano, sarebbe stato acceso come un cerino(visti i tempi) L’Uomo, secondo il Cristianesimo, è fatto ad immagine di Dio, Il cane è un animale e non può avere anima immortale. tra l’altro mi pare che un certo Gesù si sia fatto mettere in croce per salvare chi, secondo LUI, vale molto più degli animali. credo che neanche ghandi abbia mai equiparato le due specie e lui era induista. Se amate gli animali, amateli per quel che sono e siate coscienti, specialmente se credete di essere cristiani, che un cane non vale quanto una persona.

  • Complimenti per la coerenza, Sig. Rienzi!! Bella difesa dell’ambiente e degli animali la Sua! Più finto ambientalista di così…. Veramente faziosa poi la richiesta di dimissioni del Sottosegretario Martini!! Ma per cortesia… si vergogni!

  • Buonasera Rienzi, è preoccupante la sua frase “La vita di un solo bambino innocente non può essere messa sullo stesso piano di quella dei cani”, lei fa riferimento a piani e quindi sottointende chi deve vivere, chi invece può anche morire. Non vorrei sembrarle un’animalista fanatica, non lo sono, rispetto le persone e gli animali, ciò che è grave è il tipo di cultura emessa da un’espressione infelice come la sua.
    Denota mancanza di conoscenza del mondo animale, e noto anche che chi ,nel lasciare un commento positivo a suo favore scrive parolacce con grammatica inopportuna,arrabbiandosi e imprecando contro chi invece è solidale con questi poveri animali.
    Anche quest’ultimo ha perso una grande occasione: quella di stare zitto e di impiegare il proprio tempo a ripassare la grammatica italiana…

  • facile parlare così, egr. sig Rienzi..
    Lei ha la pancia piena, una casa calda e, mi auguro, l’affetto dei suoi cari.
    Certo, i cani sono animali, ma dalla notte dei tempi sono stati compagni fedeli dell’uomo il quale, invece, come tradisce le attese dei propri simili, figuriamoci se si fa scrupoli a tradire un animale.
    le sue strumentalizzazioni sono semplicemente VERGOGNOSE, i suoi argomenti basati sull’IGNORANZA del problema, che è molto più grave ed esteso di quanto Lei immagina.
    non è abbattendo un centinaio, oppure un migliaio di cani che lei e quelli come lei risolveranno la questione. cavalchi l’onda di un emozione, forse quando ci chiederete il 4×1000 dell’irpef, più gente vi darà il suo consenso..
    solo una parola:
    DISPREZZO!

  • verissimo la vita di un bimbo vale di + di un branco di cani randagni, ma una domanda sorge spontania i cani non arrivano dal nulla, quei cani avevano un padrone e ci sono delle cariche istituzionali (sindavo, veterinari dell’asl) che avevano il compito di catturarli e pensare a loro… quindi va bene spariamo ai cani a vista ma spariamo anche al sindaco ed a tutti gli altri che hanno speculato su di loro e che adisso urlano allo scandalo.
    Poi già che ci siamo spariamo a vista ai pedofili ed agli stupratori, anche quelli giornalmente attentano alla vita di bimbi e turisti e quindi anche loro vanno abbattuti senza pietà.
    E io credo che chi chiede un pò di pietà per questi animali che hanno la sola colpa di essere stati adottati da padroni imbacilli (x essere gentili) non sia falso moralismo o fanatismo, ma un semplice atto dovuto, bisogna ricordarto che una morte dignitosa andrebbe assicurata a tutti.

  • Egr. Avv. Rienzi, mi offende sentirmi definire da lei incosciente. Sono, infatti, ben consapevole, nonché orgogliosa, della mia coscienza che, ancora una volta, mi spinge a ricercare la soluzione del problema nella sua origine.
    Incosciente è, a mio parere, chi, da un lato, si assurge a detentore della verità assoluta e, dall’altro, indica nello sterminio la soluzione.
    Credo che il suo errore di fondo stia tutto in quel “preferire difendere la vita dei cani” che campeggia nel suo intervento. Noi non preferiamo: noi difendiamo la vita, senza distinzioni e, per questo,cerchiamo di trovare la soluzione che impedisca il reiterarsi di situazioni di questo tipo.
    Se per lei questo significa essere incoscienti, allora, ha ragione: io lo sono.

    Deborah
    Amante dei bambini, degli animali, della vita e, per questo, incosciente..

  • caro avvocato io tifo sempre per te ma molto probabilmente questa volta hai parlato troppo presto e molto molto probabilmente come si dice a firenze hai cacato fuori dal vaso,anche i piu bravi sbagliato e adesso e’ arrivato il tuo momento,ciao un tuo fan

  • Gentile Presidente, mi spiace doverla deludere ma
    sostengo il lavoro e l”impegno dell”On. Martini,
    l”unica ad aver compreso la gravità della situazione e l”aver
    chiaramente richiamato il rispetto della Legge in vigore, IGNORATA
    DELIBERATAMENTE da chi è per investitura pubblica chiamato a
    ottemperare. Ovvero Sindaci e Responsabili ASL veterinarie.
    Questa donna, al di là del colore politico, si sta dimostrando prima di
    tutto garante dell”applicazione delle norme, nulla togliendo alla
    gravità degli eventi, frutto proprio della mancata applicazione delle
    misure preventive capaci di tutelare l”incolumità pubblica e, al
    contempo, gli animali.
    Posto che gli animali in questione vadano catturati con le tecniche ammesse e non sommariamente come avviene, resta il fatto che
    la mattanza ordinata dai Sindaci inadempienti e invocata a gran voce da
    chi del problema non sӏ mai occupato Рe mi vien da pensare anche la CODACONS Рnon conoscendone gli aspetti
    tecnici e operativi (e in questo neanche i veterinari ASL brillano in
    efficienza e competenza. Anzi troppo spesso costituiscono la vergogna per
    la propria categoria) ci si avvia a parificarsi – in termini di civiltà – a Paesi come la ROMANIA dove le stragi di randagi – si parla di centinaia di migliaia di cani massacrati nei peggiori modi esistenti ogni anno – costituiscono la VERGOGNA di un Paese che è stato
    fortemente voluto nella UE. Posso immaginare che del problema non ne abbia mai sentito parlare…Tenga conto che i cani vengono avvelenati, fatti sbranare tra loro per la fame in piccoli recinti, ammazzati a bastonate, soppressi con iniezioni di stricninca che garantiscono agonie di ore, bagnati e scagliati contro le reti ad alta tensione (tutto rigorosamente documentato)…se vuole potrei continuare con descrizioni assai dettagliate ed ‘estremamente’ educative per i giovani cui – questo non c’entra, ma aiuta – in Italia qualcuno pensa anche di rifilare una carabina in mano…
    Insomma, una VERGOGNA ulteriormente sottolineata in termini di barbarie – se non bastasse – dai noti orfanotrofi e internati per anziani. Come a dire che una cosa lega l”altra.
    Con il risultato che a 9 anni dall”inizio della mattanza rumena il
    fenomeno del randagismo non ha subito alcun rallentamento. NESSUNO!
    Per gli ignoranti – e c ne sono tanti, le assicuro – l’OMS l’ Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato già nel 1981 che l’unico metodo di controllo e riduzione progressiva del randagismo endemico è la STERLIZZAZIONE di massa. Se solo, da quando la legge 281/91 è stata promulgata, fosse stata applicata oggi NON SI ASSISTEREBBE A QUESTO SPETTACOLO IMMONDO. Polpette avvelenate, fucili ed esecuzioni sommarie… Complimenti all’ITALIA e alla cultura che gioca sul rimpallo delle responsabilità e sulla pelle di chi è vittima
    dell’incompetenza, dell’omertà e del furto di fondi pubblici per
    entrare nelle tasche di interessi privati. Lei, ne dovrebbe saper qualcosa…
    Caro Presidente, la logica del capro espiatorio è sempre estremamente pericolosa. Ricordi la caccia alle streghe e i tribunali dell’Inquisizione.
    E magari cominci a chiedere a chi di dovere dove finiscono i fondi destinati al Randagismo. Visti i risultati esecrabili di uno sperpero che da ANNI è denunciato a gran voce da chi si occupa del problema, direi che potrebbe essere un bell’argomento di cui occuparsi.

    Evi Mibelli

  • dott Rienzi,
    mi meraviglia la grande superficialità con la quale affronta il tema. Ho letto e riletto il suo comunicato stampa…imbarazzante….

  • Avv.Carlo Rienzi,LA RINGRAZIO X LA DIMOSTRAZIONE DI INTELLIGENZA CHE LEI HA DATO A QUESTO PAESE QUALUNQUISTA!!!.Come può essere che due carabinieri debbano togliere a mani nude un bambino,poi morto,dalle fauci di un branco di cani rinselvatichiti, essere loro stessi feriti e non usare la pistola??? Come può essere che nel caso della turista Inglese aggredita (pensate quanti Inglesi verranno in Italy a far le ferie adesso!) i carabinieri sparino e i giornali si affrettino a dire che lo hanno fatto x “legittima difesa”? Sono d’accordo con tutta la “dietrologia”che si può fare,e condivido chi dice:si doveva fare prima questo e quello! Ma siccome la situazione era disperata,si doveva ucciderli al momento quei cani,anche se,ovviamente, non è colpa loro se si è giunti a tal punto!!!
    Non è questione di animalisti o quant’altro,è questione di BUON SENSO !!!!!!!!
    E SE FOSSE STATO VOSTRO FIGLIO O VOSTRA MOGLIE ???????????????
    AVRESTE PROTESTATO XCHé NON SI ERA SPARATO,OVVIO !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Strano paese il nostro,davvero!!! Dobbiamo sempre sottomettere le RAGIONI DEL BUON SENSO agli schieramenti!!!

    • Parole sacrosante remo. I randagi vanno tenuti sotto controllo, anche con gli abbattimenti se necessario. Come gli altri animali in sovrannumero che diventano dannosi per l’ambiente e per l’uomo. Che vi siano responsabilità da parte degli amministratori è evidente e chi ha sbagliato deve pagare. Detto questo rimane il problema della presenza di animali pericolosi in libertà. Questi animali vanno fermati a tutti i costi

  • allora, puntualiziamo caro gianluca, non voglio fare sgarbi, ma vorrei se possibile esprimere la mia opinione. allora l’altra sera ero arrabiatissimo perche striscia la notizia a fatto bedere un circo dove gli animali erano veramente in condizzioni pietose. detto questo io voglio dire i cani quando sono per troppo tempo senza cibo diventano veramente neri dalla fame prova tu a stare per molto tempo senza cibo, detto cio la risposta fascisti era per dire che molti si schierano per la protezzione a suo rischio e pericolo degli animali, se io avessi una motosega, e un bambino e un cane taglierei la testa al cane attenzione! io non voglio tagliare tutti i cani in circolazzione pero voglio dire che se vengono presi e messi in un canile decente (cenesono in giro), sovvenzionato dallo stato e sottolineo stato non ci sarebbero queste storie lo stato dovrebbe preoccuparsi di questi cani liberi sono un pericolo spece adesso con lallungarzi delle giornate le persone escono di piu e non possono correre il pericolo di essere sbranati da un cane a me non sembra giusto che un cane debba uccidere senza motivo un povero bambino quindi si vergognino chi pensa che un bambino sia una sottospecerispetto al cane. p.s. rispondetemi.

  • cara giliola, io ammazzerei i cani secondo te? no! tanto per iniziare studia tu la grammatica capra, poi ti volevo dire io lo puntualizato vengo in pace quindi smettiamola di dire i cani qua i cani la chi sbaglia paga tu sei madre, allora se lo sei vergognati di scrivere quello che ai scritto. il mio tempo lo impiego come ca. mi pare non vieni tu a dirmi come lo devo impiegare, io l’italiano penso almeno di saperlo guardati i telegiornati imbecille poi ne riparliamo guarda quanti bambini muoiono massacrati dai cani la mia cruda verita, la volete sapere io se trovassi un cane che mi vuole aggredire gli sparerei con la pistola vabbene ora non dite uuuu tu sei un uccisore perche se lo sparo e perche mi vuole uccidere. poi mi potete pure rispondere saluti p.s animalisti vergognatevi, un vero animalista ama tutti uomini e cani visto che i bambini sono uomini dovete mettere loro al primo posto e no i cani.

  • Preg.mo Dr. Rienzi,
    degli attuali 23 commenti, soltanto due, si schierano dalla sua parte. Precisamente i signori Lorenzo e Remo. Basta leggere come scrivono e si esprimono per farsi un’idea…
    Gli altri 21 fanno parte di coloro che “Ci fa piacere aver ricevuto migliaia di critiche ed insulti da parte di persone incoscienti che preferiscono difendere la vita dei cani rispetto a quella degli esseri umani”, come da lei asserito in apertura del blog.
    Gradirei, Dr. Rienzi che gentilmente mi elencasse le “azioni di controllo” effettuate da codacons sui soggetti pubblici (Amministrazione comunale) e privato (custode giudiziale dei cani) per “tutelare i diritti civici della collettività”, antecedentemente alla tragedia ormai consumata. I termini virgolettati da me riportati provengono dalla sezione chi siamo del vostro sito. Se qualcosa è stato fatto, per prevenire, venga da codacons reso pubblico. Diversamente…Virtù di silenzio è gran scienza!
    Un’ultima preghiera, non usi il mio indirizzo mail per informarmi delle sue “attività consumeristiche”, non mi preme essere tutelata da persone insensibili che si compiacciono di critiche ed insulti. Preferisco riporre la mia stima altrove.

  • gli altri 21 cara anna, non capiscono secondo me la gravita della situazione in’italia. solo il signor remo ha capito spero quello che voglio sottolineare, da premettere che da quando o lasciato il primo commento si sta bruciando il blog io o solo espresso la mia opinione (siamo imn democrazia no?). poi perche critica cara signora la mia scrittura come altri anno fatto io scrivo sicuramente meglio di voi che pensate solo ai cani e i bambini? devono morire…. bravi…. studiate…. prima di parlare io scrivo sicuramente meglio di voi che siete capre.

    • Caro Lorenzo, io la penso come te. L’unica cosa che ti chiedo, con cortesia e senza voler fare polemica, è di mettere una bella h davanti ad o e a quando queste sono verbo avere.” Io ho fatto, detto ecc” non “io o ” vedrà che così avrai molte meno critiche per la grammatica. Venendo al discorso principale, secondo me la maggior parte della gente vuole mettete sullo stesso piano la salvaguardia di animali pericolosi e la pubblica sicurezza. Viaggio spesso per lavoro, in TUTTI i paesi europei in cui ho lavorato, animali aggressivi, pericolosi,dannosi e randagi non reclamati vengono abbattuti. Solo da noi ci sono queste polemiche. Forse perché solo da noi ci sono persone realmente convinte che esistano vacche da latte che producono latte senza partorire vitelli da macello. Gli animali non sono persone. Gli animali si rispettano ma in caso di pericolo si abbattono

  • Alla sig. Anna : null’altro ho voluto dire che,a situazione oramai degradata, come è quella del “randagismo”,pur condividendo i se e i ma…condividendo la denuncia del lassismo delle istituzioni e la negligenza degli uomini… di fronte al problema se salvare mio figlio o il cane,sparo al cane!!! Non posso nemmeno pensare che nella stessa situazione Lei non farebbe altrettanto!!! è d’accordo su questo?

  • Al Signor Lorenzo,
    non è una questione “grammaticale” la sua, e nemmeno di studi, soltanto di vivere civile. Gli insulti non hanno mai risolto nessuna questione, men che meno in democrazia…

  • Al Signor Remo,
    naturalmente mi trova d’accordo con lei sulla domanda che mi pone. Chiunque di noi di fronte al pericolo, in qualunque forma si presenti, istintivamente difende se stesso ed i proprio affetti.
    Rispettosamente, comunque, continuo a dissentire con lei nel ritenere “una dimostrazione di intelligenza” la forma con cui Rienzi ha affrontato la questione in questo blog. Lo stesso pensiero poteva essere espresso in maniera meno aggressiva e quindi, a mio modo di vedere, più intelligente.
    La saluto. annA

  • Cara Sig.ta Anna,
    gli interventi come il Suo mi fanno incazzare come una iena in calore.
    Davvero.
    Si può essere d’accordo, in disaccordo, incazzarsi: va tutto bene, per carità, siamo in democrazia.
    Ma.
    Ci sono dei MA grandi come una casa.

    Il primo.

    Ma chi si crede di essere Lei, per poter giudicare gli interventi di altri!
    Me lo dica?
    Ha dei titoli particolari?
    Ha dei poteri, particolari?
    No perché se li ha, tanto di cappello, ma ci renda partecipi, la prego!
    Basta leggere come scrivono e si esprimono, mi pare davvero presuntuoso, da un lato, e riduttivo per Lei dall’altro.
    Contestare il merito senza offendere nessuno, non è possibile, no?

    Secondo.

    Va bene la democrazia, ribadisco.
    Ma non basta il numero di persone che sono in accordo o in disaccordo per valutare la qualità di un’idea e/o proposta.
    O sbaglio?
    La storia ci insegna che – purtroppo Noi per primi come Popolo – spesse volte l’essere tutti d’accordo non è indispensabile per effettuare delle scelte lungimiranti.
    O forse sbaglio anche in questo caso? Mi dica, la prego.
    Qundi: si può essere anche tutti “uniti” in certe scelte MA non vuol dire che queste siano GIUSTE.
    Poi se vuole fare la buonista, faccia pure, liberissima, di aderire alla massa.
    Ma perde di vista il punto.
    Cosa sia giusto fare.

    Terzo.

    No devo difendere nessuno – è la centesima volta che lo dico in questo blog, ma lo ribadisco – prima di parlare si accerti di avere perlomeno tentato di informarsi sulla persona e/o professionista e/o associazione sulla quale “spara” a zero.
    La invito a fare un giro sul sito del Codacons e “buttare” un occhio, prima di parlare.
    La prego, sennò, di che parliamo? Del fatto che Lei si senta “toccata” nel vivo perché magari ha un animale a casa e allora “spara” a zero senza sapere?
    Faccia pure, è demoralizzante, ma faccia pure: ci ci rimette e ne esce ridotta è Lei.

    Quarto.

    Ma Lei cosa fa o cosa ha fatto di Suo?
    Sempre a riferirsi agli altri a cosa fanno o non fanno.
    Mi dica? La prego!
    Sennò continui a criticare per carità, ma almeno si renda conto che ci ono ancora persone che ci mettono la faccia e che invece di parlare FANNO. Punto.

    Quinto
    Certi inetrventi mi fanno ancora di più sempre di più, incazzare.
    Perché putroppo il problema dei cani randagi rimane e se mia figlia dovesse essere azzannata da un cane, beh! Con chi me la dovrei prendere: con l’Avv. Rinezi che denuncia si muove e FA QUALCOSA anche contro corrente (sai che ci vorrebbe a dire: beh! sono animali la colpa è dell’uomo!) o forse mi dovrei incazzare con TUTTI quelli che – davvero con gli occhi foderati di prosciutto se non di mer** – fanno spallucce e continuano a non affrontare il problema pensando che non possa mai capitare a loro? Istituzioni per prime.
    Decisamente con i secondi.
    E allora penso davvero che, un articolo su di un blog anche e provocatorio o non rispecchiante le mie idee, possa perlomeno accendere la miccia per un dialogo e risvegliare un pò le coscienze che mi sembrano tanto addormentate.
    Io ho avuto un cane per 20 anni ed era come un fratellino sempre piccolo e ho la morte nel cuore nel pensare che degli animali possano essere uccisi e/o maltrattati.
    Ma.
    Ubi major minor cessat.
    Soprattuto, cara Anna, fino a quando ci saranno persone con gli occhi – e le orecchie – foderati di prosciutto che sposteranno il “problema” sul “chi” debba fare le cose e non sul “perché” le debba fare sempre qualcun altro al loro posto…invece di prendersela con chi “fa” se la prenda con chi rimane con le mani in mano…o sbaglio?
    Saluti e buona domenica
    Sempre più incazzato
    Sempre di più.

  • Per il Signor Incazzato: Non la invidio, deve essere davvero una brutta esistenza la sua, perennemente incazzato…

  • Grazie del Signore!

    Beh! Preferisco essere incazzato, perennemente, piuttosto che str**
    Ahahahah!

    Se scherza Anna!

    E cerca di essere costruttiva!

    Suvvia!!!

    Anzi:

    Zuvvia!

    Così potrai dire anche di me – oltre che ad essere “perennemente” incazzato – che sono uno di quelli che non sa neanche scrivere….

    …e continuare così a non entrare nel merito della questione!

    Sempre di più

    Incazzato

  • P.S.
    se la mia è una brutta esistenza non so davvero come possa essere la Sua:
    sospesa a metà tra il dire delle cose inutili o limitarsi a offendere gli altri!
    Almeno dagli interventi che fa sul blog!

  • la cosa divertente e che sono le 7 e io sono qui. bando gli scherzi le volevo dire sign. anna io pultroppo o letto la sua risposta solo questa mattina ma, io non critico lei tento (spero), di fare capire agli animalisti tanto di cappello, che nel mondo esistono altri gravissimi problemi ci sono i bambini che muoiono di fame ci sono carestie ci sono guerre, ecco ora prendersi a fucilate per virtualmente si intende, pero arrabbiarsi tra di noi non risolve il problema ppero devo dire questo dibbattito mi piace io pero gradirei che non vi siano insulti tra di noi ma che ognuno possa dire la sua saluti: lorenzomoretti_1990@libero.it. no spam vi prego.

  • Avv. Rienzi credo che qualsisi individuo sano di mente abbia provato sgomento ed infinita tristezza nell’apprendere della morte di un bambino ma credo anche che dovrebbe nascere spontanea la rabbia nei confronti di chi ha il dovere di rispettare la legge con il fine di tutelare la popolazione del luogo.
    Comprendo il timore di un branco di cani gestiti in modo scorretto , anche se mi è difficile giustificare l’uccisione in modo cosi’ cruento e non mi riferisco ad un atto di legittima difesa da parte dei chi ha tentato di salvare le vittime nel momento dell’aggressione, ma di quanto è accaduto nei giorni seguenti.
    Anche quando questi cani saranno tutti catturati non penso si risolva il problema, il branco di cani è “l’effetto” di una “causa” .
    Vogliamo eliminare la causa o aspettiamo che accadano in futuro avvenimenti altrettanto gravi? E’ lecito chiedersi i soldi stanziati dove sono finiti e perseguire chi non ha compiuto il proprio dovere , i cani hanno sbranato un bambino ,purtroppo, ma loro sono animali , il vero colpevole è l’uomo che non ha saputo investire i soldi che erano a disposizione per evitare una simile tragedia . Non è necessario essere animalisti o meno per indignarsi

  • alla sig Annna
    non necessariamente meno aggressivo vuole dire più intelligente
    diciamo se mai più civile,ma la sostanza resta…questi fatti non dovrebbero mai accadere,in un paese “normale”,purtroppo invece accadono e la colpa non è certo dei cani!!! Assodata poi la priorità tra cane e bambino,il modo con cui l’avv.Carlo Rienzi si è espresso mi sembra possa essere ritenuto di poca importanza rispetto alla contenuto stesso delle sue parole!!! D’altro canto non mi sembra che contro di Lui sia stata usata minor veemenza!!!
    saluti!

  • Egr. Avv. Rienzi,
    seppur esprimendo il mio cordoglio alla famiglia del bimbo ucciso e la mia solidarietà alle persone ferite, non posso che condannare fermamente l’isteria di massa scatenata dalle istituzioni siciliane e dai media, e la conseguente caccia al randagio.

    E’ proprio grazie a dichiarazioni stampa e richieste irresponsabili che si è creato un clima di terrore e di odio, e si rischiano ulteriori altri incidenti dovuti alle paure e ai comportamenti errati di persone spaventate nei confronti dei cani. In Sicilia hanno iniziato a circolare delle “squadracce” (di cacciatori armati) e in tutta Italia c’è stato un susseguirsi di avvelenamenti e di cani spariti nel nulla. Notare che i bocconi avvelenati sono pericolosi per la fauna, per l’ambiente, e possono esserlo anche per le persone. Alcuni volontari che si occupano di randagi per strada sono stati minacciati e ci sono state nei loro confronti brutali aggressioni (una donna di Barletta è in ospedale, sono state bruciate delle auto, ecc).
    Una situazione peraltro legittimata da rappresentati dello Stato – vedi il Sindaco di Modica – e questo è ancor più grave, tanto più se si pensi che una ordinanza di abbattimento è stata emanata disobbedendo alle direttive del Governo e contro la Legge (si ricordi che i cani sono protetti dalle Lg. Quadro 281/91 e successive Lg.R, e la loro uccisione è punita secondo l’Art. 544 CP).
    Chi ha la responsabilità morale (e forse non solo) di tutto questo? E le forze dell’ordine tanto zelanti nello sparare ai cani in spiaggia cosa fanno per tutelare anche i volontari e mantenere l’ordine pubblico?

    I media hanno preferito fare giornalismo d’assalto con dichiarazioni quali “cani killer”, di “randagi che odiano l’uomo” e persino di “cani venuti dall’inferno”. Eppure i medesimi incidenti si verificano con cani randagi così come con cani di proprietà, sono sporadici, e vanno ricercate le singole responsabilità! Non c’è nulla di più pericoloso che fare scorretta informazione e seminare ignoranza e panico. L’unico modo di evitare incidenti con i cani è conoscere i cani. Sapere come si comportano, e sapere come comportarsi con loro.

    Notare infine come mai una volta che i mezzi di informazione parlino di sterilizzazioni – unico metodo efficace ed umano per combattere il randagismo – ne che si spieghi come mai ci sono così tanti randagi. Mai una volta che si dica che genitori irresponsabili acquistano cani ai bambini come giocattoli, e quando i figli si stufano del nuovo gioco il cane finisce in canile o peggio in strada. Mai che si dica che esiste un commercio smisurato di cuccioli, che ogni anno ne vengono importati decine di migliaia dai paesi dell’est per essere venuti dai negozi o sul web.

    Allora mi sorgono spontanee molte domande, cui spero Lei voglia rispondere.

    Il Codacons si è mai occupato di randagismo prima che si verifassero i gravi casi di cronaca degli ultimi giorni? La Sua associazione ha raccolto informazioni sul randagismo e formulato delle proposte in merito?

    Il Codacons e la Federfauna – dal momento che hanno usato argomentazioni comuni nelle dichiarazioni degli ultimi giorni – hanno qualche rapporto o legame?

    Questa domanda scaturisce anche ma non solo dal fatto che il Codacons partecipa a meeting di Federfauna, così come riportato – per esempio – su questo sito di una delle associazioni di categoria aderenti a Federfauna:
    http://www.ancad.net/news.html

    Il Codacons quindi, oltre a occuparsi dei problemi dei consumatori, si occupa anche dei problemi dei commercianti? Se così fosse, non sussisterebbe un controsenso? La Vs associazione è conoscenza dell’elevato numero di clienti – e quindi consumatori – truffati e danneggiati (anche moralmente) con l’acquisto di cuccioli in negozi o sul web o presso “fiere del cucciolo”?

    Il Codacons è a conoscenza dei numeri che riguardano le importazioni – legali o illecite che siano – di animali da compagnia nel nostro paese? Vista l’attuale situazione, visto il numero dei cani vaganti, visto che i canili sono insufficienti e pieni – molte volte dei veri e propri lager – e visto che le adozioni di randagi scarseggiano, non bisognerebbe impedire che di cani ne vengano ancora importati e/o allevati in modo indiscriminato? Alla luce di tutto questo La Vostra associazione non ritene doveroso, per esempio, appoggiare iniziative come quelle in corso da parte di associazioni per chiedere una moratoria sulle importazioni di animali da compagnia, il divieto di vendita nei negozi e una maggior regolamentazione e vigilanza sull’allevamento?

    Infine, anziché proporre rimedi da “soluzione finale” e criticare rappresentanti del Governo, la Vostra associazione non riterrebbe doveroso intervenire in tutte quelle situazioni dove i proprietari di cani – nonché consumatori – vengono discriminati? Parlo dei divieti e delle limitazioni inerenti i mezzi di trasporto, le spiagge, i luoghi pubblici, i parchi… e della discriminazione verso i proprietari di cani che cercano casa in affitto… situazioni che favoriscono l’abbandono e che sono fortemente limitanti per chi vorrebbe adottare un cane.

    Grazie per l’attenzione e spero in una Sua risposta.

  • NON POSSO CREDERE ALLE SUE PAROLE AVV.RIENZI,DI SICURO LA MORTE DI UN BAMBINO E’ UNA GRANDE TRAGEDIA;MA RIMANE LA SUA totale ignoranza circa l’argomento cani e randagismo.
    come si permette di creare proprio lei questo clima di persecuzione barbarica nei confronti di esseri viventi purtoppo non parlanti.Vada lei nei canili lager,vada lei a fare volontariato ,vada lei nel fango,negli escrementi a contatto con topi e scarafaggi per cercare di portare un po’ di quella umanita che lei sicuramente non ha.
    Lei accusa la MARTINI l’unica persona che sta cercando tra mille attacchi ,come il suo ,di portare un po di attenzione a questo problema che da noi al sud e’ immane.cosa ne sa lei dei combattimenti tra cani,cosa ne sa delle torture praticate nei confronti di animali indifesi.cosa ne sa della negligenza dei nostri sindaci.Vada a leggersi le parole di un grande”INDIRA GHANDI”.
    LA societa civile e’ anche quella che favorisce la convivenza con altri esseri viventi non solo umani,non basta dire la vita umana e’ piu importante di quella animale,lei pecca di presunzione ,arroganza e non conoscenza di problemi seri.Si vergogni per aver incitato alla violenza,proprio lei.un grazie alla MARTINI CHE HA AVUTO IL CORAGGIO DI ESPRIMERSI ANDANDO CONTRO IL BEL PENSARE.
    CORDIALMENTE

  • allora, visto che mi incitate io lo racconto: circa 1 mese fa una notissima trasmissione radiofonica, lo “zoo di 105” aveva nel clima scherzoso della trasmissione che e in onda dal 1999, a scherzato sul maltrattamento di animali, il pomeriggio stesso (premetto non o ascoltato la puntata casualmente) il pomeriggio, a telefonato alla radio roberto cavallo di purissima fede animalista scatenando dato che la sudetta radio non gli ha prestato retta a iniziato a fare spamming, scatenando un vero e proprio putiferio, la egr. dallachiesa nel giorno successivo in diretta non o ascoltato la puntata di forum, ma lo apprendo da internet a detto che la trasmissione sopra citata ha descritto tra le risa generali dei conduttori come maltrattare gli animali sui giornali, blog, siti, si e ingigantito l’accaduto la su detta emittente di proprieta della finelco ha immediatamente sospeso i conduttori e di conseguenza la trasmissione 3 giorni dopo corregetemi se sbaglio, i conduttori precisamente 3 sono andati in onda con alcune associazzioni animaliste spiegando e scusandosi con tutti i signori che si sentivano offesi da quell’intervento. la questione comunque ora e so e passata grazie anche all’intervento di alcuni gruppi su facebook in difesa della trasmissione sopra citata. ho riportato questo accaduto per spiegare come avvolte gli animalisti esagerino, a quella trasmissione e a noi ascoltatori anno creato un disaggio enorme tanto che i conduttori in ginocchio su youtube anno chiesto scusa la risposta a voi, il blog e
    http://www.marcomazzoli.it.

  • “Caro” Avv. Rienzi, mi indigna pensare che Lei sia un mio collega! L’imbarazzante superficialità ( reale o strumentale, e non so cosa sia peggio ) che emerge prepotentemente dai Suoi comunicati, già di per sè difficilmente accettabile, è sicuramente inammissibile quando a darne prova sia un uomo di legge. Mi indigna ancor di più che Lei possa ricoprire certi incarichi, stante l’evidente inadeguatezza a tutelare il cittadino; se questo fosse il Suo vero e genuino intento, infatti, avrebbe certamente colto l’occasione per indirizzare l’attenzione ed i suoi strali contro la colpevole latitanza dei Sindaci, riconoscendo, per contro, l’egregio lavoro fin qui svolto dal Sottosegretario Martini, così come riesce a fare la sottoscritta, nonostante la profonda avversione per i leghisti!
    La prego di non inviarmi alcuna comunicazione nè informazione relativa alle Sue attività.
    Valeria

  • “E bravo il signor Rienzi….. ma si …spariamoli a questi bastardi….. così forse in questo nostro sud che ci fa vergognare ancora una volta, il problema del randagismo si risolve davvero….. e in via definitiva……

    E no caro signor Rienzi… io non ci sto….. è troppo comodo prendersela con i più deboli….. ma perchè uno arguto come lei invece di prendersela con i cani non se la prende con le Istituzioni, il Sindaco in primis, l’unico vero responsabile di queste tragedie….. Lo sa lei, o lo ignora come credo, che esiste una legge per la quale sono i comuni e quindi i sindaci i responsabili della gestione del randagismo, insieme ai servizi veterinari delle Asl?”

    Bravissima Paola Lippi, mi hai rubato le parole di bocca. In questo caso, signor Rienzi sono ben lungi dall’essere d’accordo con le sue parole. Se una cosa del genere accadesse a me o a un mio ipotetico figlio, io andrei a prendere per i capelli chi fino ad ora se n’è fregato altamente, e non con i cani che da che mondo e mondo non organizzano agguati alle persone, ma si adattano all’ambiente in cui sono costretti a vivere.

    Dai, siamo seri.

  • solo per fare numero! apparte di scherzi o la situazione qui cambia, oppure ci sara sempre piu gente armata che spara ai cani (come al sud).

  • Caro Presidente, volevo far presente che un animale non è una bestia, quest’ultima allocuzione può essere usata solo ed esclusivamente per gli uomini. Quale colpa hanno quegli animali che erano in condizioni disastrose, senza cibo, senza un’adeguata cura, certo il bambino che è incappato in quel branco ha avuto la peggio, il dolore che ho provato nel sentire la notizia non è spiegabile, dato che anch’io sono genitore ma, un colpo di pistola non lo darei agli animali ma, a colui che ha permesso il gravissimo fatto. Ricordiamoci che nessun tipo di animale attacca l’uomo per il solo gusto di attaccare, se lo fà è per difesa oppure per fame mentre, l’essere umano uccide per il solo gusto di farlo per gioco o perchè pensa di essere il padrone del mondo. Facciamoci tutti un serio esame di coscienza, senza ipocrisie o demagogie, Presidente invece di dire castronerie per interessi politici o di immagine, certi di operare per il consumatore nel migliore dei modi, le poltrone sono sempre ambite, vedasi la sua candidatura per la commissione di Vigilanza della RAI. Abbia il buon gusto di non prendere in giro la gente e lasci fare politica a chi ne ha i requisiti. Un plauso al ministro Martini per aver fermato un massacro di esseri viventi senza alcuna colpa. Presidente legga i giornali per vedere quante persone innocenti muoiono per il solo fatto che l’UOMO, per alcol o droga, diventa un BESTIA immonda. Non mi dilungo oltre, salutandola cordialmente. F.to Giuseppe Fusari Presidente Consumatori Europei-Libera Associazione Difesa Consumatori di Verona.

  • Non si risponde alla violenza con la violenza! E questo vale per tutti gli esseri VIVENTI (non solo umani), perchè anche gli animali soffrono come noi uomini! E non credo che il dolore provato dall’essere umano sia diverso da quello provato dagli animali. E comunque la colpa è di un paese arretrato come il nostro in tema di ambiente e rapporti con gli animali che vengono fatti passare per dei mostri invece di occuparsi sul serio del problema randagismo (per non parlare di quegli autentici assassini che abbandonano gli animali). Invece di discriminarli, creiamo delle strutture (NON DEI LAGER, PERO’) per accogliere gli animali randagi e dar loro la possibilità di vivere un’esistenza dignitosa: vedrete che non accadranno più fatti gravi di questo genere, perchè un animale che non ha fame non attacca nemmeno una formica! E sappiate che non esistono razze pericolose, a meno che il padrone non addestri il cane ad essere aggressivo! E per concludere, caro Rienzi, un consiglio. vatti a leggere la Sacra Bibbia!!!

  • In Italia si fa troppa filosofia, mancano i fatti!
    La vita di una persona vale più di un animale! con tutto il rispetto per loro.

  • Siamo tutti bravi a criticare e a fare i moralisti quando il fatto succede agli altri.
    Vi faccio un esempio. Il programma Scherzi a parte. Avete visto, se non è una cosa preparata, la reazione dei VIP? Non mi sembrano che vadino tanto per il sottile e sparano a zero su tutto e tutti volendosi fare giustizia da soli.
    E a questi animalisti dico loro una cosa: chiedete ai genitori di quel bambino che è morto come si sentono e provate a dirgli che non sono i cani la causa della morte del loro figlio.
    Smettetela
    Ultima cosa: sapete dirmi l’habitat naturale degli animali? In questo caso del cane?

  • Egregio Avv. Carlo Rienzi,
    vede, persone come lei, sanno solo sparare a zero, in tutti i sensi, su chi ha opinioni diverse dalle sue e soprattutto un po’ più “umane” delle sue!
    Perchè l’umanità si esplica anzi si dovrebbe espilcare verso tutti gli esseri viventi senzienti. ovvero in grado di provare sentimenti, dolore, gioia ecc.
    Ma questo forse per lei è un concetto troppo evoluto, trattasi di ANTISPECISMO! Le consiglio di documentarsi, di leggere, di studiare, di approfondire prima di tacciare gli altri di FANATISMO ANIMALISTA!!
    Molti di quelli che lei chiama fanatici animalisti, in realtà hanno a cuore la vita intesa in senso globale, quindi di ogni essere vivente, quindi non stia a fare facile demagogia sostenendo che la vita di un bambino è più importante di quella di un cane!! Lei chi è per decidere della vita altrui!?! Ah be’ certo lei è un essere umano…ma purtroppo dei più insensibili e specisti!
    La saluto e la invito a documentarsi sulla materia!
    Rossella Pagliano

  • Fanatico finto animalista a CHI???????? Ma si può sapere come si permette??? Comunque, dato che lei NON ha affatto CAPITO il punto VERO della questione…la IGNORO…NON la considero affatto…Torni ad occuoarsi dei Pacchi di “Affari Tuoi”…anche se pure lì…noto il poco successo della legalità!!!
    La VITA è VITA e quella degli innocenti TUTTI vale SEMPRE!!!!!
    Irene – Roma

  • Mi piacerebbe sapere a cosa si riferisce la signora Rossella Pagliano quando dice … Lei chi è per decidere della vita altrui?…
    Se si riferisce a tutti gli animali, sarei cusioso di sapere di cosa si nutre la signora Rossella. Ovviamente mi riferisco al secondo piatto. Solo di insalate e verdure? Oppure a volte ci scappa anche una bistecca. E la domanda nasce spontanea. L’animale che è morto per soddisfare il suo palato non aveva diritto di vivere?
    Altra cosa.
    Non faccio l’avvocato difensore del Dott. Rienzi perchè si sa difendere molto egregiamente.
    Mi sembra però che anche la signora Rossella abbia sparato a zero su chi non la pensa come lei. Sbaglio?
    Gli animali fanno gli animali; siamo noi persone che non facciamo le persone

  • Io dico solo una cosa: vergognamoci tutti!!!!! Siamo stati NOI UMANI a far diventare gli ANIMALI BESTIE!!!!!
    Dobbiamo vergognarci tutti!!!!
    Gli animali non sono CRUDELI, gli animali uccidono per necessità, per FAME!!!! Siamo noi che li abbiamo fatti diventare CRUDELI vessandoli in ogni modo, ridicolizzandoli e sfruttandoli nei circhi, creando incroci con il solo scopo di renderli più aggressivi, costringendoli a vivere in ambienti non loro, catturandoli per la pelliccia, la carne, la bile, le corna, le zanne! Siamo noi le BESTIE CRUDELI.
    VERGOGNAMOCI davanti a tutti quei poveri animali ora uccisi dietro l’onda del fanatismo di persone come Lei sig. Rienzi e dei mass media che pur di cattuarre l’attenzione sarebbero disposti a raccontare lo sbarco degli alieni sulla Terra.
    VERGOGNAMOCI!!!!!!!!!

    Monica Gengotti

  • Ma c’è qualcuno in Italia che riesce a risolvere sul serio i problemi invece di fare pura propaganda? Egr. sig. Rienzi come mai NON ACCUSA CHI PER ANNI SI E’ INTASCATO E INTASCA I SOLDI PUBBLICI affidando ai lagher privati la gestione del problema randagismo?? O gli ONESTI E CIVILI CITTADINI ITALIANI CHE ABBANDONANO PER STRADA CANI NON STERILIZZATI che poi prolificano diventando branco? Troppo poco d’effetto? Pensa davvero che il problema si risolva con una mattanza.. l’estate vicina sa quanti cani abbandonati si stimna ci saranno? Li spariamo tutti? Bella soluzione davvero. Complimenti a chi ha di queste felici idee, certamente sono gli stessi che ci hanno portato a questa situazione.

  • anch’io Le faccio una sola domanda se i politicucci e pseudo autorità, che avrebbero dovuto fare il loro dovere da anni da quando li si avvertiva del pericolo del randagismo crescente, avessero provveduto a sterizzare e creare posti di accoglienza adesso il bimbo sarebbe ancora vivo?
    La prego non faccia facile qualunquismo, come diceva una vecchia pubblicità? “per dar lustro al casato che fatica” ebbene TUTTO pur di apparire come il salvatore della patria anche sulla pelle e sul sangue di povere bestie ma soprrattutto sulla morte e sul ferimento di un bimbo e di altre due persone che meritano giustizia e non altro sangue.
    Io la sfido! Lei che è tanto bravo, tanto giusto, tanto pronto ad aiutare noi poveri esseri, faccia giustizia trovi i veri colpevoli di quella morte assurda
    serenella santini fanatica animalista

  • Il problema del randagismo va affrontato innanzitutto con serieta’. Le nostre convinzioni e il nostro agire da animalisti, o il nostro disprezzo verso gli animali vengono dopo. Prima di tutto bisogna trovare delle soluzioni razionali al problema. Soluzioni che esistono, che in gran parte d’Italia sono realta’ da decine di anni. Qualcuno ha mai visto branchi di randagi alla periferia di Milano, o Torino, o Venezia? Qui non si tratta di dibattere di ipotetiche soluzioni, ma di fare semplicemente quello che la legge prescrive.

    Allora, se l’interesse non e’ solo quello di fare della speculazione mediatica o difendere autorita’ inandempienti e colpevoli (e voglio proprio sperare di no) l’unica cosa da fare e’ pretendere che quella parte d’Italia si comporti come tale e non come la Romania di qualche anno fa o qualche paese africano.
    Gestire il problema del randagismo facendo i canili e le sterilizzazioni non e’ da “animalisti” ma una questione sanitaria e di sicurezza. E la Martini ha semplicemente chiesto il rispetto delle leggi dello Stato.

    Un po’ di serieta’ e concretezza credo sarebbero molto piu’ utili “ai bambini” di tante piazzate da bar

  • Caro signor gianni64 o 64gianni, Le rispondo prontamente! Io sono vegana! Lo sa che significa? Io la bistecchina non la mangio perchè è un pezzo di un essere vivente morto ammazzato! Io non mangio solo le verdurine come dice Lei, bensì tutto ciò che di buono la terra e le coltivazioni offrono, ovvero cereali, legumi, verdure, frutta, semi, seitan, soia, tofu…ha presente?
    E mi spieghi cosa significa “gli animali fanno gli animali”? Mamma mia povero signor gianni, com’è arretrato!! Si evolva e si sensibilizzi!!
    Rossella Pagliano

  • Ma come si permette??? I fatto di non essere d’accordo con il metodo di risolvere il problema non vuol dire che si preferisca difendere la vita dei cani rispetto a quella degli esseri umani. Io le referisco entrambe! SE LA PRENDA CON I VERI RESPONSABILI CHE NON FANNO IL LORO DOVERE E INTASCANO I SOLDI PUBBLICI.. ammesso che ne abbia il coraggio. Facile sparare ai cani, un pò meno inimicarsi i vari politicanti. Vero sign. Rienzi???
    CHI ABBANDONA UN CANE mette a repentaglio la vita degli altri oltre a quella del cane, che prolificherà per strada creando altri randagi. Questo accade perchè gli “onesti” e “preoccupati della salute pubblica” non sanzionano prima chi commette il reato e poi invece di gestire i cani in apposite strutture e sterilizzare i randagi INTASCANO I SOLDI e si fanno le ville. Perchè lei che rappresenta i consumatori (sic!) non chiede SPIEGAZIONE DI DOVE SIANO FINITI I FONDI CHE LA SICILIA HA RICEVUTO NEGLI ULTIMI 10 anni per il randagismo? Troppo difficile per lei vero? meglio abbattere qualche randagetto qua e là.. fa più colore!

  • Sarò anche arretrato come dice Lei (è solo un suo personale pensiero) però chissà come mai avevo previsto di confrontarmi con una vegana.
    Penso che anche Lei sia arretrata o non ha studiato abbastanza. L’uomo è onnivero, sa cosa significa? Che mangia di tutto anche la bistecchina come ironicamente la chiama Lei.
    A proposito, lo sa che anche i cereali, legumi, verdure, frutta, semi, seitan, soia, tofu… hanno una loro vita? nascono, crescono, muoiono. Quindi Lei ha deciso che l’insalata può essere estirpata. Complimenti.
    Provi a dimostrare il contrario.
    Vedo che non ha accennato invece al fatto che se altre persone la pensano diversamente dal suo modo di vedere, Lei comunque non spara a zero.
    La frase “gli animali fanno gli animali” significa che i cani, in questo caso, hanno fatto solo quello che sanno fare. Azzannare. Sia per gioco o qualsiasi altra cosa. Anche per giocare mordicchiano lo sa? Quindi gli animali fanno gli animali; le persone invece non sempre.
    Gianni

  • COMODO VERO?
    PERCHE’ INDAGARE SU MILIONI DI EURO SPRECATI
    PERCHè OTTEMPERARE ALLA LEGGE?
    PERCHè INDAGARE SINDACI E ASL PER OMISSIONI?
    PERCHè STANARE E PUNIRE I LOSCHI BUSINESS SUI CANI?
    PERCHè TENTARE DI OTTENERE LEGALITA’ E GIUSTIZIA?
    PERCHè AUMENTARE CONTROLLI CONTRO ABBANDONI?
    PERCHè FAR ESEGUIRE LA LEGGE?
    PERCHè STERILIZZARE E FARE CANILI?

    SOLDI INTASCATI, CONTINUE INADEMPIENZE E OMISSIONI
    E ORA LA COMODA RICETTA ALL’ITALIANA:
    TRA POCO TUTTI I RANDAGI,
    INVECE DI ESSERE STERILIZZATI E ACCUDITI IN STRUTTURE
    COME UNA BUONA LEGGE PREVEDE..
    (ANCHE SE SPESSO SOLO SULLA CARTA),
    DIVENTERANNO IN UN MOMENTO”POTENZIALMENTE PERICOLOSI”
    GRAZIE A CERTI “VETERINARI” BEN NOTI
    COSI UNA PUNTURINA E VIA….

    PERCHè LA PUNTURINA O QUANTOMENO LA ESTRADIZIONE DAI PUBBLICI UFFICI
    NON SI PREVEDE PER I VERI “PERICOLOSI” CHE SI SONO AVVICENDATI PER ANNI
    SU CERTE POLTRONE INFISCHIANDOSENE DELLA LEGGE?

  • Caro Gianni,
    mi sta prendendo per stupida? Lei sta tirando fuori la scusa più banale che esista per giustificare la sua alimentazione “onnivora”! Sa quante volte me lo sentito sentito dire? Non è originale!
    Ed ecco come le dimostrerò il contrario!!
    Giustificare l’uccisione degli animali per nutrirsene sulla base dell’assunto che “anche i vegetali soffrono” equivale ad affermare che un animale ed un vegetale soffrono allo stesso modo, cosa che invece non ha alcun fondamento scientifico, infatti un animale non può certamente essere equiparato ad un vegetale.
    Gli animali hanno un sistema nervoso (del quale fanno parte i nervi sensitivi muniti di recettori del dolore) in grado di percepire il dolore esattamente come lo percepiamo noi umani. Nelle piante invece tutto questo semplicemente non può verificarsi, essendo esse sprovviste di sistema nervoso centrale.
    La differenza “scientifica” tra animali e vegetali è sostanziale ed inequivocabile.
    Un esempio estremamente banale della differente reazione alla violenza da parte degli animali rispetto alle piante è dato dal fatto che se ad un animale viene amputata una estremità essa non ricresce e l’animale resta pertanto menomato – spesso addirittura incapace di sopravvivere perché non più in grado di procurarsi il cibo. Al contrario, una pianta che subisce una potatura, anche consistente, diventa più forte e rigogliosa e non risente affatto delle “menomazioni” subite, traendone anzi giovamento!!

    Quindi il suo è un mero assunto capzioso con il solo fine di continuare a giustificare la violazione etica di fondo che l’animale uomo commette cibandosi degli altri animali, pur non avendo egli alcuna necessità di farlo per la propria sopravvivenza.

    Le più grandi conquiste della civiltà umana implicano l’estensione di nuove libertà e diritti: citiamo – ad esempio – quelli agli schiavi, alle donne, ai neri, agli omosessuali….

    L’uomo è onnivoro? Benissimo! L’onnivoro non è costretto a mangiare carne od altro cibo animale per sopravvivere. Essere onnivori significa poter scegliere tra cibi più adatti (di origine vegetale) e cibi meno adatti (di origine animale) per la salvaguardia dello stato di salute. Ll’uomo, in quanto onnivoro, può nutrirsi di cibi animali, ma non per questo tali cibi devono necessariamente essere consumati. L’uomo, essere onnivoro ma anche essere dotato di intelligenza, può operare delle scelte per ottimizzare il proprio stato di salute, compiendo così nient’altro che un’elementare azione di prevenzione primaria di molte patologie.

    Rossella Pagliano

  • Se non sbaglio questo è detto il blog del rompiscatole. E allora si unisca a noi, firmando questa petizione:
    Noi, che da sempre, da soli, cerchiamo adozioni, con dei semplici passaparola, o con l’aiuto delle nostre associazioni, per i cani più sfortunati …
    Noi, che a nostre spese sterilizziamo, vacciniamo e curiamo i cani che recuperiamo abbandonati sulle strade
    Noi, che settimanalmente facciamo staffette di 800 chilometri per trasportare cani bisognosi in ogni parte d’italia e ci accolliamo ogni spesa di stallo in pensioni a pagamento..
    Noi, che denunciamo da anni senza essere ascoltati da nessuno, una serie di situazioni che stanno venendo alla luce solo adesso (cicerale/trasporti clandestini di cuccioli)
    Noi, che veniamo indicati come persone che pensano solo e unicamente agli animali (con tutti i problemi che ci sono nel mondo..)
    Noi adesso vogliamo sapere dove sono finiti i 30 milioni di euro stanziati per affrontare il problema randagismo (600.000 Cani randagi in italia)
    Noi vogliamo capire perchè i soldi non sono stati utilizzati per creare strutture idonee, per queste povere creature, continuare la campagna per le sterilizzazioni e le adozioni.
    L’unica persone, dopo anni di totale indifferenza delle istituzioni, è l’On.Francesca Martini che sosteniamo e ringraziamo per avere avuto il coraggio e la fermazza di scuarciare questo muro di omertà.
    Queste creature non hanno colpe!
    Da quando nascono sono in balia dell’essere umano, sono creature che se diventano aggressive lo devono solo all’uomo… sono creature indifese esattamente come lo sono i bambini.

    Animalisti italiani

    La trova qui: http://www.firmiamo.it/dovesonoglieurostanziatiperilrandagismo

    Perchè vede, caro rompiscatole, quelli sono soldi NOSTRI!
    Poi, già che c’è, chieda sempre a chi di dovere, come mai non ha ritenuto opportuno chiedere i fondi appositi della Comunità Europea, o, se invece ha ritenuto opportuno farlo, dove li ha messi…
    Se invece lei ritiene di punire solo gli innocenti (perchè, sia chiaro, lei, chiedendo il massacro di questi animali, punisce SOLO gli innocenti) sappia che così facendo premia il comportamento di quegli uomini politici che, in qualità di sindaci (e quindi stipendiati da noi cittadini) hanno:
    1) disatteso la legge (esiste una legge sulla sterilizzazione dei randagi, lo sapeva?)
    2) “stornato” (?) denaro pubblico
    Continuiamo così, premiamo personaggi simili e accaniamoci sui più deboli:
    siamo proprio un bel paese…
    Etta Bianca Tonelli

  • Carissima Signora Rossella,
    non mi permetterei mai di prenderlLa per stupida, ci mancherebbe altro. Il mio è solo un modo di confrontarmi con altri pensieri.
    Tutto quello che ha detto non fa una piega scientificamente. Se però parla con una persona che si occupa di piante allora le fornirà versioni diverse. Tipo che le piante apprezzano la musica, apprezzano parlargli, sanno essere felici o tristi.
    Quando posso guardo documentari e se dicono schiocchezze le sto dicendo anche io perchè le prendo per buone.
    Se ogni anno vengono ammazzati animali (non so quantificarLe il numero) un motivo ci sarà e non mi risulta essere quello che Lei ha detto. Altrimenti saremmo milioni di persone che non capiamo come nutrirci e pochissime persone che avete intuito tutto.
    Ci sono animali che pur potendosi nutrire di erba vanno in cerca di carne.
    Comunque sto uscendo fuori dal tema dell’Avv. Rienzi.
    Distinti saluti Gianni

  • I vegetariani sono in aumento in tutto il mondo, un motivo ci sarà no?
    Comunque, ci sono anche milioni di persone che fumano e bevono superalcolici a dismisura…be’ che dire, forse siamo noi in minoranza a non avere ancora capito che fa bene alla salute tutto ciò!!
    Lei pensa tanto al bene delle piante ma commissiona l’uccisione di animali per il suo palato…che dire? Si commenta da sè!
    Torniamo al Rienzi…
    La saluto.

  • L’aggressione della turista si sarebbe evitata se amministrazioni sindaci e comuni inadempienti avessero utilizzato i soldi a loro elargiti per costruire strutture, migliorarle, per le sterilizzazioni… Nessuno di noi antepone la vita di un bambino a quella dei cani, è inutile far credere che siamo noi animalisti a proteggere gli animali e ad aver causato tutto ciò… sapete benissimo che è una MENZOGNA tanto grande quanto l’indifferenza con cui le amministrazioni del sud gestiscono e affrontano il problema del randagismo… tanto grande quanto la presunzione di credere che noi RESTEREMO A GUARDARE mentre uccidono delle vite innocenti, colpevoli solo di essere state ridotte alla fame e alla cattiveria (e conosciamo bene il buisness che si nasconde dietro a tutto questo)..

    Ben presto arriveremo a sapere dove sono finiti quei soldi, potete chiedere le dimissioni di chi volete, l’animalismo vero è APOLITICO e nessuna delle persone attualmente al governo riesce a soddisfare anche in minima parte le richieste che arrivano dal mondo animalista… chi appoggia i randagi accetta e promuove i richiami vivi per la caccia… potremo anche essere fanatici animalisti ma una cosa è certa:

    NON SIAMO DEGLI STUPIDI.

    Cordialmente

  • Le normative atte a prevenire il randagismo e le autorità competenti in materia che obiettivi hanno raggiunto? la morte di un bambino.

    Una banale riflessione che senso hanno: art 160 /175 codice della strada oppure le normative comunali per la tutela della salute pubblica concernenti la raccolta delle deiezioni dei cani oppure la legge 281/91?

    Esistono delle leggi? Perchè non si applicano nel sud ?

  • Egr. Avv. Rienzi,
    nessuna vita vale più di un’altra. La vita e vita! Lo diceva Cristo, lo diceva Gandhi, lo dicono l’amore e la compassione! Nessuno renderà quel bambino alla sua famiglia, nessuno darà un’altra possibilità ai cani condannati a morte, ma possiamo trovare dei responsabili, chidere che paghino e fare in modo che nessun’altra vita debba essere spezzata dagli errori dei politici e delle amministrazioni comunali. Dare al colpa ai cani non risolve niente. Darla agli animalisti non darà soluzioni. Ma una colpa c’è e va cercata inel buco nero in cui sono finiti i soldi stanziati per il randagismo e in quegli uffici in cui la gente lavora solo per sè stessa! Noi animalisti difendiamo tutte le creature. La lotta per i diritti degli animali è solo una pagina da scrivere nel libro della lotta per i diritti di tutti. La lotta per i diritti degli animali, non si oppone a quella per i diritti umani…si tratta di due facce della stessa medaglia!!!
    Cordialmente…

  • I vegetariani sono in aumento (nei giovani soprattutto) ma solo per via delle diete fasulle che vengono immesse ogni giorno da altrettanti fasulli dietologi.
    Volendo fare una vera dieta da un vero dietologo vedrà che gli mette anche la carne. Cosa significa?
    Alla sua lista di bevitori e fumatori ha tralasciato anche gli assuntori di stupefacenti e altre categorie ancora. Quindi potremmo parlare anche di loro.
    Signora Rossella è normale che ognuno di noi, avendo ovviamente pensieri diversi, tiri l’acqua verso il proprio mulino.
    Per notizia a me va bene la bistecca con contorno di insalata.
    Cordialmente

  • in un paese civile, come l’italia si sperava che fosse, in cui esistono leggi che tutelano gli animali e ovviamente i bambini, ragionare in termini di “o…o…” e’ raccapricciante, e’ tornare all’eta’ della pietra: se le leggi vengono applicate in una societa’ civile si puo’ e si deve ragionare solo in termini di “e…e…”, si tutelano i bambini E si tutelano i cani. ogni vita ha diritto al rispetto. e a pagare devono essere i colpevoli dell’incuria e chi non ha applicato le leggi che esistono per tutto il territorio nazionale, non i cani, vittima solo della follia dell’uomo pronto prima a condannarli alla fame e all’abbandono e ora a condannarli a morte per lavarsi la coscienza. gli animali vanno sterilizzati, altro che uccisi dopo averli abbandonati!
    non se ne puo’ piu’ di questo terrorismo facile dopo una tragedia, quando gli animalisti da anni invocano l’applicazione delle leggi!
    fanatici gli animalisti o inadempienti i politici? aspettiamo ancora una risposta.
    daniela

  • Mi accodo umilmente a chi le risponde che una vita è una vita, e che lei non è nessuno per poter giudicare QUALE vita valga di più. Oppure si crede Dio? Mi dia retta, lasci perdere discorsi qualunquistici sul presunto fanatismo degli animalisti, si occupi piuttosto – ammesso e non concesso che le interessi davvero – di capire dove stanno le reali responsabilità di quello che è successo e – sempre ammesso che le interessi – denunci i sindaci dei comuni inadempienti alle leggi nazionali e regionali in materia di randagismo.
    Gli sperperi di denaro pubblico almeno dovrebbero interessarle, se degli animali massacrati ingiustamente non gliene importa nulla. O preferisce giocare con i pacchi di rai uno giusto per finire una tantum a striscia la notizia per darsi un po’ di visibilità?

  • Va detta una cosa, prima di tutto: se sono stati alcuni cani randagi a
    uccidere fisicamente il bambino, i veri colpevoli e assassini del
    bambino sono tutti quelli che abbandonano i cani, tutti i funzionari
    delle istituzioni che non fanno il loro dovere, non rispettano le leggi, non aiutano in alcun modo i volontari a occuparsi dei cani, a sterilizzari.
    Sono colpevoli, anche se a volte in modo inconsapevole, ma colpevoli lo
    stesso, anche tutti coloro che fanno fare loro dei cuccioli ai propri animali,
    quando ci sono decine di migliaia di cani che hanno bisogno di essere adottati, e tutti coloro che comprano animali in negozi o allevamenti anziche’ adottare un animale abbandoato.

    Tutte queste persone sono colpevoli, con vari gradi di gravita’, della
    morte di quel bambino e del ferimento di altre persone.

  • Si vergogni!! come mai queste cose succedono solo al sud mentre al nord il problema del randagismo è stato risolto 50 anni fa???

  • …quindi Lei sarebbe una persona che dovrebbe “difendere” gli interessi i noi cittadini-consumatori?

    CHE DIO CE NE SCAMPI E LIBERI!

    Io non voglio essere “tutelata” come consumatrice, come cittadina e come persona da chi non pone la VITA al centro della propria attenzione… e sino a prova contraria Lei non è Nostro Signore tanto da decidere di sua iniziativa quale Vita abbia maggior valore di un’altra!!!

    Anche perchè a questo punto mi sovviene un inquietante sospetto: che via sia un CLASSIFICA anche tra i diversi esseri umani (per ceto, razza, religione, condizione economica, etc) nella mente di chi la pensa come Lei, tanto da poter definire quale tra queste abbia più valore ad essere TUTELATA???

    VERGOGNA!

    NOTI BENE: IO SARO’ UNA FINTA ANIMALISTA…. LEI E’ UN VERO IGNORANTE!

    Perchè cotanta audacia e convinzione non la dimostra, FACENDO IN TAL CASO IL SUO DOVERE, nei confronti di chi doveva tutelare l’incolumità delle persone E DEI CANI??? E mi riferisco alle istituzioni locali che hanno MANGIATO e speculato sulle vite dei cani (e quindi di riflesso anche delle persone) lasciandoli al loro destino senza attuare LE STERILIZZAZIONI per prevenire il randagismo (facile dire: non ci sono posti nei canili e grattarsi i testicoli!)???

    Lei pone una domanda:
    Se fosse stato dato l’ordine di sparare a vista fin da domenica, l’aggressione della turista tedesca verificatasi martedì si sarebbe potuta evitare?

    Io in risposta gliene pongo un’altra:
    Se fosse stato dato l’ordine ai veterinari Usl (o Asl) di sterilizzare i cani sin dal 1991* , si sarebbe verificata la morte del bambino?

    CERTA DI UNA SUA NON-RSPOSTA,

    La saluto.

    *LEGGE 14 agosto 1991, n. 281
    Legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del
    randagismo
    Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 203 del 30 agosto 1991
    1. Princìpi generali
    1. Lo Stato promuove e disciplina la tutela degli animali di affezione, condanna
    gli atti di crudeltà contro di essi, i maltrattamenti ed il loro abbandono, al fine
    di favorire la corretta convivenza tra uomo e animale e di tutelare la salute
    pubblica e l’ambiente.
    2. Trattamento dei cani e di altri animali di affezione
    1. Il controllo della popolazione dei cani e dei gatti mediante la limitazione
    delle nascite viene effettuato, tenuto conto del progresso scientifico, presso i
    servizi veterinari delle unità sanitarie locali. I proprietari o i detentori possono
    ricorrere a proprie spese agli ambulatori veterinari autorizzati delle società
    cinofile, delle società protettrici degli animali e di privati.
    2. I cani vaganti ritrovati, catturati o comunque ricoverati presso le strutture di
    cui al comma 1 dell’articolo 4, non possono essere soppressi.

    —-per leggere il restante, e le sarebbe di certo utile: http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_normativa_911_allegato.pdf —–

  • Signore,
    la invito a riflettere prima di scrivere assurdità….e nondimeno…a trovare modi migliori per impiegare il suo tempo. I comuni hanno ricevuto soldi..fior di quattrini per gestire questi animali. Purtroppo i soldi non sono andati a buon fine..ma si sono fermati nelle tasche di qualche persona disonesta. Le sembra normale prendersela con i cani o converrà con me…che è il modo più semplice..più banale per affrontare il problema?Vorrei vedere lei con i suoi familiari…con le persone che ama…….lasciato allo sbaraglio senza poter mangiare….senza niente….vorrei proprio vedere come reagirebbe….Mio caro…le sue parole non servono proprio a niente…anzi sono un insulto alla vita….Se ha un pò di coraggio se la rifaccia con chi ha rubato quei soldi e ha fatto diventare sempre più affamati quegli esseri viventi….e in nome di Dio….ragioni prima di scrivere..si documenti!!!!!

  • Vorrei aggiungere qualcosa a quello che hanno detto le altre “persone incoscienti che preferiscono difendere la vita dei cani rispetto a quella degli esseri umani”, ma, davvero, hanno già illustrato benissimo la situazione.
    Gli animali, a differenza delle persone, non possono esprimere loro considerazioni, non possono spiegare, non possono giustificarsi, non possono votare. Condizioni simili, però, a tanti umani che, guarda un pò, sono quelli contro i quali si subiscono le peggiori violenze e ci si accanisce di più, o li si ignora. Violenze sui bambini, sui disabili, sugli immigrati, sui deboli. Questo accade nei canili, nei circhi, nei macelli, nei laboratori, caro dottor Rienzi, sempre per la solita logica: posso lucrare su di te, posso divertirmi facendo male a te, posso fare quello che voglio, anche farti impazzire di fame e di dolore, portarti alla follia e poi dire che devi essere ucciso, dopo aver intascato i soldi che servivano a prendermi cura di te…
    Se per essere “animale” si intende non perseguire il bene, non ragionare, meritare di essere rinchiuso o ucciso, mi perdoni, ma a me pare che siano molti di più gli uomini che meriterebbero tale trattamento.

  • allora sono lorenzo, detto questo io guardo e riguardo i sempre piu commenti che vengono postati qui; ora, in’italia nel mondo nell’universo ci sono altri problemi piu gravi che dirsi a vicenda tu mangi il pino, io la quercia tu la carne, ecc. comunque io vedo molte trasmissioni televisive, radiofoniche, blog, e penso anzi so che mangiare pasta, insalata, piselli, non va bene a un bambino non puoi dargli solo legumi ecc. tutto vegetale devi dare carne (omogenizati), latte, carne semplice ecc. non puoi per proteggere gli animali non far mangiare bene un bambino gli esperti non dicono altro che la carne somarelli coniene proteine importantissime! per la nostra salute essere vegani sign. rossella fa bene alla salute ma……… io rimango sulle mie comunque io mangio quintali di carne incominciate assassino, criminale, lorenzo deve andare in galera, fate pure pero io la erba, non la mangio e aggiungo pure sul fatto dei circhi io lo precisato in’unaltro commento pero perche gli animalisti che sono in tanti non si muovono per fargli chiudere? stanno dietro a un monitor del pc a scrivere solo cazzate passo e chiudo.

  • Forse non le è chiara una cosa…..noi che amiamo così tanto gli animali si immagini quanto possiamo amare un bambino!! Fatevi piuttosto voi un esame di coscienza….invece di intascarvi i soldi destinati a risolvere il problema del randagismo la prossima volta cercate di dare una degna dimora ai cani randagi che sono molto meno bestie di voi se trattati dignitosamente e vedrà che nessun bambino vedrà che non si ripeteranno simili tragedie…ma certo lei forse ritiene più semplice risolvere il problema coi fucili e col veleno…scusa ma chi sarebbero le bestie???? MA SI VERGOGNI!!!!!

  • Gent. Avv. Rienzi,

    spesso La Sua inconcludenza e “pressapochismo” quando mi capita di ascoltarLa alla radio o vederLa in TV mi fanno cambiare canale. Le scrivo perche’ con Le sue dichiarazioni riguardo alle dimissioni del Sottosegretario Martini ora Lei sta raggiungendo una vetta di indecenza di cui io, fossi in Lei, mi vergognerei.
    Dalle Sue dichiarazioni sul randagismo si evince come Lei non capisca NULLA di cani. Le garantisco che i cani, se non vengono rovinati dall’uomo, ne sono i migliori amici e normalmente sono molto meglio di alcuni esseri umani.
    Abbiamo bisogno di piu’ politici come il Sottosegretario Martini che non ci facciano retrocedere all’eta’ della pietra come Lei ci vorrebbe ridurre. Un certo baffettino faceva discorsi simili ai suoi sullo sterminio e purezza della razza..alla fine e’ finito male..ma purtroppo dopo molti milioni di morti innocenti. In conclusione Lei si vanta di difendere i consumatori, ma non La ringrazio, in quanto Le sue opinioni sono spesso fondate su pregiudizio e meschinita’ da quattro soldi, a mio avviso, piu’ per “cavalcare la cresta dell’onda” che per difenderci…ancora una volta questa Sua domanda se valga piu’ la vita di un cane o di un bambino ce lo fa purtroppo capire. Mi vergogno di dovermi sentire chiedere una simile domanda al giorno d’oggi, ci rifletta: la sua domanda e’ ovvia ed e’ scandaloso che si debba arrivare con una Legge cosi buona a “dover” scegliere e’ un’assurdita’!!! [La Sua stessa domanda un’altra volta allora potrebbe essere: “Poiche’ siamo in un periodo di carestia e abbiamo gia’ troppi immigrati e’ piu’ importante accogliere e dare da mangiare a un bambino immigrato o sfamare un bambino italiano?”].
    Porgo le mie piu’ sentite e affettuose condoglianze alla famiglia del bambino per l’immane e assurda tragedia che li ha colpiti e punto il dito sugli Amministratori locali e in particolare sui responsabili ASL del territorio ove il bambino e’ stato aggredito. Sono loro che NON HANNO APPLICATO un’ottima legge. Mi auguro anche che questa legge abbia lunga vita e che si aumentino le sanzioni per sua non-applicazione. Sono questi stessi Amministratori assenti che devono essere portati in Tribunale a risarcire, per quello che vale purtroppo se post-mortem (..) la famiglia dello scomparso, e la signora straniera aggredita.
    Si informi sui problemi prima di sciorinarci le Sue sentenze o perdera’ altro “share”, almeno da parte mia.

    Cordiali Saluti,

    Alessandra Gradi, Capoterra, Sardegna, 3 Aprile 2009

  • Ho letto l’articolo, devo dire ke a mio parere sembra un inno alla superficialita’!!!
    Non importa essere ANIMALISTI per capire il vero motivo degli eventi accaduti in sicilia…
    SSSSVVVVVEEEEEGGGGLLLLLIIIIIAAAAAAAAA CARLOOOOOOOOOOOO

  • ma perchè dovrei usare il “lei”?
    TU fai parte di quegli imbecilli che per eliminare i morsi di un cane lasciato incustodito uccidi il cane e lasci stare chi ha permesso tutto ciò?
    TU fai parte di coloro che continueranno ad appoggiare questo tipo di gestione della “cosa pubblica” tanto caro ai mafiosi del sud e del nord Italia?
    TU sei quello che giudichi chi protegge gli animali come avverso alla specie umana senza considerare il fatto che c’è gente che si fa un “mazzo tanto” per ovviare alle mancanze dei pubblici amministratori?
    TU la pensi così?
    E allora VAFFANCULO di cuore, con te è inutile dare spiegazioni.
    Hai nome ed indirizzo mail…fanne gli usi legali che credi ma non ti azzardare ad “inviare eventuali comunicazioni istituzionali ed informarmi sulle tue attività consumeristiche” come da N.B.

  • la morte di quel bambino deve pesare solo sulle coscienze di noi uomini che abbiamo perso il significato vero di quelle grandi parola che sono
    ” RISPETTO ” e DIGNITA

    impariamo ad amare ogni forma di vita ,impariamo ad essre piu’ buoni e rispettosi ………………………………solo allora il mondo sara’ piu giusto

  • Caro Rienzi, vatti a nasvondere! Copriti il capo di cenere e chiedi scusa!
    VERGOGNATI!!
    Rossella Pagliano (quella di prima)

  • Viviamo in una società in cui viene tutelato il diritto alla vita di criminali di guerra, assassini, mafiosi e camorristi, pedofili e stupratori, ladri e truffatori e parte dei nostri soldi, pubblicamente chiamati “tasse”, servono allo stato per far onore alla legge mantenendo in carcere, in condizioni ben migliori di un canile, gente che ha rubato ad altre persone innocenti il bene più prezioso…la sicurezza ed in alcuni casi anche la vita, che Lei, ad onor di causa, giustamente entrambe difende. Questi personaggi però, siccome umani, e guardi il caso… siccome lei avvocato, non sono passibili di questo suo giudizio estremo di “eliminazione”? Bene. Giustamente, mi ripeto.
    Effettivamente, ammetto che sia molto più coraggioso sparare in testa ad un randagio di una decina di chili che puntare la pistola ad un mafioso che a sua volta può estrarre la sua ed eliminarla con la stessa facilità, se non maggiore, di quella che ha usato lei per decidere della vita e della morte di un gruppo di randagi. Lei è un avvocato, mi corregga se sbaglio, e sicuramente saprà che esiste una legge dal 1991 nella costituzione italiana, che tutela il diritto alla vita di cani e gatti… conoscerà sicuramente tutti gli estremi del fatto per aprirvi una pagina di discussione… Sa perchè quei cani si trovavano in libertà invece di essere reclusi perchè “cani di nessuno”… Sa anche che erano stati precedentemente affidati ad un individuo che speculava sui soldi che riceveva dal comune per mantenere i cani in “luogo chiuso e protetto”, e costui invece, frodando il comune, li utilizzava per propri scopi, lasciando i cani incustoditi e affamati. Io sono sicura che Lei sia ben informato, forse, anzi, sicuramente meglio di me. Sinceramente ora le chiedo… non le viene più rabbia per un essere che si suppone avere le sue stesse mani, gambe e braccia per lavorare, pagare la propria sopravvivenza e pagare le tasse…ma che decide di passare sopra tutti e tutto e delinquere con soldi non suoi? Lei è un avvocato, avrà un fortissimo senso della giustizia, credo. Inoltre la situazione di disagio dei randagi e la problematica era segnalata da mesi in comune, ma non pareva di grave entità… quindi, come direi io alla mia giovane età, perchè non “fregarsene”? …Come danno collaterale a tutto ciò si è verificata la peggiore delle ipotesi, è morto un bambino, una povera creatura innocente, che nulla c’entrava nella nostra storia, se non trovarsi nel luogo sbagliato al momento sbagliato. Ora le dirò cose che lei già conosce: un cane non ha la ragione, un cane è un animale, se non mangia per 20 giorni muore.
    Lei, dalla sua, con il suo estremo senso di giustizia, sarebbe in grado di lasciarsi morire se non avesse nulla, ma proprio nulla, per fame? Sappia che la maggior parte dei randagi, diciamo l’80 %, fa così. Il regno degli invisibili. Supponga di non avere nulla, proprio come un randagio: non ha nessuno che la può aiutare, in realtà non c’è nessuno che proprio la vede, nemmeno la nota… e se la notano, al massimo le danno un calcio per allontanarla… sa, in questa proiezione credo avrebbe anche delle malattie. E puzzerebbe parecchio. Non ha la possibilità di comprare, perchè non possiede soldi, non può lavorare perchè sarà d’accordo con me che i randagi non possono decisamente lavorare… cosa fa? Ruba? …Bhe, di nuovo, alcuni umani lo fanno …no i randagi no, raccolgono nella spazzatura, sono esseri semplici, non hanno una coscienza e un intelletto in grado di rubare (anche se intimamente io non credo che sia così). Rimane il fatto (perchè lei constata i fatti, vero signor Rienzi?) che non si sente spesso di furti nei supermercati da parte di randagi.
    Un cane ha però un istinto naturale, che è “mangia, bevi, difenditi, sopravvivi”. Si chiama selezione, ovviamente. E nonostante tutto, guardacaso, il numero di cani che “mettono a tacere” il proprio istinto e muoiono sotto le violenze degli uomini, esseri dominanti in tutto e per tutto, è INCREDIBILMENTE MAGGIORE del numero di cani che si ribellano. Non ci crede, venga a fare un giro da noi, in canile… abbiamo un cane a cui è stato versato dell’acido addosso. ACIDO. Lecca ancora le mani del veterinario mentre gli cura delle ustioni inguaribili e si nasconde quando vede qualcuno che non conosce. E’ un chow chow, non so se conosce la razza, comunque fa 50 chili di cane… volesse, il veterinario può ucciderlo in dodici secondi spezzandogli il collo con un morso. E questo è uno dei tanti esempi, mi creda, Avvocato.
    Un uomo invece ha la ragione e la coscienza, ma nonostante tutto, la soffoca spesso e volentieri per scopi “migliori” (cfr. la nostra storia di Modica, tanto per non uscire dal seminato) e più spesso di quanto si creda, anche nelle piccole cose di tutti i giorni, lo fai lei avvocato come lo faccio io.

    Sa di cosa mi stupisco io?

    Mi stupisco più di un uomo che soffoca la sua coscienza, che di un cane che se ne crea una. Poi se crede, prendi una calibro 35 e vada ad impallinare tutti i randagi che crede, si faccia giustizia lei in questo mondo di “cani” (e non mi riferisco agli animali) …li prenda liberi o addirittura, perchè non và a sparar loro dietro le sbarre di un canile, così sarà sicuramente lontano dai pericoli potenziali, avviluppato nella sua proverbiale sicurezza… stia sicuro che nessuno si chiederà, come ha fatto lei, se per un reato del genere debba VIVERE o MORIRE. Anzi, non farebbe nemmeno un giorno di galera, e lei lo sa meglio di me.
    E si guardi dall’interpretare le mie parole in malo modo.
    Io non giudico il valore di due vite mettendole sulla mia bilancia personale, ma le posso giurare che se fossi stata lì avrei fatto da scudo umano al bambino, come l’avrebbe fatto qualsiasi animalista, qualsiasi persona con una coscienza. Il problema è che Lei come tanti altri superficiali, perdete di vista il vero problema: il randagismo, che fino a prova contraria è un problema creato dall’uomo, mi neghi il fatto se capace, l’uomo che abbandona il cane… non il cane randagio che ammazza il bambino, perchè quella è una casualità.
    Di cani randagi che ammazzano bambini indifesi, quanti casi ha sentito? MI QUANTI. LI ENUMERI AVVOCATO, SI AFFIDI ALLA CASISTICA COME IN OGNI BUONA ARRINGA E MI FORNISCA I DATI.
    DI BAMBINI STUPRATI, SEQUESTRATI, SEVIZIATI, ASSASSINATI DAI LORO PARI, SCUSI L’ORRENDO CASO DI ASSONANZA, DAI LORO CARI… ADDIRITTURA…? QUANTI? MI DICA DI NUOVO QUANTI. E TIRI LE SOMME DI QUESTA SOCIETA’.
    E rimaniamo in Italia, perchè se sondassimo cosa succede in Africa, morti per la fame e l’AIDS, in Thailandia e Brasile, morti per lo sfruttamento e la prostituzione, in America del Sud, morti per il traffico di organi. BAMBINI.
    Stranamente per loro, non vogliamo dire nulla… stranamente per loro non c’è questo bisogno di “vendetta ad ogni costo”… perchè sono lontani, perchè in fondo non si può mica pensare a tutti in questo mondo, altrimenti la sua vita avvocato, chi la vive? Di sicuro non lei se si mette a sparare ad ogni individuo che fà violenza su un bambino. Perchè la sua, e di ogni altra persona che come lei gestisce questo lutto, si chiama vendetta… ed è comprensibilissima… fosse stato mio figlio, o mio fratello, anch’io coverei quel tipo di sentimento, ma davvero lei crede di placarlo gasando 15 piuttosto che 30 cani? E di che sicurezza parla, scusi…
    Vuole risolvere il problema alla radice? Uno sterminio di massa dei randagi quindi? Devo dire, oltre che abominevole come pensiero, alquanto inutile… perchè credo che in meno di tot anni si ricreerebbe il busillibus, mi passi il termine… dovrà acconsentire al fatto che il problema del randagismo è derivante dall’uomo, e non dal cane. Mi creda quando le dico che IL CANE NON AMA ESSERE UN RANDAGIO. In Italia c’è una campagna della lav e dell’enpa per la sterilizzazione, davvero l’unica via che alla lunga potrebbe risolvere il problema a livello endemico, ma io credo che l’uomo continuerebbe comunque, senza pesi sulla coscienza, a far mettere al mondo “cani di nessuno”.

  • volete fare una strage che vi fa comodo per togliere di mezzo il problema randagismo, e questa strage la fate in nome della vita e della morte di un bambino, giustificandovi dietro la vostra ipocrisia che la vita di un essere umano vale di più di quella di 600.000 mila randagi che abbiamo in italia…e così va avanti il mondo, perchè la vita e l’economia di un gregge di pecore vale più di quella degli orsi, (così vengono avvelenati ) perchè avere una pelliccia e tutto il mercato che c’è dietro vale di più di milioni di animali squoiati vivi ogni anno, questo è il ragionamento del medio evo che state vivendo
    se non aveste buttato via i soldi era da tempo che il problema randagismo si sarebbe sistemato, innanzi tutto vietando l’importazione dei cani di razza dall’est, e facendo censimenti seri sui territori comunali, e non dando in appalto randagi a privati senza scrupoli che fanno canili per guadagnare soldi…
    non è possibile che dei cani che hanno subito l’abbandono da parte di un maledetto essere umano debbano pagare con la vita , soprattutto perchè è una questone che si può risolvere diversamente usando il cervello e la voglia di farlo….
    come ho già detto tante volte dobbiamo liberare le strade dagli stupratori e dai pedofili (molto più numerosi ed aggressivi dei randagi) perchè la vita e l’integrità fisica di una donna e di un bambino vale molto di più della loro !!
    il randagismo è un problema che si può e si deve risolvere , non è giustificabile la soppressione, vergognatevi solo di averlo pensato !! facile voler far dimettere chi non la pensa come voi !!!!
    fate solo ridere, e comunque penso che il padre del piccolo giuseppe preferirebbe giustiziare la vostra amministrazione piuttosto che i cani che avete già ucciso FEDERICA M.

  • Gentile Avv. Rienzi, vale di più la vita di un bambino africano o quella di suo figlio?
    salverebbe il criceto di suo figlio o suo nipote più volentieri di un suo avversario politico?
    che domande…
    perchè non si informa su chi guadagna sul randagismo? tanti soldi, avvocato,tanti soldi…
    perchè non si chiede come mai un bambino, povera e innocente creatura, è dovuto morire nel modo più atroce per far emergere un problema denunciato a piena voce da noi fanatici?
    se la buttano in una gabbia di tigri affamate la colpa è delle tigri?
    guardi, il ragionamento è talmente semplice che mi sorprendo che lei proprio non ci arrivi…continui con i problemi relativi alle bollette, è meglio….
    siamo cittadini anche noi, e come tali avremmo diritto ad essere rappresentati, ma non lo chiederemo certo a lei…
    una fanatica, avvocato, ufficiale giudiziario,che si pregia di tutelare la legalità….
    Dott.ssa Deborah Minasi

  • …credo che tra la morte del bambino, il dolore della ragazza aggredita, la morte dei cani e le loro sofferenze, chi ha autorizzato e chi ha messo in pratica l’abbattimento, chi approfitta sfruttando “l’occasione” per far del male agli animali…. in tutto questo il “peggio” credo sia solo lei “avvocato”, che sfrutta tutto questo solo per raccogliere indirizzi a cui inviare
    “”comunicazioni istituzionali e per informarti sulle mie attività consumeristiche””
    controlli sul dizionario il significato della parola avvocato, poi se riesce a “capire” esca di casa e si rechi in un canile, poi in un altro, e poi ancora in altre città, poi contatti la famiglia del bambino e le chieda scusa, se poi riuscisse a chiederlo anche a tutte quelle persone che ha offeso con le sue affermazioni sarebbe meglio. La cultura e l’onestà sarebbero servite ad evitare queste disgrazie, se l’uomo si ritiene “superiore” all’animale, che impari ad agire per tale e non peggio. Essere rappresentato in questo modo dal mio paese è a dir poco vergognoso, le persone che prendono tali decisioni e chi le mette in pratica, dovrebbero rendersi conto delle “crudeltà” che mettono in pratica, senza nascondersi dietro il “bisognava farlo”, perchè gli eroi sono altri….l’eroismo non è mai nella violenza, tanto meno nell’ignoranza. Sincere condoglianze alla famiglia del piccolo Giuseppe.

  • Se quella zoccola di tua madre…quando gli prudeva la figa invece di farsi mettere in cinta e partorire un ebete come te…si fosse messa un po’ di carote tra le gambe…questo mondo andrebbe molto meglio…

    Sei stupido perche’ sei ignorante…perche’ non ragioni …perche’ non ci sta logica nei tuo discorsi…perche’ non hai cervello…

    Mi dica…se vengo da lei e la pesto come merita…e poi va in ospedale ma ci resta secco…la colpa e’ di chi lo ha pestato ( pur sporcandosi le mani di merda ) o dei medici che non sono riusciti a salvarla?…vediamo se e’ sveglio !

    Vai ad abbattere chi ha causato questo problema…vai ad abbattere chi si e’ fregato i soldi stanziati per il randagismo…vai ad abbattere quella buona donna di tua madre che ti ha messo al mondo senza la capacita’ di ragionare…perche’ e’ per colpa degli stupidi come te che tanti esseri soffrono…

    Firmato…quella puttana di tua madre che ha la responsabilita’ di averti messo al mondo senza cervello !

  • Erano anni che non leggevo banalita’ cosi’ grandi……..
    E’ piu’ importante la vita di un bambino o quella di un animale.
    E’ nato prima l’uovo o la gallina.
    Rosso di sera bel tempo si spera……………..
    Lei e’ avvocato vero?
    Lei sta dicendo, anzi incitando di sparare ai cani, vero??????
    Lei sta incitando a commettere un crimine, questo lo sa?????
    Stia attento…………..
    Le vie della legge sono infinite…………………………

  • Innanazitutto Sig. Rienzi se vuole che gli altri non la insultino dia il buon esempio ,ed eviti anche Lei di insultare il prossimo.
    Poi, invece di difendere chi spara ai cani, farebbe meglio ad attivarsi affinchè vengano rispettate le leggi, in quanto se fossero state rispettate certi drammatici episodi non si sarebbero verificati.

  • La vita è un bene prezioso, sempre!! La colpa è dei sindaci e delle istituzioni menefreghiste e ladrone (dove sono finiti i soldi stanziati x canili e sterilizzazioni?!?) Poi x salvare la faccia (non ci riusciranno mai!) ordinano una strage! Orrendo e vergognoso. Lei si dovrebbe vergognare ad accusare l’On. Martini! Perfortuna che c’è una Persona così coraggiosa e onesta.

  • Egr. Avv. Rienzi,
    mi rivolgo direttamente a Lei, e a tutti quelli (pochi) che sul suo blog l’hanno sostenuta, per esprimere anche la mia opinione al riguardo.
    Il suo blog nasce da una domanda, e cioè se sia meglio salvaguardare la vita di un bambino piuttosto che quella di un cane. Partendo da una considerazione di base, e cioè che entrambi sono esseri viventi, e che una vita è una vita e come tale va preservata senza distinzioni di sorta, mi viene da chiedermi se una persona come Lei, che distingue fra l’importanza di due vite, non sia anche tra quelli che poi operano distinzioni anche fra le persone (in tal caso, come certamente sa, questo sarebbe razzismo).
    Come ha potuto constatare leggendo i commenti al suo stesso blog, le vengono mosse decine e decine di critiche, per lo più nascenti dallo stupore che ingenera, il vedere che una persona istruita, possa poi avere un modo di pensare tanto superficiale.
    Io non so se Lei ha figli o meno, ma qualora ne avesse, mi piacerebbe pensare che siano felici proprietari di animali felici (mi perdoni il gioco di parole), piuttosto che, come Lei, persone che facciano, a loro volta, distinzioni tra due vite. Non crede che i problemi più gravi e antichi di questo mondo siano nati da questo tipo di mentalità?
    Ci rifletta…

  • La questione non è posta in modo corretto,poichè qui non è posta la vita di un bambino contro quella di un cane,ma -perchè nel Sud Italia il problema del randagismo è molto piu’ grave (ed in Romania anche peggio),che non al Nord?-
    O ancora,se c’è tutto questo esubero di cani(non mordono solo randagi e meticci),com’è che ci sono allevamenti di cani di una certa pericolosita’ e gente disposta a spendere centinaia di euro per averli?(ed aggiungerei ,mentre i soldi per i randagi sono sempre pochi e spesso arrivano da gattare e volontari,che li scalano da una misera pensione?).
    La legge del taglione ,non riporta bambini in vita ,una politica di gestione del territorio fatta in modo serio,con la collaborazione della saggia esperienza delle associazioni animaliste,previene danni irreparabili.

  • Errata corrigeLa questione non è posta in modo corretto,poichè qui non è la vita di un bambino contro quella di un cane,ma – perchè nel Sud Italia il problema del randagismo è molto piu’ grave (ed in Romania anche peggio),che non al Nord?-
    O ancora,se c’è tutto questo esubero di cani (non mordono solo randagi e meticci),com’è che ci sono allevamenti di cani di una certa pericolosita’ e gente disposta a spendere centinaia di euro per averli?(ed aggiungerei ,mentre i soldi per i randagi sono sempre pochi e spesso arrivano da gattare e volontari,che li scalano da una misera pensione?).
    La legge del taglione ,non riporta bambini in vita ,una politica di gestione del territorio fatta in modo serio,con la collaborazione della saggia esperienza delle associazioni animaliste, previene danni irreparabili.

  • Roba da matti, roba da matti…
    Questa è l’Italia, un paese che preferisce sparare alla cieca su poveri cani piuttosto che rimboccarsi le maniche e garantire un servizio di accalappiamento e istituire canili, o canili rifugio…
    è una vergogna che un branco di cani affamati sia talmente disperato da assalire un bambino, troppo comodo dare colpa a degli esseri che hanno agito solo per DISPERAZIONE e FAME…

    Caro avvocato dei miei stivali si vergogni, ha scritto una marea di stronzate.

    Ilaria

  • non meriterebbe neanche di risposta L’IGNORANZA E’ LA VERA BESTIA! certo che si sarebbe potuto evitare la morte tanto atroce di quel povero bambino se solo CHI DI DOVERE FACESSE IL PROPRIO DOVERE STERELIZZANDO E ARGINANDO IL PROBLEMA ANZICHE’ FREGARE SEMPRE I SOLDI! Io sono di BERGAMO e qui il problema del randagismo NON ESISTE! mi sà dire perchè???? SARA’ FORSE PERCHE’ DA NOI LE COSE FUNZIONANO???? SARA’ PERCHE’ QUI I SOLDI NON SPARISCONO TANTO FACILMENTE???? vogliamo parlare dei CANILI LAGER???? dei tanti soldi pubblici spesi inutilmente per fare ARRICCHIRE SINDACI COMPIACENTI E GESTORI DI CANILI???? E INTANTO A FARNE LE SPESE SONO I CANI CHE MUOIONO DI FAME!!! DIVENTANO AGGRESSIVI PERCHE’ VOI LI FATE DIVENTARE TALI!

    SI VERGOGNI, LEI E’ SOLO UN GRANDISSIMO IGNORANTE!

  • come è facile sparare a zero contro chi non si può difendere non è vero?
    La vita di un essere umano non è importante è importantissima ma questo non giustifica certi comportamenti verso i cani che noi grandi deficenti esseri umani abbiamo ridotto ad assassini , mi spieghi perchè se un cane che segue solo l’istinto della sopparvienza uccide allora bisogna fare una strage ma se un altro essere umano toglie la vita a un suo simile , allora si trovano 1000 scuse raptus di follia socialmente instabile e via dicendo … per non parlare del rito abbrevviato così fanno meno anni di galera , è si noi umani uccidiamo i nostri simili e la passiamo liscia , trasformiamo gli animali in assassini li uccidiamo li torturiamo ma noi possiamo noi siamo la razza dominante vero??
    Vergognatevi !!!
    La vita di un bambino è importantissima e non dovrebbe mai essere spezzata ma questo non vi autorizza a ergervi giudici e difensori perchè è a causa della vostra ignoranza e del vostro egoismo che accadono certe cose , affamate i cani li maltrattate e loro devono essere sottomessi perchè inferiori?
    Ma chi è davvero inferiore loro che amno e morirebbero per l’uomo carnefice o noi che uccidiamo i nostri simili uccidiamo gli innocenti e quelli che non possono difendersi ?
    Io la risposta ce l’ho e lei?

  • Signor Rienzi si armi di fucile e vada a sparare ai mafiosi ai pedofili agli stupratori ecc…..ma eviti di sparare cavolate

  • Salve,
    credo che a volte dovremmo metterci dalla parte opposta. é ovvio che la vita di un bambino è quella di un bambino. Nessuno vuole mai che nessuno faccia del male ad un bambino, eppure tutti i giorni purtroppo accade, per le strade, nelle mura domestiche addirittura…
    Perchè per una volta non pensare che anche un animale va cresciuto ed accudito e difeso nello stesso identico modo in cui ogni giorno noi “adulti” ci occupiamo dei nostri simili più piccoli. Non richiede grandi sforzi questa teoria di pensiero, è solo cominciare a vedere che anche gli animali, come noi, soffrono e hanno paura, vivono e hanno un cuore, indipendentemente da come ognuno riesce a esprimere i propri sentimenti. Loro lo fanno di impulzo, lo fanno con l’ istinto, noi lo facciamo con la razionalità, “sporcando” di forme sociali i nostri sentimenti che sono puramente istinto, ne più ne meno!

  • allora, come si fa a paragonare un mafioso con un cane: 1) i mafiosi finiscono in galera e ci restano, allora, perche quando c’e un bambino con un tumore che va salvato immediatamente e servono soldi tutti i cosi detti animalisti non si muovono? poi come mai battete tutti quanti sul chiodo di prendere i sindaci, i signori sindaci si fanno sentire solo per l’elezzioni e poi non escono piu vabbene, pero congratulatevi con il signor. rienzi invece di sparare alla cieca.

  • su tutto e tutti ILARIA, sono d’accordo con te sul servizzio di acclappiamento pero non lo fanno, io nel mio giardino o 15 gatti, e la 9999999999 volta che vado a carabinieri, polizia, protezionecivile, comune, polizia locale, nessuno alza il culo i carabinieri polizia, dicono che mandano una volante, pero non vedo mai nessuno idem, polizia locale e i gatti li devo sfamare io mi fa piaciere, pero preferirei che adesso che arriva il caldo i poveri cucciolotti abbiano qualcuno che sene prenda cura uno e sparito uno l’o preso io e gli altri non so a chi darli quindi se mi potete contattare: lorenzomoretti@libero.it

  • Egregio (?) avvovcato (?),
    lei presiede un’associazione che si è fatta conoscere, alcuni anni fa (pochi se lo ricorderanno..) con una trovata veramente sensazionale: un’interrogazione parlamentare nientepopodimenoche per segnalare l’immoralità ed il cattivo esempio alla gioventù fornito dal fumetto “TEX”!!! Ebbene sì, cari frequentatori del sito, questo è il livello culturale e mentale di questa associazione..!
    Eppoi ci meravigliamo se ha sfruttato questo tragico caso di cronaca per incitare la gente, già di per sè animata da comportamenti barbari e, quelli sì, veramente bestiali, alla violenza indiscriminata contro innnocenti!! Perché non desistete dalle chiacchiere e dalla demagogia, anzichè condurre serie campagne di denuncia nei confronti di chi non applica le leggi (tutte, non solo quelle che riguardano gli animali). E per parare la botta anche dalle deliranti affermazioni dei suoi sostenitori, caro avvocato dei miei stivali, LA LEGITTIMA DIFESA E’ AMMESSA ANCHE DAL CODICE PENALE, PERSINO NEI CONFRONTI DI UNA PERSONA CRIMINALE, E’ FUORI DISCUSSIONE CHE NESSUNO DI NOI SI LASCEREBBE SBRANARE SENZA TENTARE DI DIFENDERSI!!
    Pertanto non avrei nessuna esitazione ad esercitare tale diritto nei suoi confronti, dato che lei è un individuo pericoloso.: le consiglio vivamente di girarmi alla larga..Eppoi non mi invii le sue comunicazioni, altrimenti potrei consiglarle DOVE CACCIARSELE!!

  • complimenti a quest’uomo..
    che con quattro scemenze messe in croce si è guadagnato il mese!
    ..mi piacerebbe sapere lei, come reagirebbe abbandonato, affamato, malmenato..

  • Innanzitutto grazie per “fanatici finti animalisti”… hahaha… insulto mal riuscito… comunque…
    Di questi fanatici animalisti lei non ha proprio capito nulla!!!
    Da quanti anni stiamo sollenvando il problema del randagismo??? Da quanti anni stiamo cercando di fare qualcosa e gridiamo alle autorità di fare qualcosa perchè è un problema grave e pericoloso????
    Noi fanatici animalisti siamo anni che lo gridiamo!!!! Proprio perchè volevamo evitare aggressioni, morti, dolore… NON PARLO DEI CANI IN QUESTO MOMENTO!!! PARLO DEL BAMBINO!! Nessuno sta dicendo che tiene di più ai cani che a un essere umano! NESSUNO!!! E se ancora ci attaccate per questo… beh, allora mi viene proprio da pensare che NON AVETE ULTERIORI ARGOMENTI!
    Sono la prima a dire di agire per risolvere il problema… ma NON CON UN’ULTERIORE VIOLENZA!! E’ INCIVILTA’ e non risolve il problema!
    Questi cani verranno abbatutti e per qualche mese il problema sarà risolto, ma poi?? Altri cuccioli nasceranno, verranno abbandonati, cresceranno, formeranno dei nuovi branchi… e tutto ricomincia!
    PERCHE’ NON INIZIAMO A COMPORTARCI DA ESSERI UMANI E USIAMO IL CERVELLO!!!!!!!!!!
    Non diamo l’immagine: ITALIA = PAESE INCIVILE!
    E poi chiedere le dimissioni dell’On. Martini…. Altri complimenti!!! Se uno non segue la massa la soluzione anche qui è “eliminarlo”??? Ma dai!!!!!!!
    Dimostrate solo di averne paura… perchè sapete che ha ragione!!!! E ha ragione da vendere!!!!

  • Prima di tutto voglio dire che il post lasciato dal moderatore di questo “forum” è a dir poco primitivo e ridicolo. Si parla di sparare a vista, di soluzioni che dovevano essere prese, di uccidere esseri viventi e si insulta un gruppo tanto grande quanto importante come quello degli animalisti. Non mi meraviglio che nel nostro paese ci siano ancora persone ignoranti a questo modo e questo spiega appunto l’andamento generale dell’italia. Complimenti davvero per la semplicità in cui questo signore (gestore del sito) risolverebbe il problema del randagismo, indice questo che mi porta e pensare che del probolema questo signore ne sa davvero poco. Allora perchè parla? perchè scrive? si dedichio a qualche altra cosa, sicuramente risquoterebbe un miniomo di successo.
    Signori.. ecco il nostro paese che invece di scacciare i mosconi nella società si concentra sulle mosche, sull’apparenza e non sul contenuto. Ma si, da oggi risolviano i problemi del mondo in questo modo…spariamo a vista, a tutti! e poi insegnamo ai nostri figli che la guerra non è giusta!! vergogna!!

  • Lei si deve solo vergognare, ma vergognare tanto, tanto, tanto. Per diversi motivi. Ma anche perché, fra l’altro, in queste ore i cani addestrati dai volontari della Protezione civile stanno salvando vite umane. Stanno scavando come folli alla ricerca dei superstiti del terremoto in Abruzzo. Si vergogni!

  • Sento parlare di fascisti, di nazisti..
    Molto comodo disturbare le varie ideologie, mentre si fa strage delle vittime degli uomini.
    Molto comodo avere la poltrona calda e far la parte del saggio che sa cosa si deve fare: chiudere la bocca ai cani!
    Ha paura che facciano nomi, sig.Rienzi?
    Sono le vittime di quanti li hanno adottati e abbandonati.
    Sono le vittime di criminali sindaci affamarandagi.
    Lei non usa mangiare, signore?
    E quando ha fame non è che gliene freghi molto del fatto che vengano uccisi animali perchè lei se ne vuole nutrire.
    Io faccio lo stesso.
    E altrettanto fanno i cani.
    Con i soldi che vengono destinati alla risoluzione del loro randagismo, che questi cani vengano nutriti. Vengano consegnati nelle mani di persone di cuore che se li tengano in appositi spazi che le Province dovrebbero gratuitamente offrire loro.
    Ma se i soldi vengono intascati.. poi non serve dare la colpa ai cani.
    E alla Martini, l’unica che cerca di fare qualcosa di serio e di effettivamente risolutivo.
    La sua “soluzione finale” dovrebbe cambiare bersaglio.
    L’Ornitorinco!

  • Complimenti!! allora uccidiamo tutti gli animali…ho già sentito di
    pettirossi che hanno usato violenza contro l’uomo!! E’ ora di finirla di
    usare la strada + facile (in questo caso l’abbattimento dei cani) per non
    colpire i potenti! Mai sentito parlare di sterelizzare gli animali?? Sotto
    la S del vocabolario è spiegato bene cosa significa! anche l’uomo senza
    cibo e acqua reagisce in maniera spropositata! . Cosa è successo è solo la
    prova che per prendere delle decisioni si deve arrivare a punti
    estremi..Facile uccidere e punire chi non può reagire…invece romeni,
    marocchini, albanesi che struprano ed uccidono persone di continuo e non
    finiscono nemmeno in carcere grazie all’aiuto di abili avvocati saranno
    sempre liberi di continuare ad agire scorrettamente! Nessuno voleva la
    morte di un bambino ma non credo che nessuno sapesse della situazione di
    quei cani…solo che era meglio lasciar perdere…omertà…senno la mafia
    come fa a sopravvivere!!!! Ah dimenticavo…uccidiamo tutti gli esseri
    umani (donne e uomini) non si sa mai, potrebbero diventare degli assassini
    improvvisamente!!!!!!

  • Volevo ancora dire una cosa… a tutti quelli che credono di conoscere gli animalisti… e li giudicano!! Che credono che siamo dei fanatici che tengono di più agli animali che alle persone, che si farebbero in quattro per salvare un animale ma non muoverebbero un dito per una persona…
    Sig. Rienzi, sig. Lorenzo e sig. Remo… vi svelo un piccolo segreto: di solito (mai generalizzare) chi ama e RISPETTA gli animali, ama e rispetta anche gli uomini! Moltissimi animalisti si impegnano anche per aiutare l’uomo!
    Gli animalisti credono e lottano per LA VITA, per I PIU’ DEBOLI (quindi bambini, animali e altro ancora), per la VERITA’ e per la CIVILTA’!!!
    Perchè l’uomo PUO’ E DEVE migliorarsi!!!!!
    Io personalmente faccio molto anche per le persone…
    Quindi prima di giudicare a priori… assicuratevi di consocere!! Altrimenti passate solo per persone superficiali… sottolineo che non ho detto che lo siete, non sto cercando di insultare, ma mi sono sentita insultata ingiustamente, anche se non in prima persona, e mi sembrava il minimo ribattere!!

  • Mi spiace doverle comunicare che anch’io sostengo l’On. Martini, perchè chi ha sottovalutato la vita umana è stato colui che non è intervenuto quando era giusto farlo, è una morte annunciata, da anni fanatici animalisti (come lei ci definisce) segnalano alle autorità cani randagi, abbandonati, lasciati vagare nelle strade da tutte quelle brave persone che oggi gli sparano addosso, bell’esempio di civiltà !
    E anche se ci avete insultato, noi comprendiamo il vostro disagio e la vostra preoccupazione, perchè chi ama gli animali inevitabilmete ama gli umani e si prodiga per salvare gli uni e gli altri, chi invece è capace di tale ferocia nei confronti degli animali, difficilmente è capace di amore nei confronti degli altri abitanti di questo bellissimo mondo, che se il nostro BUON DIO ha popolato non solo di umani ma anche e soprattutto di animali ci sarà un motivo , o no???
    Grazie!

  • Mah…il CODACONS…questo sconosciuto..!!
    ci credo chepretende le dimissioni dell’onorevole Martini..
    Purtroppo il sottosegretario e’ della Lega Nord (che io personalmente non voto….anzi)
    Mentre il CODACONS…beh..sta da un’altra parte e si sa quale visto lo “sponsor” nascosto che ha.
    …che era la mia fino a poco tempo fa’!!!ERA !!!!
    Quindi..come al solito…devono criticare..senza mai fare nulla di concreto!
    Mi piacerebbe sapere cosa hanno fatto i ministri della salute, di qualsiasi colore e parte, venuti prima della Martini?
    Niente …ops no..hanno fatto la dicisione tra cani buoni e quelli cattivi!!
    Complimentoni…. veramente!!
    Invece di criticare…ANDATE A LAVORARE!
    Fate andare anche le mani..oltre che la lingua!!!

  • Caro dott. Rienzi
    premetto che la trovo simpatica e la stimo. Condivido quasi tutte le battaglie che porta avanti, dunque, essendo in disaccordo con lei, non la insulterò (se si sentirà offeso mi dispiace) ma le voglio spiegare le ragioni del perché lei per primo sbaglia a contrapporre le ragioni degli animalisti con le ragioni del bambino morto.
    E’ una discussione che non porta a niente, perché le vere responsabilità sono da cercare in chi ha omesso le proprie responsabilità e si è messo in tasca soldi.
    Non facciamo una discussione fra sordi!
    Forse è il momento che indirizzi la sua battaglia proprio verso i comuni inadempienti, gli enti locali che hanno rubato soldi a noi italiani, alla comunità europea, ai genitori del bambino ucciso.
    Non è sterminando cani e fomentando la violenza che la nostra povera italia potrà trovare un po’ di dignità.
    Saluti

  • Salve,

    scrivo perché sono allibita dalle sue dichiarazioni fatte a proposito del problema cani randagi nel sud Italia !!!

    La colpa della morte del bambino ucciso da alcuni cani randagi e il ferimento di altre persone e’ solo colpa delle istituzioni che non hanno fatto il loro dovere.
    La necessità sarebbe quella di bloccare in ogni modo tutti coloro che intendono sterminare i cani a fucilate o col veleno: oltre a non risolvere nulla, questo e’ un reato, e le istituzioni hanno il dovere di impedire questa barbarie ed occuparsi seriamente del problema del randagismo, mediante la sterilizzazione e la costruzione di canili, come prescritto dalla legge !!!

    Per colpa dell’uomo, dei poveri cani innocenti sono stati abbandonati a loro stessi ed ora dovrebbero continuare a pagare !!!

    Proprio voi che parlate di tutela, siete riusciti a fare affermazioni così superficiali e prive di sensibilità per le altre forme di vita oltre al “cittadino uomo”

    La saluto con grande delusione,

    Katia Bolognesi

    Grugliasco (TO)

  • Ogni animale va tutelato non in relazione al possesso, all’affetto o all’utile biologico ed economico della specie umana, ma proprio in quanto individuo, espressione di vita.

  • SE, e sottolineo il “se”, le autorità non avessero lasciato che i cani impazzissero letteralmente per la fame e gli stenti, SE si fossero presi le proprie responsabilità in quanto istituzioni e SE avessero provveduto a loro per come sarebbe stato giusto, lecito e civile, L’EPISODIO NON SAREBBE MAI SUCCESSO!!!
    I cani sono le prime vittime di un circolo vizioso d’indifferenza, disorganizzazione, incompetenza e disinteresse del sindaco e di tutti gli altri reali colpevoli, il piccolo Giuseppe è stata la seconda vittima, ma i responsabili sono sempre e solo le autorità che se ne sono bellamente lavate le mani e che ora vogliono “rimediare” sterminando e massacrando tutti i quadrupedi della Sicilia.
    La vergognosa reazione si commenta da sola. Tutti i siciliani che si sono armati di bastoni, oggetti vari di tortura e polpettine avvelenate sono esseri ignobili, ma non meno ignobili sono le autorutà che hanno avallato, fomentato e approvato questo comportamento a dir poco vergognoso!!!!
    Le autorità dovrebbero cercare di rimediare in modo giusto e soprattutto legale, non sobbillare tutti quanti contro i cani.

  • Ho già inviato questa mia lettera, ma non vedendola in questo forum, la invio nuovamente, aggiungendo qualche commento, per esempio riguardo l’indagine promossa dal codacons sui televoti che hanno cacciato dalla fattoria ( o non so bene da dove) corona, televoti o SMS che siano, che sono stati ipotizzati essere falsi.
    Mi dica allora, sui fondi pubblici stanziati per le sterilizzazioni, avete mai promosso iniziative?
    Non mi pare, ma probabilmente, in quel caso è meglio tacere? VERO?
    Per cio che riguarda la frase “..vale più la vita di un cane randagio o quella di un bambino,” beh si commenta da sola, e mi auguro per lei che non sia veramente sua! Si tratta di un tentaivo di portare dalla propria parte la fetta più ignorante e facilona della popolazione.Una bella operazione di populismo. Un po come dire, “……da domani togliamo tutte le tasse..” oppure “….con tutte le disgrazie che ci sono nel mondo tu ti occupi degli animali….” insomma è una soluzione semplicistica del problema, anzi più che semplicistica, direi ignorante. E come tale volta ad arrualare tra le fila dei suoi sostenitori gli ignoranti di tutta italia, che sono veramente molti. Per sua sfiga gli aniamlisti non sono (nella maggior parte dei casi) ne stupidi ne ignoranti.
    Per cio che riguarda poi l’ipotesi di istigazione a sparare agli animali o a farne violenza, beh sa, li c’è la legge (vedi zoo di 105) e speriamo che se sarà opportuno venga applicata in modo rigoroso.
    Passo ora a rispondere alla questione On. Francesca Martini.

    Trovo assurda la presa di posizione del Codacons, in special modo quando si riferisce all’abolizione da parte del Sottosegretario della lista nera delle razze pericolose.
    Ciò che ha fatto il Sottosegretario, è stato giusto, e anche tristemente premonitore. Mi spiego meglio. Cosa hanno a che fare le così dette “razze pericolose”, con il branco di meticci che hanno attaccato e ucciso/ferito delle persone? Assolutamente nulla quei cani non fanno parte di nessuna razza pericolosa, va da se l’eliminazione di quella lista, e l’istituzione di nuove direttive, sono due azioni di civiltà che l’On. Martini per la prima volta e per prima ha finalmente compiuto.
    In quanto a preoccuparsi solo dell’incolumità degli animali e non delle persone, mi pare decisamente una enorme stupidaggine! In quanto le due cose sono complementari e viaggiano di pari passo.
    E’ molto semplice scagliarsi ora contro un povero 65enne chiaramente non in grado di portare a termine in modo corretto il compito che qualcun altro gli ha opportunamente affidato, o è ancora più facile prendersela con dei randagi aggressivi e pericolosissimi (vedere il servizio di TG5 di 2 giorni fa, che ritrae le tremende fiere dietro le sbarre, o il povero cane claudicante in mezzo al pattume!), piuttosto che andare alla fonte del problema che sono le amministrazioni comunali.
    Una vita animale va difesa come quella di un uomo, è sempre una vita! Anzi mi sembra che in Italia i diritti dei delinquenti vengano largamente più difesi (e non parlo dei ladri di polli!)che non quelli di creature indifese che hanno la sola colpa di essere state abbandonate al loro destino.
    Sono pienamente in sintonia con il Sottosegretario quando dice che i randagi non vanno uccisi in modo indiscriminato, non fosse altro che per una ragione di civiltà, che passa anche dal rispetto degli animali non umani.
    Comunque sia anche solo per essere informati, non avete visto le televisioni o letto i giornali, a riguardo delle precise prese di posizione del Sottosegretario riguardo le protesi al seno, gli interventi di chirurgia estetica su minori ecc. ecc. E allora? Cosa dite in questo caso? Vi è forse sfuggito qualcosa? O vi fa comodo vedere solo alcune cose?
    Non ho idee politiche, la mia idea della politica, e che essa deve servire la gente, per potere migliorare il proprio paese, non mi importa se chi lo fa è di dx o di sx.Non mi risulta che prima di Francesca Martini nessuno abbia mai fatto nulla a riguardo, e quindi Signori del Codacons, prima di prendere certe posizioni, forse è meglio che pensiate un po di più a ciò che dite.
    A riguardo vi consiglio una frase di un certo Leonardo da Vinci. che diceva più o meno così: “….verrà un giorno che uomini come me considereranno l’uccisione di un animale alla stessa stregua dell’omicidio di una persona…..”
    Meditate prima di parlare

    Barbon Paolo
    Torino

  • Mi chiedo come il signor Carlo Rienzi possa essere tanto offuscato dal suo odio per i cani da non capire che il problema è a monte: gli animali sono solo l’ultimo anello di una catena di inadempienze politiche e sociali che chiamano in causa esclusivamente gli umani. Trovo vile la reazione di Rienzi, e anche ipocrita, quella ipocrisia insopportabile di chi si fa forte con i deboli e debole con i forti…

  • Egr. sig, Rienzi in queste re di lutto per l’Italia.. ha per caso “notato” l’aiuto che i cani stanno dando algi uomini per trovare i sopravvissuti alle macerie del terremoto in Puglia? Senta a me, lei come rappresentante dei consumatori ha perso la credibilità. Dia le dimissioni, dimostri almeno un pò di dignità.
    Saluti da una fanatica vera animalista!
    P.S. ma una battaglia sull’aumento dei prezzi no vero? Troppo impopolare verso i cari imprenditori di cui regge le gonnelle!!

  • perchè non spariamo anche ai cani che pisciano per strada, ai gatti che miagolano di notte, e perchè no, anche al vicino di casa che alza il volume dello stereo. Spariamo ammazziamo dai!

  • Certamente vale sia la vita di un bambino che la vita di un animale.
    i cani non si possono abbattere a prescindere.
    Le amministrazioni non hanno fatto il loro dovere.
    dove sono finiti i fondi destinati ai canil?

  • complimentoni!!! lei si che è avanti!!!! forse bisognerebbe prevenire piuttosto che curare, ma probibilmente è stato comodo a tutti risparmiare o incassare i soldi che servivano per ospitare nelle strutture idonee i cani randagi!!!!
    questa è l’Italia e mi ergogno di essere itlaiana e di appartenere alla stirpe umana…
    ho definito questa “la strage degli innocenti” il sud è terra macchiata di sangue

  • Gent.le Sig. Rienzi,
    non ha molto senso paragonare la vita di un essere umano a quella di un altro animale: si tratta in entrambi i casi di “vita” che in quanto tale va rispettata sempre e in tutti i modi! Spesso, invece, accade che discussioni sterili come questa deviino volutamente l’attenzione del pubblico dai veri problemi, che sono causati da cattiva amministrazione della cosa pubblica. Questo malcostume è un problema diffuso in tutta Italia, ma in particolar modo nelle regioni meridionali, con le situazioni di grave dissesto finanziario, corruzione, ecc. di cui ormai siamo tutti a conoscenza. Un plauso e tutto il mio sostegno vanno perciò al Sottosegretario Martini, che finalmente si sta occupando di una situazione immorale e di degrado cui mai nessun altro politico aveva messo mano prima d’ora. Quando si parla di tutela ambientale (e attualmente molti politici e giornalisti si riempiono la bocca di questo tema anche se non sanno bene di cosa parlano) non si allude soltanto ad aria, acqua, piante e fiori, ma anche al meraviglioso patrimonio animale che ci circonda, col quale dovremmo imparare a convivere in modo armonioso e rispettoso, anzichè solo abusarne o cacciarlo dalle nostre città, dalle nostre vite, come se non avesse diritto quanto noi di esistere. Si guardi intorno: cosa vede? Cemento, asfalto, automobili, smog. Poco verde e sempre più spesso nemmeno l’ombra di un cane, un gatto, un uccello a variare allegramente questi squallidi paesaggi; compagni di strada che i nostri bambini possano indicare, chiamare, accarezzare (come facevo io 35 anni fa senza alcun timore, seppure piccolina) … Se questa lei la chiama “vita”!

    Donatella Tizi – Fermo

  • Non avrei mai voluto vedere quella scena in tv di quel carabiniere che insegue un cane, dico una bestia indifesa, per sparargli.

    Vorrei sapere con quale qualifica un carabiniere che magari fino ad allora aveva rempito solo moduli di denunce in ufficio , debba sparare sotto psicosi collettiva a un cane presunto killer solo perchè è randagio e solo per consegnare il corpo del presunto bestia nera al pubblico televisivo.

    Gli unici che si interessano veramente del benessere di tutti sono quelli che si dedicano ai cani e tutte le associazioni che li SALVANO tutti i giorni

    I cani mangiano a sbafo ma ti fanno le feste e non pretendono nulla
    I politici mangiano a sbafo non ti si filano mai e pretendono lo stipendio e di fotterti!!!

  • Salve a tutti,
    io penso che quello che è successo in Sicilia sia un fatto grave, ma se tutto questo è successo è proprio colpa nostra cioè delle persone che abbandonano i cani e pensano che sono solo giocattoli!!!!!
    A me dispiace delle persone che sono morte ma il randagismo non dovrebbe più esistere se noi ci prendiamo le nostre responsabilità e lasciamo i cani in un canile attrezzato e non in mezzo la strada!!!!
    se questo è successo la colpa non è da dare ai cani e la vita di un cane è uguale a quella di un animale entrambi devono avere diritti!!!!
    arrivederci a tutti!!!
    vale!

  • sono felice di non aver rinnovato la tessera codacons ed ho anche messo tra gli indesiderabili le news da questa associazione;
    si vergogni profondamente del suo pensiero retrogrado che getta una luce diversa sulle azioni che porta avanti da anni;
    anche se si occupa di esseri umani e dei loro bisogni sociali come consumatori, lei è un vero egoista ed egocentrico;
    la invito formalmente ad una riflessione seria ed a vergognarsi come essere del Creato.

  • ma dico non sivergogna a dire certe cose? e saremo noi i fanatici? dia retta a me se qui c’è un fanatico, e anche pericoloso, si chiama carlo riensi, che pensa sia giusto risolvere i problemi sparando!!! non c’è da scegliere fra cani e bambini, o turisti innocenti, c’è da scegliere piuttosto fra persone civili che vogliono un paese giusto e democratico e infami che derubano la nostra terra, si arricchiscono con i nostri soldi e sono causa diretta della morte di bambini innocenti e dell’aggressione di turisti!!!
    è inutile rifarsela con i randagi, facciamo pagare i veri BASTARDI!
    oppure, se li difende tanto anche lei fa parte di quella miserevole e schifosa schiera, signor rienzi?!!!

  • Ehhhhhhh!!!!
    Devo constatare che, prutroppo, tanto scalpore aveva provocato il pezzo pubblicato (vale di più la vita di un cane randagio o quella di un bambino) a suo tempo sollevando lo sdegno le proteste gli insulti….
    E poi?
    E poi, partito l’esposto – dimostrazione, tra le altre cose già fatte, che c’è chi parla e chi le cose le fa – SPARITI TUTTI!!!
    Ma lo sapete che c’è?
    C’è che, neanche poi tanto in fondo, la verità è che si punta sempre il “dito” su chi dice “ehi! Guardate lì la valanga!!!” piuttosto che vedere la “valanga” e cercare o di scappare o di costruire qualcosa,,,,,
    Bravi, complimenti a tutti i critici e detrattori!!!!
    Tanto di cappello davanti a tanta onestà intellettuale nell’ammettere che, forse forse, avevate sbagliato!!
    Bravi!!
    Bravi!!
    Bravi!!
    Sempre di più
    INCAZZATO
    NERO

  • Egregio sig. Rienzi,quello che e successo ,e un fatto increscioso .Estato scritto ,e detto di tutto.I colpevoli secondo me sono due .In questo paese ,la tutela dei minori èaffidata achi esercita la patria potesta che deve vigilare sul minore.
    Secondo, le istituzioni,egli enti preposti alla lotta del randagismo amimale ,si perche c’è anche quello umano.Sig.Rienzi l’ho sempre seguita con una certa simpatia ,ma questa volta credo abbia “toppato”ma di che stiamo parlando?Mi ricorda quel sindaco veneto,che praticava la lotta alla prostitute, che andavano ad infrattarsi nel bosco,lui cosa ha fatto?Ha fatto radere al suolo il bosco.Lei lo stesso ,chiede di fare tabula rasa, dei cani randag.DI sto passo ,se c’è qualcuno che annega ,chi lo sa magari “prosciugare “il mare e via discorrendo.La prossima volta che esprime un giudizio,sia più sereno e razionale.Saluti

  • Ma finitela di pensare agli animali e pensate ad accudire i vostri simili che hanno bisogno di assistenza…. Io per colpa di un branco di bastardini ho dovuto fare l’antirabbica e non ho potuto usare la gamba per una settimana.
    Finitela col falso buonismo, un cane se ha fame e vi vede a terra ve se magna, non pensa alle “implicazioni sulla vita che è sacra”. Pensate a cose serie….E basta co sta moda del c….o dell’amico della natura, allora cominciate a camminare a piedi e non usate roba sintetica.

  • Certo fa un certo effetto, leggere i propri commenti a distanza di anni vero? io all’epoca di quei commenti avevo 16 o al massimo 17 anni… fa proprio uno strano effetto si! Io sento il dovere di scusarmi con tutti quelli con i quali sono stato duro, non capendo (forse non riuscivo a capire ero troppo giovane) le critiche che mi venivano mosse, e rispondevo con cattiveria! Adesso pero’ che sono passati diversi anni rileggendo quei commenti non mi riconosco in essi! chiedo umilmente scusa a tutti!
    Lorenzo Moretti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.