ESODO ESTIVO PIU’ SICURO GRAZIE AL CODACONS!

IL MINISTRO MATTEOLI VIETA LA CIRCOLAZIONE DEI TIR SULLE AUTOSTRADE NEI GIORNI DI INTENSO TRAFFICO  

 

 

Dopo 10 anni di ricorsi e controricorsi, abbiamo vinto la nostra battaglia in favore della sicurezza stradale. Nei giorni di intenso traffico, e già a partire da venerdì 22 luglio, i mezzi pesanti non potranno più circolare sulla rete autostradale italiana. L’importante novità porta la firma del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Altero Matteoli, che ieri ha emanato una circolare con la quale introduce le disposizioni del Tar del Lazio, dopo l’accoglimento di un nostro ricorso.A cadere nel nostro mirino era stato il calendario che disciplina la circolazione dei Tir, e  qualche settimana fa il Tar ci aveva dato ragione, riconoscendo la necessità di vietare il transito dei mezzi pesanti nei giorni antecedenti e successivi alle festività, quando cioè il traffico sulle autostrade è più intenso. Il Ministro Matteoli, attendendosi dunque alle disposizioni dei giudici, ha deciso di introdurre il divieto già a partire da venerdì 22 luglio, dalle ore 16 alle ore 24, divieto che va ad aggiungersi a quello già in vigore nelle giornate di sabato e di domenica. Le altre date stabilite dal Ministro sono le seguenti:– 26 agosto dalle ore 16 alle ore 24– 02 settembre dalle ore 16 alle ore 22– 09 settembre dalle ore 16 alle ore 22– 28 ottobre dalle ore 16 alle ore 22 

Si tratta di una importante vittoria del Codacons, che da 10 anni si batte perché vengano ampliate le limitazioni ai bisonti della strada. Finalmente la sicurezza stradale ha la meglio sul profitto, e grazie a questa clamorosa novità ora gli esodi degli automobilisti saranno più sicuri, e si potrà ridurre drasticamente il numero di incidenti e di morti sulle strade italiane.  

Ecco il provvedimento del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti!

3 Commenti

  • Sig. Carlo Rienzi,
    volevo ringraziarla per aver ottenuto questo grade risultato con il fermo dei mezzi pesanti così potrete andare tutti in ferie più felici.
    Già potrete perché in non posso visto che con questo fermo sarò costretto a vivere per 2 mesi dentro al mio tir o chiudere visto che il settore dell’autotrasporto si trova in una situazione di enorme disagio da anni!!!!
    Grazie per averci dato una mano a chiudere!!!
    Cordialmente

    Un trasportatore

  • Gentile Rienzi,
    onestamente non credo che l’aumento dei divieti di circolazione possa favorire la sicurezza stradale, anzi non fa altro che saturare le strade nei giorni in cui è possibile circolare.
    Sono pienamente d’accordo con Lei che la sicurezza stradale sia un valore assoluto da non poter essere messso in secondo piano rispetto al profitto, ma mi creda la limitazione della circolazione non è la chiave per la diminuzione degli incidenti. Non sono i Tir a provocare il maggior numero di morti sulle strade, al sito http://WWW.alboautotrasporto.it trova le statistiche che dimostrano la vera incidentalità.

    Oggi a tutela della sicurezza stradale e sociale esiste una normativa che impone per la circolazione stradale pesanti sanzioni per trasportatori, mittenti e proprietari della merce che fanno circolare automezzi al di sotto di costi minini di esercizio.
    Cordialità
    CR

  • Mi stupisce leggere solo due commenti a questo blog dato il putiferio che il summenzionato decreto ha scatenato in questi giorni. Comprendo che sia una vittoria dell’associazione ma davvero ritenete, oggi, che sia una scelta giusta? 5 giornate in più di fermo di mezzi pesanti che non portano i beni di prima necessità ma giusto quelli che vengono usate nelle industrie, negli stabilimenti, e in migliaia di altri casi, dato che in questo Paese l’alternativa al trasporto merci su strada è pressoché inesistente?
    Non avete fatto del bene né al Paese, né ai consumatori, credo io… ma spero di sbagliarmi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.