CONCORSO AGENZIA DELLE ENTRATE : ECCO LA DIFESA DELLA AGENZIA…COMMENTATE E REPLICATE. COMUNICHIAMO CHE E’ STATA FISSATA UDIENZA AL 17 OTTOBRE 2012 AL TAR DEL LAZIO DI ROMA SEZIONE SECONDA ORE 9,15

Come saprete domani si discuterà al Tar della legittimità del concorso dell’Agenzia delle Entrate: ho deciso così di pubblicare la memoria depositata in giudizio per sapere cosa ne pensate!

CLICCA QUI PER LEGGERE LA MEMORIA!

N.B.

ALL’UDIENZA DEL 12 SETTEMBRE U.S. E’ STATO DISPOSTO IL RINVIO PER DISCUTERE UNITAMENTE I DUE RICORSI DEPOSITATI E CONTRODEDURRE ALLA MEMORIA DELL’AVVOCATURA DELLO STATO!

Molti non hanno capito le ragioni del breve rinvio chiesto dal codacons anche se confesso doveva essere intutitivo…. quando l’avversario in un giudizio ti deposita tante argomentazioni a poche ore della decisione è assolutamente necessario replicare per iscritto e con calma se si vuole avere una chance di successo… ecco la ragione: ora potremo replicare e decidere quel ricorso insieme all’altro fatto per gli altri ricorrenti e replicare adeguatamente alla memoria della avvocatura dello stato saluti a tutti

CLICCATE QUI PER LEGGERE I RICORSI PRESENTATI

COMUNICHIAMO CHE E’ STATA FISSATA UDIENZA AL 17 OTTOBRE 2012 AL TAR DEL LAZIO DI ROMA SEZIONE SECONDA ORE 9,15

76 Commenti

  • Spero non sia vero che il codacons non ha la legittimità ad agire. Se fosse così, incomincierei a pensare che si è attivato solo per scopi pubblicitari, facendo perdere tempo prezioso a chi si sente preso in giro dalle modalità con cui si è svolta la prova.

    Domenico

  • La memoria è ben argomentata, ma bisognerebbe anche leggere il ricorso presentato da lei Avv. Rienzi!
    Inoltre non comprendo le scelte di un’istanza di rinvio.
    Ovviamento tutto si concluderà in una bolla di sapone l’AE non vuole perdere credibilità (anche se l’ha già persa non annullando in autotutela il concorso) per cui difficilmente il TAR annullerà questo concorso palesemente irregolare!

  • Ma se nello stesso giorno pubblicate sul blog che il il TAR deciderà il 12 sulla istanza di annullamento, e contemporaneamente andate al TAR a presentare istanza di rinvio……..mi sa tanto che avete le idee un po’ confuse su questa faccenda del concorso AE.

  • scusate, ma quale è il motivo per il quale è stata presentata istanza di rinvio?
    e per quale motivo ci ciedete un parere se poi chiedete il rinvio. Grazie fin d’ora per la risposta.

  • Ragazzi, che venga annullato in sicilia ci sta, ma in toscana o in calabria che il concorso è iniziato in anticipo perche dovrebbe essere annullato? io vi consiglio di trovarvi un lavoretto o un altro passatempo, tanto pure se l’annullano l’agenzia non fara mai piu concorsi con questa crisi. se l’annullassero credo che tutti coloro ( che hanno duramente studiato) che hanno superato la prova farebbero ricorso contro una sentenza che sarebbe per tanti davvero ingiusta… te fatica te

  • Si ma vorremmo sapere per quale motivo vengono presentati questi ricorsi…….qui si parla con il codacos. Per quale motivo il gorno in cui ci viene chiesto cosa ne pensiamo delle memorie dell’AE sul ricorso del codacons, lo stesso codacons presenta istanza di rinvio…..questa è la domanda in questa sede. o no?

  • pensate a tutte le persone che studiano da mesi per la seconda prova sapendo di questo ricorso, Già con il patema d’animo. Per via del ricorso. E poi ti chiedono il rinvio. Mha……..

  • scusate, senza polemiche, ma effettivamente, perchè ci chiedono un parere il 10 settmbre per poi presentare rinvio il giorno dopo? E’ successo qualcosa? Grazie a tutti.

  • Non riesco a capire perchè è stato cancellato, solo in alcune parti il nome della candidata che ha fatto ricorso quando è ben leggibile a pag. 12 e sl sito del tar.

    In merito al ricorso potete dirci cosa è stato deciso o a quando è stata fissata l’udienza?

  • Io sono un povero disgraziato che ha meritatamente passato la prima prova del concorso nella regione Veneto dopo mesi di studio e sacrifici e spese per arrivare in Veneto dalla Sardegna !!!
    Se anche possa esserci stata qualche irregolarità (noi non ne abbiamo visto sinceramente), mi chiedo se questo sia veramente e facilmente evitabile in un concorso dove avranno partecipato cento mila persone…
    La verità è che siamo in un paese del cavolo in cui i concorsi li passano anche i raccomandati, ma prima di fare tutto questo casino forse si doveva pensare ai possibili risvolti. Se annullassero il concorso passerebbe molto più tempo per rifare le prove piuttosto che per bandirne uno successivo (che ogni due anni più o meno fanno).
    Quello che fa davvero arrabbiare è che questo ricorso è stato presentato il 27/07/2012 ovviamente da chi??? Da chi non ha passato la prova !!! Così danneggiate solo chi ha meritato di passarlo e in questo il Codacons non è esente da colpe, dal momento che vengono prima di tutto i soldi e le quote associative !!! Che amarezza

  • si potrebbe mettere un bel link tipo……clicca e leggi il ricorso codacons? Grazie. Perchè pubblicate le momorie AE e non il ricorso codacons? Almeno così potremmo capire di cosa si parla. Grazie di nuovo. A presto.

  • Comunichiamo che a breve saranno pubblicati nell’articolo i 2 ricorsi presentati.
    Lo staff de “il blog del rompiscatole”

  • La memoria non mi sembra così convincente… certo bisognerebbe leggere il ricorso. La legittimazione dovrebbe derivare dalla tutela di propri associati utenti e consumatori (sono cittadini contribuenti e concorrenti). C’è una lesione diretta concreta e attuale (per interesse al buon andamento del concorso, per esclusione dal concorso svolto con modalità poco trasparenti, per spese di partecipazione). C’è stata una evidente violazione di standard di qualità. La domanda poi non credo sia generica pur non avendo letto il ricorso.

  • Da quello che si puo’ dedurre dalla memoria di controparte (AE) ben scritta ed argomentata…il ricorso è semplicemente pretestuoso…e privo di fondamento…..spero che il TAR non annulli nulla!!! è solo un’alibi di chi non ha superato la prova…e l’ennesima illusione fomentata da un’associazione che dovrebbe tutelare gli interessi di tutti i “consumatori” (i concorsisti sono consumatori???non lo sapevo)…e non solo di alcuni a scapito di altri!!Mah!

  • I cittadini ed i concorsisti sono consumatori, fruitori di servizi pubblici ed anche svolgere concorsi è un servizio… sbaglio?

  • Il Tar non annullerà nulla perchè lo riterrà semplicemente inammissibile.

    Riguardo i contenuti anche un estraneo alla materia capisce che è solo pretestuoso e nulla è provato, le argomentazioni del codacons desumibili dalla risposte dell’AE sono ridicole, sembrano le chiacchiere che si fanno al bar….certo se una persona si rivolge al codacons chiedendo di fargli ricorso essa lo fa.

    X avv. Rienzi e/o chi per lui mi sa dire a quando è stata fissata l’udienza?

  • questo ricorso è stata una buona occassione per sfruttare degli sprovveduti spillando loro le quote associative. io propongo ricorso contro il codacons

  • Per fortuna gli Avvocati dello Stato mediamente una preparazione spaventosa. Scommetto che quella memoria è stata scritta in 5 minuti.

  • Che pochezza, che vedo in giro: invece di prendervela con chi vi ha preso per i fondelli riuscite a sputare sentenze sul merito del ricorso; sollevare dubbi sulle finalità di una associazione; a metterne in dubbio il lavoro; la competenza; la professionalità.
    Quando, e chi si è rivolto ad un avvocato – come il sottoscritto – lo sa benissimo, per presentare ricorso i costi sono altissimi e le possibilità di successo inversamente proporzionali (ricordo come fosse ora quanto detto sui costi: “sono 2.500 euro di acconato oltre iva non so cosa altro e spese di giustizia, solo per la fase cautelare: con scarse chance di vittoria e rischio di condanna alle spese”).
    Roba che ancora mi tremano i polsi.
    Che pochezza…

  • Per

    NON CAPISCO
    ma se ti è stato detto poche chance di vittoria questo non ti fa sorgere il dubbio che non ci sono motivi validi per cui proporre ricorso?
    In quanto al merito del ricorso ti dico solo che non poteva essere mai un ottimo ricorso proprio perchè mancano alla fonte i motivi di illegitimità che nel ricorso si cerca di far venir fuori ma che nella realtà concreta, a mio avviso, è solo un pretesto di rammarico da parte di chi seppur per poco è rimasto fuori dalla seconda prova. Tutto qui e almeno una volta nella vita cerchiamo di essere sinceri almeno con noi stessi.

  • Bravo Avvocato! Ho letto i ricorsi! Forse andava segnalato che in alcune sedi di Roma e anche altrove alle 12 è già cominciata la prova e non solo ad Ancona.
    Mi dispiace solo che sicuramente per determinate pressioni il TAR difficilmente annullerà questo concorso. Qui davvero ci vorrebbe una sentenza esemplare e un procedimento disciplinare nei confronti di tutti quelli che sono stati impiegati dall’Ae l’8 giugno.

  • chiara,o forse bisognerebbe fare un sano mea culpa per il poco studio?
    alla fine nessuno ha sostituito la tua prova o quella dei ricorrenti.
    saluti

  • ragazzi, fatevene una ragione. Se ci sono dei ricorsi, fatti bene o male ce lo diranno poi, è perchè qualcosa non ha funzionato. vedi catania. E tutti sanno che oggi con le nuove tecnologie, vedi gli smart, le notizie viaggiano molto velocemente. Vediamo che dice il TAR. Gli argomenti da discutere sono molti. Chi ha presentato ricorso ha messo nomi e cognomi. Cioè ci ha messo la faccia. e se lo ha fatto un motivo sicuramente c’è.

  • beh ovvio che il ricorrente debba metterci la faccia,dato che su di lui incombe l’onere della prova,non sul resistente

  • Per
    LAWSON

    E’ proprio il fatto che non ci sono molte possibilità di vincere che dovrebbe farti “addrizzare” le antenne…invece….
    Cioè: in Italia se ci sono delle regole (e non vengono rispettate) non solo praticamente – v. solo i costi vivi per sostenere un processo – è antieconomico ricorrere. Ma anche se si percepisce l’ingiustizia si preferisce non fare nulla…perché non conviene!
    E allora fino a che non capiremo che alle volte, singolarmente, è davvero impossibile fare qualcosa di concreto (e mi riferisco allo stato attuale al far si che in futuro non accadano più certe porcate) e che solo “unendosi in gruppo” si può fare qualcosa beh! E’ meglio continuare a subire a testa bassa!
    Perché poi trovo assurdo criticare gli unici che, praticamente gratis, ti fanno un ricorso; danno risalto alla notizia.
    E cercano – con i ridicoli strumenti a disposizione – di tutelare tutta una categoria.
    Ma ti sembra giusto che abbiano partecipato – come sembra – dipendenti stessi di alcuni ufici? E non parliamo dei cellulari i-phone i-pad ecc ecc usati come se si fosse a casa? E le prove iniziate scaglionate?
    Ma un escluso avrà diritto a far ripetere una prova che non è avvenuta correttamente?
    Si o no?
    Rispondimi tu che hai superato la prova – e non metto in dubbio le tue capacità – senza però accampare la scusa che fa ricorso solo chei seppur di poco è rimasto fuori: grazie al c***o che se avessi passato l’esame che motivo avrei di farlo? Ma se non l’ho passato – a parte il rodimento di c***o – avrò il diritto di – perlomeno – provare a far sentire la mia voce? Senza dover pagare – minomo – 2.500 euro? O no? Ti prego rispondimi!

  • Ti reputo una persona intelligente e ti dico che se io o te avessimo visto qualcosa di illecito, io personalmente avrei fatto il casino e lo avrei fatto mettere a verbale se nè io e nè te abbiamo fatto questo è perchè semplicemente o perchè siamo fessi o non è successo nulla di illecito. Per quanto mi riguarda escludo la prima ipotesi.
    Riguardo le prove scaglionate c’è una giurisprudenza a riguardo che dice che la contemporaneità dell’ora non è da intendendersi in maniera perentoria.

    Questo ti serva da insegnamento che se c’è qualcosa come dici tu in Italia che non va è opportuno farlo presente subito e non a giochi fatti perchè altrimenti resta sempre solo ed esclusivamente un ricorso basato sul rammarico piuttosto che da motivi di effettiva lesione giuridica.

  • sottoscrivo quanto dice Lawson e il 10 ottobre avremo la sentenza del TAR.
    sarebbe buona cosa poi rispettarne l’esito,anche se avverso

  • Per LAWSON

    sono in parte d’accordo con te: il problema è che in sede di esame, si sarebbe dovuto:
    1) far verbalizzare ogni accadimento;
    2) richiedere l’intervento dei carabinieri.
    3) assumere il duplice ruolo di candidati-commissari.

    Il punto è che la “croce” va equamente ripartita tra:
    – candidati pecoroni-pronti a tutto pur di passare la prova (ma secondo te, io, in sede di esame in cui mi gioco la “vita” devo far verbalizzare quello che succede e poi in caso di persistente inerzia chiamare le forze dell’ordine…spesse volte propri i diretti interessati neanche si rendono conto della gravità di una situazione: per questo esistono dei termini per far valere i propri diritti, o no? Non siamo tutti avvocati, o no?);
    – commissioni completamente “assenti” (in primis il controllo della regolarità…);
    – assenza di sistemi di controllo effettivi e reali che non sono stati adottati (ad es. ma perché non si filmano le aule: si risolverebbero tutti i problemi).
    E questo, ripeto, senza nulla togliore a chi, sudando lacrime e sangue; studiando notte e giorno; ha meritatamente passato la prova.
    Ma quanti, mi domando, si trovano in quella situazione?
    Chissà come andrà a finire in procura (e non tanto al Tar).
    Anche se alle volte proprio il Giudice amministrativo è sorprendentemente innovativo e giusto.
    Io confido che, in ogni caso – e questo serva da insegnamento a tutti: il fatto che io e te non abbiamo visto nulla di illecito o irregolare non significa che se avessero ucciso qualcuno in quelle aule non sarebbe morto nessuno ma che io e te non siamo gli assassini. Ma il delitto c’è stato. O no? Anche senza la mia e la tua denuncia o testimonianza…- nessuno più si presenti agli esami sotto mentite spoglie; con i-phone; i-pad; fagiolo nell’orecchio ecc ecc.
    Questa si che sarebbe una vittoria…

  • Con i ricorsi, in passato, sono state eliminate molte anomalie delle norme lacunose che disciplinano i concorsi. Tipo, molti di quelli che scrivono non avrebbero potuto fare il concorso per limiti di età o di voto di laurea.
    Ora io dico, con le nuove tecnologie a disposizione, gli smartphone, avere notizie in tempo reale è semplicissimo. E quindi la contemporaneità dell’inizio della prova deve essere PERENTORIA E GRANTITA. Non importa se ci sono precedenti sentenze che dicano il contrario. I tempi cambiano e le norme devono adeguarsi. E’ stato sempre così e così sarà sempre. Vedere gente che usa il cellulare fino all’ultimo secondo o va al bagno o peggio esce a fumare la sigaretta fino a pochi minuti prima dell’inizio della prova lascia perplessi tutti. Vediamo cosa ne pensa il TAR. Il ricorso pone problematiche importanti.

  • infatti, il TAR deciderà chi ha ragione e chi no,ormai ci siamo quasi.
    personalmente,penso che il ricorso sia totalmente infondato e privo di logica

  • X NON CAPISCO

    Ma quando ci sarà la decisione del Tar? Sul sito giustizia mministrativa riporta ancora la data del 12 a quando è stata fissata l’udienza?

    Vedi che l’ammetti pure tu che non hai visto nulla di irregolare?

  • Lawson, le irregolarità le abbiamo viste tutti. La prossima volta staremo molto più attenti a segnalare tempestivamente tali irregolarità. Come a Catania. Devono eliminare la possibilità di introdurre telefoni cellulari in sede di concorso. Niente telefoni spenti sul banco…..chi tira fuori un cellulare o un libro in sede di concorso….FUORI. Con gli smart ormai hai tutto in tempo reale. Non si possono più tollerare orari diversi di inizio delle prove (stiamo parlando di ore non di minuti) tra una sede e l’altra. L’inizio deve essere contemporaneo in tutte le sedi. Questo quando i quiz sono gli stessi per tutti in tutto il Paese. E basta gente che legge libri di teso, esce per andare al bagno o FUMARE LA SIGARETTA fino all’ultimo secondo. Non se ne può più. Poi vi lamentate che qualcuno legittimamente fa ricorso…..

  • io non ho visto queste irregolarità,tanto che nessuno al momento le ha fatte verbalizzare.
    a posteriori,sembra un estremo tentativo di poter rifare la prova.

  • Per
    LAWSON

    Non so a quando è stata rinviata l’udienza: basta controllare sul sito di giustizia amministrativa periodicamente.

    Però continuo a pensare che, anche se non non visto, ad es. chi ha ucciso una persona; chi ha frodato il fisco; chi ha “barato” ad un concorso, magari con la compiacenza di chi, magari, avrebbe dovuto controllare…; ecc ecc

    Insomma: certe cose – se successe: e questo penso sia incontestabile salvo un delirio collettivo per il concorso alla agenzia…- vadano in primis sanzionate (in varie e gradate forme), sempre che lo consenta la legge – e questo può essere un paradosso ma non sempre: dipende dal tipo di irregolarità; certi vizi sono mere formali irregolarità; altri no; per alcune i legittimati sono i primi esclusi; per altre no; ecc ecc – e, buona prassi sarebbe specie per una PA disporre in via di autotutela un qualcosa che vada a ridare legalità e legittimità a un concorso che, così come è avvenuto, è indiscutibile che sia una farsa (specie per quelli che meritatamente hanno superato la prova).

    E’ un gran casino però così oggi in Italia siamo ridicoli!

  • Il punto non è se si è passati o no alla prima prova, il punto è che cavolate ne sono state fatte e tante! Per cui è giusto il ricorso, giusto che si segnali, giusto che l’Ae si renda conto di aver sbagliato. Il TAR le potrà dare ragione o torto, ma di sicuro ai prossimi concorsi sarà più vigile e non manderà personale così poco esperto e distratto e in questo almeno i candidati saranno più garantiti!

  • L’avvocato dello stato dice che non bisogna creare precedenti perchè altrimenti si annullerebbero anche altri concorsi… invece il precedente è necessario! Basta concorsi fatti così… era sufficiente una domanda conosciuta per fare la differenza. Questo concorso è stato gestito malissimo ed è stato incontrollabile, è’ evidente. E’ giusto che si rifaccia e chi ne è responsabile paghi!
    Se il TAR afferma che quanto è successo è regolare per me è scandaloso.

  • Ma magari creassero questi precedenti. Almeno finiremmo con i soliti furbetti che poi devi anche dimostrare che esistono. niente telefonici niente libri. Ci vuole poco. C’è gente che è entrata con il telefonino???….annulliamo tutto.

  • I cellulari con batteria devono avere la batteria staccata. Ok. Quelli per i quali la batteria non può essere staccata giarati sul tavolo e spenti. Ma come fai a sapere che uno smart girato sul tavolo sia spento e non stia invece scaricando eventuali informazioni relative a quiz da candidati che avevano già concluso la prova in altre sedi…..questo sempre in relazione al fatto che l’inizio contemporaneo della prova non ha importanza,,,,,anche se passano ore da una seda all’altra….Ma per favore…
    Sono proprio curioso/a di vedere quante persone, e saranno tantissime, che non passeranno la seconda prova, in seguito riterranno le argomentazioni sopra esposte dai diversi interventi…..scusanti per rifare la prima prova. Il ricorso del CODACOS pone degli interrogativi molto importanti.

  • Purtroppo il ricorso è ben fatto e nella memoria mi sembra si arrampichino sugli specchi .Mi sa che non studio più per la seconda prova.

  • a me sembra il contrario: ovvero che nel ricorso ci si arrampichi un bel po’ sugli specchi e che la memoria sia invece impeccabile.
    meglio studiare per la seconda prova a mio avviso!

  • Ma come si può considerare regolare un concorso in cui prima delle prove c’è stata la divulgazione dei quiz? Conta solo questo.
    Il problema è: se si ammette che le prove possano svolgersi in orari diversi come si garantisce la segretezza dei quiz? Si fa si che da quando inizia la prima sede i cellulari delle altre siano spenti finchè si finisce, non ci vuole un genio…
    A chi dice che bisognerebbe annullare le prove di chi aveva il cellulare acceso? Ma ce l’avevano TUTTI acceso e la commissione ci ha autorizzato, così come ha permesso che entrassero estranei ecc., non si è preoccupata di niente… incompetenti o ingenui???? Comunque incapaci!
    Non capisco perchè solo al prossimo concorso dovranno essere più attenti se si riconosce che hanno sbagliato.

  • è regolare perchè la giurisprudenza non si è espressa sulla contemporaneità o meno e prove di fughe di notizie non ve ne sono.
    se poi qualcuno ha avuto i quiz prima,deve essere punito,annullare tutto non serve a nulla.
    che poi qualcuno non voglia rassegnarsi a non aver superato la prova,è un altro discorso

  • Spero che se il ricorso non dovesse essere accolto, almeno per la seconda prova, all’entrata delle aule vengano affissi dei bei cartelloni in cui si spieghi chiaramente che NON SONO AMMESSI CELLULARI O LIBRI DI ALCUN TIPO. chi verrà trovato con il cellulare o un libro verrà immediatamente allontanato dall’aula.
    Che senso ha metterli spenti sul tavolo quando poi non si può sapere se effettivamente sono spenti……e se passa un’ora tra l’inizio della prova da una sede all’altra che ci vuole a fare una foto ai quiz e inviarla a qualcuno o peggio pubblicarla in rete……poi vai al bagno e leggi. con un’ora di tempo fai in tempo a studiarti tutto il questionario e navigando trovare le risposte ai quesiti che non sai. Volendo.
    E se anche fosse vero che tutto ciò non è accaduto….basta la sola possibiità che accada per rendere nulla la prova. Secondo me.

  • Non c’è prova della fuga di notizie? C’erano alcuni quiz su internet durante le prove… e nei forum il giorno dopo c’erano tutte le domande! E poi ci sono le testimonianze che lo provano…

  • il concorso a mio avviso è da annulllare e rifare senza cellulari e con il sedere attaccato alla sedia fino alla fine della prova concorsuale, perchè dove l’ho fatto io (Firenze) era pieno di ragazzi con i cellulari più tecnologici sempre accesi e con i libri appoggiati sulle gambe (sotto il banco) e nessuno si apprestava a controllare..La cosa più eclatante, a mio avviso, è stata che ci hanno permesso di farci portare a casa il foglio con le domande oggetto della prova, quindi è stato molto più facile mandare via sms le risposte del test alle altre regioni.

  • queste irregolarità non vanno supposte,ma dimostrate,sennò resta aria fritta.
    alla fine il ricorso è basato solo su supposizioni ma zero prove concrete,direi che l’esito è scontato

  • Lasciate perdere questi ricorsi, tanto non verrà annullato un bel niente!! Sono solo supposizioni ma di prove concrete non ce ne sono. Mi meraviglio del CODACONS che pur di battere cassa mette su ricorsi che non hanno nessuna speranza di essere accolti, alla faccia della tutela dei cittadini!!! Quanto ai signori che si sentono truffati (ma solo dopo aver saputo di non aver superato la prova …. guarda tu il caso!) voglio dire una cosa:

    O siete persone che il giorno della prova hanno visto con i loro occhi delle irregolarità ma sono state zitte per convenienza nel caso in cui avessero superato la prova, e già questo la dice lunga! O siete persone che il giorno della prova non hanno visto un bel nulla ma vi aggregate alla massa sperando di guadagnarci qualcosa. Vi commentate da soli!

  • Ho letto il ricorso presentato dal Codacons. Direi che è a dir poco ridicolo!!! Si basa su motivazioni pretestuose che non hano nulla a che fare con la realtà dei fatti!! E’ una battaglia persa in partenza, la memoria dell’Avvocatura dello Stato è al contrario perfetta e completa e non lascia spazio ad alcuna possibilità che il ricorso possa essere accolto. Quello che mi lascia perplessa è il fatto di aver presentato un ricorso del genere chiedendo l’annullamento dell’intero concorso a livello nazionale con il risultato prospettato dallo stesso codacons di ripetere il tutto con un inutile esborso economico a carico dei contribuenti e con il rischio concreto di far saltare definitivamene tutta la procedura in quanto, in caso di annullamento, chi ha superato la prova presenterebbe a sua volta ricorsi su ricorsi chiedendo anche il risarcimento del danno con l’ennesimo esborso economico a carico dello Stato e di noi tutti cittadini. Si creerebbe una spirale che avrebbe come unico risultato lo sperpero di denaro pubblico e di togliere la possibilità di lavorare a chi ha studiato e creduto in questo concorso. VERGOGNA!!!

  • I ricorsi presentati non credo proprio saranno gli ultimi bensì solo i primi…In sicilia è stata annullata solo la prova svoltasi a Catania ma non quella svolta a Palermo, dunque i candidati siciliani si confrontano su due prove diverse svolte a ben 4 mesi di distanza…assurdo!! Il requisito del bando prova unica a livello nazionale è stato del tutto disatteso….Vedrete cosa accadrà non appena usciranno le graduatorie definitive della Sicilia!!

  • infatti la domanda è cosa succederà in sicilia……apriranno i faldoni con le prove sostenute a palermo l’8 giugno per rimescolarle con quelle sostenute oggi….cestineranno quelle dell’8 giugno per sostituirle con quelle di oggi….non si capisce più niente. E tutto questo per 25 posti. Mhaaa….

  • poi un’altra cosa, ma i catanesi di oggi sono gli stessi che si sono presentati l’8 giugno oppure hanno svolto la prova anche coloro i quali l’8 giugno non si son presentati affatto? Perchè siccome si parla di candidati già convocati l’8 giugno….se per ipotesi oggi avessero sostenuto la prova persone che l’8 giugno non si sono presentate…a mio pare questa E’ UNA VERA DISPARITA’ DI TRATTAMENTEO che favorisce persone che non essendosi presentate l’8 giugno hanno avuto oggi una seconda chance rispettoa tutti gli altri. E non esiste al mondo una cosa del genere!!!!!!!!!!

  • in effetti, il meccanismo è semplice….se non sei preparato per la prova il giorno stabilito…basta fare un poco di casino e hai 4 mesi in più per prepararti. Vabbè…..

  • Almeno in Sicilia il concorso dovrebbe essere annullato; non è giusto che ci suia una graduatoria unica con due selezioni completamente diverse!

  • LAWSON, il 14 settembre ci hai spiega che:
    Il Tar non annullerà nulla perchè lo riterrà semplicemente inammissibile.

    Riguardo i contenuti anche un estraneo alla materia capisce che è solo pretestuoso e nulla è provato, le argomentazioni del codacons desumibili dalla risposte dell’AE sono ridicole, sembrano le chiacchiere che si fanno al bar….certo se una persona si rivolge al codacons chiedendo di fargli ricorso essa lo…..
    Firmato Lawson. O sbaglio?

    Che te ne fai della memoria presentata il 10? Tanto è tutto……vedi sopra quanto scritto da te.

  • Per Eritrea,

    cultura personale eritrea, anche se sono in disaccordo con il pensiero altrui non smetterò mai di leggerlo…..in pratica non posso essere daccordo con te ma difenderò sempre il tuo diritto di parola…..saluti!

  • E il pensiero altrui lo difendi definendolo pretestuoso e ridicolo? La verità, eviedentemente, e che se anche dite che il ricorso è infondato…..alla fine avete capito anche voi che ci sono delle motivazioni serie. E avete paura che questo possa avere delle conseguenze. Stiamo a vedere che tanto il 17 è vicino.

  • Avevo detto che difendo il tuo diritto di parola, ma essendo in disaccordo lo definisco pretestuoso….comunque ribadisco la mia richiesta di poter leggere la memoria depositata il 10, se è possibile!

  • Egr. Avv. Carlo Rienzi, prima di leggere il ricorso da Voi presentato contro l’Agenzia delle Entrate, avevo una grande stima del “codacons”, immaginandolo come un’associazione che difende interessi legittimi dei consumatori e diritti di utenti in genere. Ma, dopo aver letto il ricorso, che, sostanzialmente si va a scagliare contro gli interessi legittimi di ragazzi che hanno studiato notte e giorno per raggiungere un punteggio che consentisse di superare la prima prova e consentire di sperare in un posto di lavoro, ho capito che il “codacons” va a favore di persone che, nel caso di specie, non hanno studiato per niente, non hanno raggiunto il benchè minimo punteggio per accedere alle prove successive e hanno l’unico interesse che è quello di creare confusione. Pertanto se dovessi attribuire un punteggio oggi al codacons non potrebbe essere che ZERO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.