NON PERDETE LA PUNTATA DI DOMENICA 25 APRILE DE “I CONSIGLI DELL’AV. RIENZI” IN ONDA SU RAI UNO NELLA TRASMISSIONE UNO MATTINA WEEKEND…PERCHE’ CI SARA’ ANCHE UNA BELLA NOTIZIA PER MOLTI PENSIONATI…!!!

Nella prossima puntata del 25 aprile alle ore 7e20 circa vi darò dei consigli per affrontare la dura “vita da pensionati” e scoprirete:

come evitare file alla posta e farvi accreditare, gratuitamente, la pensione sul vostro conto;

che è possibile stipulare un’assicurazione gratuita contro il furto di contante. La pensione prelevata presso gli uffici postali o presso gli sportelli automatici (sia postali sia bancari) è coperta, nelle due ore successive, da un’assicurazione gratuita contro il furto fino ad un massimo di 700 euro;

esiste una indennità integrativa speciale;

come evitare le, ormai sempre più frequenti, truffe agli anziani;

come beneficiare dei vari sconti di cui godono i pensionati (entrata gratuita nei musei, sconti nel settore dei trasporti, farmaci…..);

..e una bella notizia per i pensionati dell’INPDAP

E allora seguite la puntata alle 7e20 circa di domenica su Rai uno…

E segnalate qui le vostre esperienze

56 Commenti

  • ma è proprio vera la notizia sul riconoscimento dell’indennità integrativa per noi titolari di pensione di riversibilità??
    se così fosse sarebbe una grande vittoria!!! lo spero tanto!!!
    io sono rimasta vedova nel dicembre del 1986 ho i requisiti per rientrare nel riconoscimento??
    lunedì mattina mi metterò subito in contatto con il numero verde per capire meglio anche a proposito della raccomandata da spedire all’Inpdap.
    Per il momento GRAZIE!!!!
    Ho appreso la notizia da Lei Avv. Rienzi a STRISCIA!!!!

  • caro avvocato ho saputo la bellissina notizia tramite striscia domani vedrò con piacere il suo intervento su rai uno su come procedere per il rimborso di totale indennità vesro mia madre rimasta vedova nel 1999 ricevendo solo il 60% della pensine di mio padre..sarebbe una bellissima cosa verso gli anziani che vivono di una pensione che non basta neanche per pagare le tasse allo stato…già mia madre gli era stata tolta la sua pensione di invalidità al compimento del 65esimo anno convertitale in pensione sociale …non mi sono mai informata se ciò era giusto o sbagliato..spero in un suo riscontro e le auguro una buona girnata per domani giono della liberazione

  • gentile avvocato, mia madre e’ vedova dal 2006, mio papa’ era dipendente del ministero dei beni culturali, posso fare questa richiesta per lei? la ringrazio fin d’ora.

  • ho sentito la notizia su striscia la notizia, Le chiedo perchè sono i pensionati dell’INPDAP e non tutti. Qual’e la differenza

    la ringrazio fin d’ora

    katia vitale

  • Egregio avvocato, sono vedova di un maresciallo dei carabinieri dal 8.9.1991 vorrei sapere per cortesia se il mio caso rientra anche in questa bella notizia che Lei ha comunicato. Percepisco il 60% della pensione di reversibilità suddivisa nel seguente modo: 40% per me e il 20% a mia figlia disabile.
    Tempo fa interpellai l’INPDAP che mi disse che non mi spettava niente di più.
    Le sarò infinitamente grata se vorrà darmi un aiuto per questa situazione poichè agli sportelli trovo solo porte in faccia e pochi chiarimenti.
    Per ora la saluto cordialmente.

  • Gent.le Avvocato Rienzi, mi chiamo Rinaldo Fornero sono pensionato INPDAP (pensione di reversibilità) dal 1991, ho seguito la sua intervista sul canale 5 (striscia la notizia) , su indennità integrativa , purtroppo non sapevo del suo intervento a uno mattina il 25/4/10 alle 7,20, così non ho potuto conoscere a fondo la notizia . Io vivo al momento nella rep.Ceca dove riesco a sopravvivere. Sarebbe così gentile di chiarirmi la situazione ed indicarmi il modo di procedere per ottenerla? La ringrazio infinitamente . Cordiali saluti Rinaldo

  • Gent.le Avv. Rienzi, io seguo sempre i suoi consigli su UnoMattina Rai 1 e non ho capito bene il discorso dei pensionati INPDAP stamane 25/04/2010. Sono una pensionata con pensione INPDAPdi reversibilità da mio marito dal 01/11/2003. Lui è deceduto nel 2003 ma era pensionato INPDAP sin dal 01/01/1984. Cosa devo fare per entrare anch’io in questo beneficio. Prego rispondermi sull ‘E-mail di mia figlia che è più esperta e mi può instaurare lei la pratica. Ma ho sentito che bisogna fare subito anche una raccomandata all’INPDAP. Mi ragguagli anche su questo. Grazie per tutto quello che fa per noi poveri pensionati sia umanamente che venalmente per renderci questi ultimi tempi di residenza su “Madre Terra” più accettabili e perchè no più gioiosi!!!!
    Cordialmente Sig.ra Antonetta.

  • Gentile avvocato ho appreso la notizia riguardante l’indennità integrativa speciale delle pensioni INPDAP. Ho la pensione di reversibilità dal 1998,volevo chiederle se anch’io ho diritto alla doppia indennità in quanto sono attualmente dipendente statale.
    La ringrazio e cordialmente la saluto, Rosanna.

  • Egregio avvocato,
    sono venuto a conoscenza del servizio che è andato in onda su striscia, ho subito dato un’occhiata sul suo sito e su quello di striscia ma non sono riuscito a comprendere se il nostro caso possa rientrare.
    Io sono figlio di un’ ex dipendente comunale che purtroppo è deceduto meno di un mese fa, in questi giorni con mio fratello ci siamo rivolti ad un patronato per la reversibilità e qui ci hanno detto che a mia madre spetta il 60%, dopo quello che ha annunciato nel servizio cambierà la situazione anche per mamma? Grazie 1000 per tutto quello che fa per noi cittadini !!

  • Preg.mo Avvocato; mia mamma con pensione minima INPS gode anche della reversibilità INPDAP da Giugno 1994 di mio padre. Vorrei conoscere tutte le azioni da fare per riavere la parte di IIS decurtata. Accolga i miei più cordiali saluti e ringraziamenti.

  • Ho sentito nella puntata di Striscia la notizia che i pensionati INPDAP potranno fare ricorso per la pensione di reversibilità. Ma per i pensionati INPS? Possibile ci siano sempre disparità in Italia? La ringrazio sin da ora se sarà così gentile da darmi una risposta. Giuseppe Piccoli

  • Gentile Avvocato Rienzi,
    ho appreso per caso del ricorso per la pensione di reversibilità e le scrivo a nome di mia madre, che è rimasta vedova nel 2000 e percepisce ca. il 60% della pensione di mio padre (che era un ferroviere), tenga presente che mia madre, in quanto casalinga, non percepiva alcun altro tipo di pensione, volevo ora sapere se rientra anche lei nella casistica in questione? Ringraziandola per l’attenzione e per l’eventuale risposta le invio i più cordiali saluti.
    Nunzio Gasperini

  • Gentile avvocato ho appreso la notizia riguardante l’indennità integrativa speciale delle pensioni INPDAP. Mia madre, vedova, percepisce la pensione di reversibilità di mio padre dal Giugno del 2000 oltre alla propria pensione INPS. Volevo gentilmente sapere se rientra anche lei nella casistica in questione.
    GRAZIE
    M. Teresa

  • Gentile Avvocato,
    ho visto la trasmissione del 25 aprile su Rai Uno e l’intervista di Striscia la Notizia, vorrei avere maggiori informazioni circa la richiesta all’INPDAP dell’indennità integrativa speciale spettante alle vedove di dipendenti statali. Potrebbe gentilmente indicarmi il numero verde da contattare e il modulo per la richiesta?
    La ringrazio
    Fassero Giovanna

  • Gentile avv. Rienzi.
    ho letto la sua bella iniziativa rispetto ai Pensionati INPDAP.

    Le scrivo poichè mia madre, vedova, percepisce da novembre 2007 il 60% della pensione di mio padre, ex dipendente ENEL.
    Mia madre, essendo casalinga, non ha mai percepito una sua pensione per cui attualmente vive con la sola pensione di reversibilità.

    E’ possibile fare una battaglia anche per i pensionati INPS oltre a quelli INPDAP, di modo che anche loro possano avere il 100% della pensione?

    La ringrazio.

    Attendo una sua gradita risposta.

    Gaetano Marino

  • Gentile Avvocato, purtroppo attualmente, nessuna decisione recente da parte della Corte Costituzionale risulta favorevole riguardante la corresponsione dell’indennità integrativa speciale in favore dei pensionati inpdap (io sono già in causa con l’ente da 4 anni), e tutti i ricorsi attualmente in atto puntualmente vengono respinti. Presumo quindi che nessuna class action in merito serva a risolvere questo problema.

  • Gent.mo avv.to Rienzi,
    innanzitutto grazie per la notizia che anche noi abbiamo appreso attraverso Striscia. E’ solo grazie a pesone come Lei che noi, poveri comuni, riusciamo ad avere notizie di questo genere….. Anch’io farò domanda per conto di mia madre vedova dal 1985. Mio padre era impiegato statale per questo mia madre percepisce la pensione di reversibilità. Non riesco ad aprire il modulo da compilare. L’altro giorno ho provato ad inviarlo ma non avevo tutti i dati richiesti a disposizione.
    Approfitto anche per esporre un problema: quesi subito dopo la morte di mio padre è stata fatta la richiesta di “morte per causa di servizio” (avendo comunque mio padre cambiato mansione ed orari di lavoro…..). E’ possibile che a distanza di 25 anni non si riesce ad avere una risposta???? grazie mille

  • Gent.mo avv. Rienzi,
    nel 1982 mio padre, che era marescilallo della guardia di finanza, e deceduto con all’attivo quasi 30 anni di servizio (all’epoca prestava ancora servizio).Da allora mia madre, che non aveva altra fonte di sostentamento, percepisce la pensione di reversibilità che costituisce anche attualmente la sua unica fonte di reddito.
    Ha diritto a richiedere l’indennità integrativa?
    RingraziandoLa fin d’ora per il suo prezioso impegno a favore dei cittadini, Le porgo i miei cordiali e sinceri auguri.
    Rosa Malerba

  • Egregio Avv. Rienzi,
    a seguito della puntata di Striscia la Notizia, riguardante la possibilità di trasformare la reversibilità dal 60% al 100%, per le vedove di pensionati INPDAP, abbiamo cercato di contattare il numero verde 800120444 ma senza alcun risultato.
    Ho così preso l’iniziativa di inviarle questa email per sapere quali sono i passi da fare per l’ottenimento dell’onteri importo della pensione di mio padre (deceduto ad ottobre 2010).
    In attesa di informazioni
    Le invio distinti saluti

    Deborah Bracco

  • Egregio Avv. Rienzi .in merito alla riversibilità pensionistica ,le scrivo x mia madre che ha 88anni ed è vedova di medico condotto dal 1975, percepisce una pensione di € 800/50 circa.
    In merito alla sua notizia su una eventuale integrazione,mi sono recata alla sede provinciale inpadap, che all’oscuro di tutto,mi ha chesto di portarle le stampe degli articoli sull’argomento, evidenziate in internet.”non commento”
    domani porto le stampe.
    Che cosa devo fare per acellerare i tempi di un eventuale rimborso ,vista l’età di mia madre ora affiancata ad una “assistente badante” che costa € 850 mensili supportate da me e mia sorella?
    INPDAP DI VICENZA ,DAVVERO NON NE SA NULLA ? O FINGONO PER EVITARE I RIMBORSI,RIMBORSI CHE DA COME HO CAPITO SONO GIA’ STATI STANZIATI?
    Grazie1000 x la cortesia e per la vostra organizzazione ,che sempre arriva un passo avanti alle altre.
    Maria Chiara Rodeghiero

  • gentile avvocato Rienzi…. le sarei grato se mi rispondesse al mio indirizzo email per dirmi se a mia madre, rimasta vedova nel 2005 mese di settembre… le spetterebbe la pensione per intero decurtata del 40 per cento.Da premettere che mio padre ha lavorato nell’industria metalmeccanica e non era statale…però penso che sarebbe giusto anche per loro ricevere il giusto anche se sono serviti da inps e non da altri enti! Spero mi risponda e nell’attesa la saluto cordialmente! … giuseppina circhirillo

  • gentile avvocato, mia madre che è pensionata inps mi parlava di un ricorso fattibile per percepire l’intera pensione e non solo la reversibilità che ormai percepisce da 20 anni come vedova, leggendo un po mi pare di capire che riguardi solo l’inpdap o c’è qualche possibilità anche per lei? la ringrazion infinitamente se vorrà rispondermi. saluti.

  • Buona sera stavo leggendo sono interessata a tale argomento mia suocera percepisce la pensione inpedap dal 1995 mio suocero è morto nel 2001 e da allora percepisce solo parte della pensione. Ora potrebbe percepirla tutta? Ho capito male fporse? Potrebbe chiarirmi la situazione:
    L a ringrazio molto.

  • buonasera avvocato,le scrivo per chiederle, mia madre vedova dal 29.07.2006, oggi percepisce la pensione di reversibilità. Mio padre, lavorava nelle ferrovie della calabria.quello che volevo chiederle, lei rientra in tutto questo?la ringrazio anticipatamente, e mi scuso se sono stato sintetico e forse poco chiaro.rimango in attesa di una sua risposta se riterra opportuno.un GRAZIE per COME VI PRODIGATE NEI RIGUARDI DELLE PERSONE che vivono con una misera DI pensione UN CALOROSO SALUTO DA MASSIMO E DALLA MIA CARA MAMMA CRISTINA.

  • mia madre e’ rimasta vedova il 1042008 e percepisce il 60% della pensione di mio papa’ dipendente pubblico. Rientra in tutto questo? La ringrazio anticipatamente , in attesa di una sua risposta .

  • Gentilissimo Avv.,mia madre è rimasta vedova nel luglio del 1991 e percepisce il 60% della pensione di reversibilita di mio padre,all’epoca dei fatti mio padre era un dipendente del ministero dell’interno. Spero che sia tutto vero e che vada tutto a buon fine sia per mia madre che per il resto dei pensionati italiani ai quali farebbe comodo avere qualche euro in piu’ per poter arrivare a fine mese. Grazie e spero di risentirla presto.

  • Gentilissimo Avv. mia madre è rimasta vedova nel 1998 e percepisce il 60% della pensione di mio padre ex dipendente della Guardia di Finanza. Quello che volevo sapere è se rientra anche lei in tutto questo e fino quando ha il tempo per fare la richiesta. Grazie di tutto in anticipo….

  • Gentilissimo AVV . mia madre è rimasta vedova nel novembre del 1999 , mio padre era un ferroviere da poco pensionato inpdap . mia madre percepisce la pensione di reversibilita del 60% . Le sarei grata se mi dicesse cosa devo fare e a chi mi devo rivolgere per presentare la domanda e soprattutto se questa legge esiste davvero . mia madre è una donna malata , sarebbero veramente necessari questi soldi per curarsi meglio , visto che non ha nessun altro reddito. La ringrazio anticipatamente . luisa angiolini

  • gent.mo avv. Rienzi
    nel chiederle cortesemente le modalità di ricorso x ottenere l’integrazione
    della indennità integrativa nella pensione di reversibilità della mamma rimasta vedova nell’aprile 2007 darei informazione a tutti i titolari di assegno di accompagnamento che previa domanda all’inpdap attraverso il sindacato si ha diritto di un assegno al nucleo familire di circa 55 euro mensili mia mamma ha ottenuto 3anni di arretrati (dalla vedovanza).
    dico questo poichè io l ‘ho saputo x caso !!!!
    ringrazio
    daemonarch@tin.it

  • Caro Avvocato,
    vorrei sapere come si fa ad ottenere il riconoscimento dell’incremento della pensione di reversibilità per vedeva dal 60 al 100%.
    Grazie anticipatamente e saluti

  • gent.mo Avv.Rienzi, vorrei sapere da Lei se la mia compagna pensionata 40 anni contributi versati come parrucchiera, ha diritto alla I.I.S.al 100% di reversibilità del marito deceduto nel 94 o 95 come dipendente bancario, porgo distinti saluti e ringrazio!!!

  • Egr.Avv.Rienzi.
    Mia madre è rimasta vedova nel’Aprile del 2009 e percepisce il 60% della pensione di mio padre ex dipendente di Polizia Stradale, concedatosi nel 1980 . Quello che volevo sapere è se puo richiedere l’indennità integrativa della pensione di reversibilità,e’ quanto tempo ha per fare la richiesta. Grazie di tutto in anticipo….

  • Egr.Avv.Rienzi
    Le scrivo per chiederle un parere su di un vicino che ha intenzione di costruire un lavaggio auto semiautomatico.
    Il problema e’ che non ci sono fogne ed il lavaggio sarebbe posto vicino ad abitazioni di valore nonche densamente abitato.
    C’e’ qualche modo per riservare i diritti dei cittadini,quali deprezzamento immobili,tranquillità,etc.
    Ringrazio anticipatamente.

  • Caro Avvocato,
    Come tutte le altre persone che a lei si rivolgono,anche io ,ovvero mia mamma e vittima di questa ingiustizia.
    Quindi vorrei sapere come si fa ad ottenere il riconoscimento dell’incremento della pensione di reversibilità dal 60 al 100%.
    Grazie anticipatamente per tutto ciò che potrà fare, e per quello che fa giornalmente per contrastare i mille soprusi ai danni della gente.
    Cordiali e sinceri saluti.

  • Egregio avvocato, sono figlio di un ex dipendente comunale che purtroppo è deceduto il 19-12-2009.A mia madre spetta il 60% della pensione di mio padre, dopo quello che lei ha annunciato in televisione,cambierà qualcosa per mia madre? La ringrazio anticipatamente per il servizio che svolge per noi cittadini.

  • Egregio Avvocato Rienzi mia madre percepisce una pensione di reversibilita del 60%della pensione di mio padre morto nel 2000 ,Purtroppo anche se mio padre ha versato per I I S a mia madre gli é stato detto che non gli spetta Ora le chiedo gentilmente cambiera qualcosa anche per lei ? CHE cosa posso fare ? A chi devo rivolgermi?Premetto che mia madre non percepisce nessun’altra pensione .la ringrazio anticipatamente .

  • Egregio Avvocato Rienzi percepisco la pensione di reversibilità dal genna2009L ho una pensione minima dell’INPS cosa posso fare per sapere se mi aspetta l’indennità integrativa la ringrazio anticipatamente

  • gent.le Avv. Rienzi. sono andata in pensione nell’aprile del 2005 a 67 anni dopo 41 anni di servizio prestato alla Regione Marche. Lo stesso mese di aprile del 2005 è venuto a mancare mio marito, pensionato nel1999 con 41 anni di servizio in qualità di dirigente dell’azienda di promozione turistica di ancona. L’npdap mi ha chiesto il rimborso di 16 mila € (da restituire in 58 rate di € 279,27 fino al 2013) che mi sta gradualmente trattenendo dalla pensione di reversibilità. Per di più quest’anno mi è arrivata un’altra lettera di altre 1400 € da restituire entro quest’anno in 4 rate di € 316,74
    Trovo la cosa veramente ingiusta oltre che illegittima,tra l’altro io vivo sola e pagarmi l’affitto e le relative spese della casa.
    La prego di volermi dare una risposta su come è opportuno che io preceda.
    La ringrazio
    Gina Frezzotti ved. Anderlini

  • sono figila della sig.ra clara ferri ,insegnante elementare , deceduta a gennaio 2009 , a suo tempo sua cliente per ricorsi vari. Con sentenza n. 369 / 2010 la corte dei conti – sez. III . giurisdizionale centrale di appello, a seguito di appello dell’INPDAP , ha dichiarato l’illegittimità della doppia IIS ( da reversibilità del coniuge deceduto nel 1994 ) ed ha aperto un procedimento amministrativo per il recupero del credito erarariale contro gli eredi ( cifra intorno ai 90.000 euro! – intera somma per IIS , compreso arretrato percepito a seguito di sentenza favorevole del 2004 – appellata dall’Inpdap.) Vi sono motivi per contestare la pretesa ? n.b. il procedimento scade il 30 del correne mese .la saluto e spero che mi risponda ! antonella panzone -Pescara – viale Lamarmora 5

  • Egregio Avvocato Rienzi,
    sono figlia di un ex dipendente di Poste Italiane deceduto nel 1993 insieme a mia madre in un tragico incidente stradale , durante il periodo di servizio. Le scrivo perchè sono giunta a conoscenza di una legge che stabilisce il diritto al lavoro per i figli orfani di ex dipendenti. Ci tengo a precisare che mio padre era stato assunto a tempo indeterminato, quindi Le chiedo: c’è la possibilità che anch’io possa essere assunta a lavorare alle Poste? Dal momento che ho ormai conseguito la maturità classica nell’anno 2008/09 e sono regolarmente iscritta al primo anno in corso di università, come potrei avvalermi di questo diritto? A chi mi dovrei rivolgere? Confido in sua sua risposta.
    Cordiali Saluti

    Erika Azzarello

  • caro avv. Rienzi sono un ex dipendente della regione sardegna andato in pensione nel 1997 come coordinatore di settore .mi veniva riconosciuta all’atto del collocamento in quiescenza nella pensione l’indennità di coordinamento prevista dalla Legge Regionale 32/88 . Nel 1999 l’INPDAP che mi pagava la pensione mensile ha provveduto con ingiunzione a decurtare l’indennità di coordinamento ed a richiedermi il rimborso dell’importo dei due anni precedenti.Naturalmente mi sono opposto giudizialmente ed il Tribunale per due gradi di giudizio ha dato ragione all’INPDAP.Cosa potrei fare? Posso citare in giudizio il Consiglio Regionale della Sardegna che non è stato in grado di promulgare una legge completa e dettagliata? Grazie .Attendo risposte anche per situazioni analoghe. Tore 10 settembre 2010

  • Gent. avvocato Rienzi, mia madre (88 anni) percepisce una pensione minima.
    E’ vedova dal novembre 2009. Ha diritto alla reversibilità della pensione di mio padre? e se si, in quale misura? La pensione di mio padre era di circa 660 euro mensili. In attesa di una sua risposta grazie e cordiali saluti.
    Maria Crea

  • gentilissimo avvocato io percepisco una pensione di invalido di 250 euro, ho 47 anni e sono a carico di mia madre, volevo sapere cortesemente se posso ricevere la pensione di riversibilità di mio padre
    grazzie alberto pezzolato

  • Gent.avvocato Rienzi,una donna straniera ha il diritto della pensione del suo marito morto. come può ricorrere? Suo marito ha lavorato in Italia.La moglie ha 50 anni. La ringrazio anti anticipatemente.Meral Doğu

  • Gentile Avvocato,

    lei è davvero grande, grazie a nome di tutti noi. Le vorrei raccontare in breve la nostra storia. Io compirò 60 anni a novembre, sono in attesa della mia pensione Inps( legge amato) con 17 anni e sette mesi circa percepiro’ poco più di mille euro. Sto assistendo da anni mia madre ( pensionata e con gravi deficit di memoria) e suo fratello deficit cognitivi.
    Abito in un’altra città e per curarli viaggio continuamente, tanto che mi dovrò trasferire.
    Nel caso viva con mia madre:
    ho diritto a percepire la pensione prima dei 61 anni?
    ho io stessa ormai patologie legate alla mia salute, posso percepire un domani pensione di reversibilità? Liana
    Chi cura gli ammalati di alzhaimer vive una morte bianca e sovente si ammala

  • Gentile Avvocato,

    lei è davvero grande, grazie a nome di tutti noi. Le vorrei raccontare in breve la nostra storia. Io compirò 60 anni a novembre, sono in attesa della mia pensione Inps( legge amato) con 17 anni e sette mesi circa percepiro’ poco più di mille euro. Sto assistendo da anni mia madre ( pensionata e con gravi deficit di memoria) e suo fratello deficit cognitivi.
    Abito in un’altra città e per curarli viaggio continuamente, tanto che mi dovrò trasferire.
    Nel caso viva con mia madre:
    ho diritto a percepire la pensione prima dei 61 anni?
    ho io stessa ormai patologie legate alla mia salute, posso percepire un domani pensione di reversibilità? Ida Chi cura gli ammalati di alzhaimer vive una morte bianca e sovente si ammala

  • Egr. Avv. le scrivo perchè mio marito(deceduto il 20 maggio scorso) ha fatto 9 anni in polizia stradale(molti anni fa) devo fare il ricongiungimento con l’INPS per avere la reversibilità della pensione ma ora all’INPDAP non risultano versamenti di contributi di quei 9 anni perchè??
    La ringrazio della risposta

  • vorrei sapere se ed in base a quale normativa coloro che godono della pensione di riversibilità INPS possono godere della indennità integrativa speciale? Grazie per la risposta

  • Caro Avv.Rienzi,

    vorrei avere notizie sulla possibilita’ di ottenere la pensione di reversibilita’ al 100% per mia madre rimasta vedova nel 1998;mio padre ha lavorato come sottufficiale di marina per 25 anni e per gli anni successivi come impiegato presso la Fincantieri di Mestre; chiedevo se almeno per la pensione relativa all’inpdap potremmo richiedere il rimborso degli arretrati e l’adeguamento di pensione e come effettuare la richiesta

    grazie ancora del suo aiuto

    cordialmente
    Agnese Sanciu

  • Salve Egregio Avvocato Carlo Rienzi, sono molto amareggiata e la prego di aiutarmi e darmi un suo consiglio riguardo la pensione ai superstiti.

    Purtroppo da 7 mesi è venuto a mancare mio padre che era l’unico sostegno mio e di mia figlia che è nello stato di famiglia del nonno sin dalla nascita, ma porta il cognome del padre che non si è mai occupato di lei nè hai dato un euro ,(Da premettere che da qualche anno si è licenziato per nn pagare eventuale mantenimento).

    Comunque tornando a mio padre,nel suo 730 ha sempre dichiarato me e mia figlia ed ha beneficiato delle detrazioni inerenti me e la nipote.

    Dopo un mese dalla sua morte, mia figlia ha presentato domanda all’Inps della pensione di reversibilità, esattamente il 12-07-11 ed è stata rigettata lo stesso giorno con la motivazione che il nipote non era a carico il giorno della sua morte. Ma nel modello 730 presentato da mio padre prima che morisse è stato dichiarato a carico (così in tutti i 730 degli anni passati, inoltre, anche l’INPS gli faceva le detrazioni nella pensione).

    Quattro mesi fa , mia figlia ha presentato ricorso all’Inps ma non abbiamo avuto nessuna risposta.

    Da premettere che io sono disoccupata e che mia figlia ha 19 anni ed è iscritta al 1 anno di Università e che al momento della morte del nonno era di esami di stato.

    Secondo lei che possibilità ci sono che ottenga la reversibilità del nonno, visto che non abbiamo reddito?

    So che per effetto della sentenza della Corte Costituzionale n. 180/1999 i nipoti minori e viventi a carico degli ascendenti assicurati sono inclusi tra i destinatari diretti ed immediati della pensione ai superstiti; mentre, i figli se studenti o iscritti regolarmente ad un corso di studi universitario, hanno il diritto alla pensione sino al compimento del 26°anno di età.

    Ma perché l’INPS afferma che i nipoti a carico sono equiparati ai figli, se invece c’è una notevole discrepanza tra essi, visto che i nipoti ne hanno diritto solo se minorenni ed i figli se studenti sino a 26 anni?

    Posso fare una azione legale per fare valere il diritto della reversibilità a mia figlia,visto che il nonno si è sempre occupato del suo mantenimento e della sua istruzione e che per lui è stata come una figlia, facente parte del suo stato di famiglia dalla nascita. Spero che lei mi possa illuminare su cosa devo fare. Cordialmente.
    Nella

  • Salve gentile avvocato,
    mia moglie dipendente di poste italiane è deceduta in data 10/01/2012 a causa di malattia.
    Io ho un occupazione al momento part time nel privato in un azienda in forte crisi economica,ho 2 bambini molto piccoli rispettivamente di 5 e 6 anni.
    Le chiedevo se era possibile richiedere l’assunzione in Poste Italiane in sostituzione del coniuge deceduto in quanto non in possesso di un lavoro stabile.
    Grazie
    Giovanni

  • Gentile Avv. Rienzi,
    Sono vedova dal dicembre 2010, vivo con mio figlio di 8 anni, mio marito insegnava, sono pensionata inpdap. Percepisco una pensione di 533 euro mensili, sono in cerca di lavoro che non trovo …a 43 anni con figlio minore sembra impossibile. Ho un mutuo di 330 euro che purtroppo devo continuare a pagare perché quando lo abbiamo contratto non é stato possibile inserire la clausola in caso di decesso cessazione del pagamento perché mio marito aveva una piastrinopenia. Le chiedo la cortesia di aiutarmi a capire se ho delle possibilità di miglioramento delle mie condizioni economiche visto che non sto riuscendo ad avere aiuto dai patronati. Mio marito é deceduto x un cancro ed é stato, su suggerimento del patronato CGIL, messo in pensione con la legge se non ricordo male 135. La mia é una situazione insostenibile. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.