MEDICI DI FAMIGLIA: PRESENTI O ASSENTI? SEGNALATE QUI I VOSTRI CASI!!!

Proprio in questi giorni il Codacons si sta occupando dei “disservizi” legati al periodo di agosto nelle città italiane.

Tra questi spicca, per importanza, il servizio medico.

Per carità, le ferie sono sacro sante e legittime, e nessuno mette in dubbio che dopo un anno di duro lavoro – specie per i medici – non si abbia il diritto ad un meritato riposo.

Però…

Però non è giusto che a pagare siano i malati, da un lato, e proprio i medici che sono rimasti dall’altro.

Il caldo esasperato di questi giorni ha causato malori in molte città italiane: qual’è stata la risposta dei medici, in particolare di quelli di famiglia?

Forse sbaglio ma, mi sembra che, vista l’allerta – ma smentitemi se cado in errore – siano troppi i medici di base in “vacanza”: sacro sante – ripeto – le meritate ferie, per carità, ma sacro santo – ripeto ancora – il diritto dei Cittadini ad avere assistenza.

Troppi gli orari ridotti e insoliti; difficilmente vengono fatte visite a domicilio.

Una situazione che mi sembra pericolosa soprattutto per anziani e malati cronici.

L’esercito dei medici di base è quello che dovrebbe monitorare gli anziani inseriti nell’Anagrafe della fragilità.

Se invece i medici di famiglia se ne stanno in vacanza ovvio che la prima linea del Servizio Sanitario Nazionale verrà scavalcata e chi non sta bene sarà costretto ad andare direttamente in ospedale, intasando il Pronto Soccorso (peraltro anche quello sotto organico visto il periodo…vacanziero).

Dagli ospedali spesso vecchi e fatiscenti e, salvo che nei reparti di emergenza, sono assenti sistemi di ventilazione ed aria condizionata, di certo non per colpa dei medici, sia chiaro -sono giunte segnalazioni di pazienti costretti a farsi portare ventilatori da casa.

Una vera e propria Odissea per i pazienti che spesso si ritrovano ammassati nelle stanze o peggio ancora sulle barelle o nei corridoi.

Una ragione in più perchè i malati meno gravi siano curati a casa.
E proprio in questi giorni il Codacons non solo ha chiesto che in tutti gli ospedali italiani ci sia almeno un ventilatore per ogni stanza.

Ma in “risposta” alla Federazione Italiana Medici di Famiglia (FIMMG) di Roma – secondo la quale a Roma non sono giunte segnalazioni di disservizi nell’assistenza sanitaria dei medici di famiglia – ha svolto una piccola inchiesta per vedere se e in che modo i medici di famiglia hanno continuato ad offrire assistenza a quanti chiamavano i recapiti di riferimento.

I numeri dell’inchiesta sono disponibili sul sito del Codacons (http://www.codacons.it/articolo.asp?idInfo=115192).

Ebbene: sembrerebbe che chi dovesse provare a contattare il proprio medico di famiglia, possa incorrere in alcune difficoltà.

Ecco perché vi chiedo di segnalare su questo blog – anche in forma anonima – le vostre esperienze.

Sia i casi in cui avete ricevuto assistenza.

Sia – e spero ovviamente di no – i casi in cuiavete incontrato delle difficoltà.

Raccontate qui le vostre esperienze!!!

E sia ben chiara una cosa: questa iniziativa non è un atto di accusa nei confronti dei medici.

E’ solo un modo per porre l’accento sul “cuore” del problema: i diritti del malato all’interno dell’attuale sistema sanitario.

Affinché le carenze di personale medico e strutturali non ricadano sul malato e per trovare, insieme, una soluzione al problema.

A presto

15 Commenti

  • Si parla sempre di mala sanità di ospedali che non funzionano,ma non si parla mai Buona Sanità.Vorrei segnalare L’Ospedale San Salvatore dell’Aquila.
    Si signori e signore quella devastata dal terremoto,quella città che per alcuni prima del evento sismico non sapevano che nemmeno esisteva.
    Quest ospedale ha sempre funzionato benissimo,io per la mia patologia devo sottopormi a visita e a cure anche piu volte al mese,qui mi hanno ridato la vita e la speranza di vivere,ho avuto un trapianto di rene.il primario e tutto il personale medico sono sempre disponibili e gentilissimi,anche per una gastrosscopia mi sono trovato coccolato e messo a mio agio dal primario e dai suoi assistenti,non me ne sono nemmeno accorto di aver fatto una gastroscopia.Anche Dopo IL TRAGICO EVENTO qui funziona tutto benissimo nonostante le tende i contanier ed il gran caldo tutti fanno un lavoro splendito dedicato alla cura dell ammalato e con le lacrime di commozione vi dico GRAZIE grazie a tutti voi a tutti i volontari ed i vigili del fuoco e gli operai che stanno facendo risorgere quest opera,però nessuno ne parla(dico i media).
    Per quando riguarda al medico di famiglia qui da noi cè il sostituto che in alcuni casi è anche migliore.
    Un Cordiale Saluto a tutti

  • Le inchieste del CODACONS sono sempre interessanti ed utili, ripetitive quele delle assenze fisiche e al telefono dei medici di famiglia, occorre pero’ conoscere a fondo la convenzione che i medici di famiglia hanno sottoscritto e l’art. COMPITI DEL MEDICO e quello sulle ferie, chiamate da qualche anno “ristoro psico fisico” Purtroppo per l’utenza e , aggiungo, anche per il medico tale periodo non puo’ essere essere regolamentato da alcuno, in teoria possono andare tutti in ferie, lasciando come proprio sostituto un medico magari a 30 km di distanza, nel pieno rispetto della convenzione, inoltre il medico di famiglia non è tenuto a rispondere al cellulare se non in base ad accordi regionali, nelle Marche disponibilità telefonica di 7 ore al giorno dal lunedi al venerdi, e le chiamate a visita devono essere effettuate entro le 10.00 ed evase entro le 20.00 le successive entro le 12.00 del giorno seguente.
    Se questo è cio che la parte pubblica ha sottoscritto con i sindacati medici e se ci sono disservizi fuori da questi accordi non sono certo da imputare ai medici. Sottopongo al CODACONS un’inchiesta da fare in privato o nei mezzi di comunicazione tv o altro:” in che percentuale i medici di famiglia vorrebbero passare da una condizione di medico convenzionato ad una di medico dipendente?” perdendo tutti i privilegi del convenzionamento e acquisendo quelli della dipendenza! ferie pagate 13.ma 14.ma, malattia.
    Per inciso quando un medico di medicina generale si assenta per ferie eo malattia e trova un sostituto le spese sono a suo carico, un sostituto dalle mie parti costa 120 euro al giorno.
    Inutile contattare i soliti Sindacati che siano di maggioranza o meno, è il medico che fa il medico in trincea tutti i giorni a poter dire quello che che non va e ,forse, anche perchè non va!

    Cordiali saluti.

    FRANCESCO MOCHI
    Medico di famiglia
    FERMO (FM)

  • Salve,
    il dottor Aldo Palermo, ASL RME distretto XX, è andato in vacanza lasciando teroricamente un suo collega a sostituirlo, in pratica ha lasciato il ricettario firmato alla nuova segretaria.
    Inoltre, una volta ho chiesto alla segretaria se, in caso di necessità, il dottore faceva visite domiciliari e mi è stato risposto di sì ma solo a pagamento: 80 euro

  • allora, io non voglio fare propaganda, non lo mai fatto e mi scuso pure con l’argomento fuori tema, ma facendo un giro sul web, ho trovato un blog con un post scandaloso dal titolo carabinieri merda, allora, nel post c’era la narrazione di una vicenda (falsa) secondo me per gettare fango sui carabinieri, ho postato qui perche intendo da legale chiedere al sign. carlo rienzi la immediata rimozione del post, dei relativi commenti anchessi di pessimo gusto e la cancellazzione del blog, perche a mio avviso e veramente vergognoso.

  • Purtroppo continuano ad esserci casi di malasanità,ma non si devono limitare ad aprire inchieste!Devono allontanare coloro che non fanno il loro dovere,fagli fare un altro mestiere!Meno male che ogni tanto ci sono notizie buone che fanno riempire il cuore di gioia:la notizie di ieri del pluritrapianto andato tutto bene all’ospedale Le Molinette di Torino.Questo centro trapianto è uno dei più famosi del mondo fiore all’occhiello dell’Italia.Non so se ricordate quando aprirono un inchiesta sulle troppe ore di straordinario che faceva il personale Medico(volevano vederci chiaro loro!Ma avevano la trave nell’occhio per le altre fatiscenti strutture della nostra Italia)di codesto ospedale Le Molinette.
    Come il trapianto di ieri che ci sono volute ben 13ore!!!Vorrei chiedere a colui coloro che hanno aperto e diretto quest assurda inchiesta,come bisogna fare in casi del genere???Ve lo immaginate toccava a uno di loro il trapianto o ad un loro famigliare, dopo otto ore di intervento il chirurgo ed tuttoil personale si fermavano è finita la giornata di lavoro si prosegue domani,come in un normalissimo ufficio o cantiere.Scusate lo sfogo,ciao.

  • Io sono un medico e sono la prima persona a dire che le persone disoneste, e che fanno male il loro lavoro, dovrebbero essere mandate a casa. Infangano tutta la categoria!

  • Sono tre mesi che il medico manca perchè in malattia ,anno mandato un sostituto che viene due volte a settimana e si può immagginare cosa si trova quando si va dal medico .Il mio paese e in provincia di varese, brusimpiano, con 1200 abitanti con tanti anziani che si trovano a fare ore di attesa per entrare e poi si sente dire che il medico deve andare via perchè ha un altro studio.Possibile che non si può fare nulla come afferma l’amministrazione comunale? Da premettere che purtroppo in nostro medico non si sà nemmeno se ritorna perchè gravemente malato

  • salve scrivo dalla sicilia precisamente dalla provincia di messina sono un operaio in malattia da tre giorni con l’influenza,mi a colpito molto forte febbre 39 bruciore di gola di petto, chiamando il mio medico non o avuto nessuna risposta e riprovando x tutta la giornata niente neanche nei giorni dopo o dovuto chiedere delle medicine a mio cognato che a la mia stessa influenza(forse)comunque mi sento meglio.Quello che mi chiedo un medico si può comportare in questo modo? Come posso far valere i miei diritti. La ringrazio anticipatamente x la risposta che vuol darmi.

  • Ponza (LT); già penalizzati in qualità di isolani, per la mancanza del pediatra sul posto, prenotare una visita ogni 15 giorni al poliambulatorio locale è un gara… a chi chiama al momento giusto. Provate a chiamare e vi verrà risposto dall’addetta che la fascia non è ancora aperta (non è ancora possibile prenotare) n.d.r. , se chiedete quando si apre ll “fascia” non vi sanno dire nulla. Quando poi finalmente si aprono le prenotazioni chi chiama per primo ottiene il premio, gli altri non potranno fa visitare i propri bimbi. Perchè? Perchè il pediatra arriva la mattina con l’aliscafo e deve ripartire alle 14.30 con il traghetto, quindi può visitare solo un certo numero di bimbi! Vi sembra giusto??? Se poi provate a chiamare i medici di famiglia fuori dagli orari di ambulatrio; tra le 8 del mattino e le 20 di sera in giorni feriali (orari in cui non è attiva la guardia medica), difficilmente si riesce ad ottenere una visita a domicilio. Come tra l’altro accade diffusamente in molte città italiane. Ma è possibile?

  • Buongiorno, abito a Pessano (provincia di Milano) e devo segnalare una grave disfunzione del medico di base di mio marito.
    Stamattina abbiamo cercato di chiamarlo per prenotare una visita domiciliare visto che lui stava male e non riusciva a star in piedi. Il telefono dello studio, l’unico disponibile, era occupato dalla segreteria che diceva che il 09/12 (quindi 4 gg fa) lui era assente e sarebbe stato sostituito, per visite a domicilio chiamare dalle 9 alle 10… Ovviamente in ogni momento era presente la segreteria e cosi mio marito è dovuto per forza andare in ambulatorio. Li ha scoperto che l’orario di visita partiva dalle 10 e si è messo in attesa. Il medico è arrivato più di mezz’ora dopo… E’ possibile fare segnalazioni all’ASL di questi casi assurdi di inefficienza ? cosa possiamo fare ?
    Nadia

  • mi sono recata dal dottor Balzaretti Ruggero di Drezzo, Como per problemi di insufficienza venosa:raramente mi sono trovata davanti a professionisti della salute così poco attenti ai bisogni di un assistito, svogliati, superficiali e frettolosi, che di professionisti non hanno proprio nulla. Non è stata fatta ne un’anamnesi (era una prima visita per un nuovo assistito appena iscritto alla sua lista ),ne una visita per valutare l’effettivo problema. Mi ha chiesto quale fosse il problema, mi ha prescritto un’esame (eco-doopler), in tutto 5 minuti di orologio. Ma la competenza, la passione, la professionalità , o per lo meno il tener fede al giuramento che hanno fatto non fa più’ testo? Sono veramente disgustata ed allibita. Ci tengo a precisare che sono un’infermiera, che conosco i mdici e la sanità , e che sono dell’idea che non tutti siano come quello in cui mi sono battuta io, ma so di per certo che appena potrò cambierò medico. grazie Alessandra

    • Cara Alessandra,
      prima di sputtanare le persone in questo modo conterei fino a 10000. Se fosse andata da qualsiasi altro medico il copione sarebbe stato lo stesso. Difatti se ad esso serve un’eco-doopler per aiutarlo a fare una diagnosi e le viene prescritto, lo fa, punto. Soprattutto nel suo caso, quando per scongiurare il peggio quel esame è la routine (e per fortuna che lei è un’infermiera!.
      Siccome conosco la persona in questione ed è decisamente l’opposto di quello che ha appena descritto “poco attenti ai bisogni di un assistito, svogliati, superficiali e frettolosi, che di professionisti non hanno proprio nulla” la inviterei a rivalutare ciò che ha scritto. Forse frettoloso quello un po’ si, perchè con una cinquantina di pazienti dentro e fuori l’ambulatorio, non puoi visitare 3 persone e mandarne a casa 47, quindi si cerca di limitare perdite di tempo inutili, soprattutto laddove si ha bisogno di un esame prima di poter aprir bocca. Infine le vorrei far notare che il Dott. Balzaretti è una delle poche persone che conosca con “la competenza, la passione e la professionalità” necessarie per fare al meglio questo lavoro.
      Cordialmente
      Riccardo

      ps: la prossima volta metta anche il cognome…è bello lanciare il sasso e nasconder la mano!

  • Buongiorno vorrei far notare che ho scelto il medico di famiglia proprio perché specializzato in ortopedia.
    Lui va in vacanza e io ho bisogno di un ortopedico
    Morale della favola: io pago 150,00 euro di visita ortopedica in privato perché il mio medico è in ferie
    Vorrei fare ricorso o perlomeno far sentire il mio disagio a qualcuno
    Come fare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.