BANCHE: PARTE L’AZIONE RISARCITORIA DEL CODACONS IN FAVORE DEI RISPARMIATORI UNIPOL E FONDIARIA-SAI


POSSIBILE COSTITUIRSI PARTE OFFESA E CHIEDERE LA RESTITUZIONE DEI SOLDI PERSI

 

Parte l’azione risarcitoria del Codacons in favore di tutti quei risparmiatori, azionisti e assicurati Unipol e/o Fondiaria Sai che hanno perso i propri soldi.

Come noto, infatti, a causa dell’intermediazione delle banche per la compravendita delle azioni in sede di aumento di capitale Unipol e Fondiaria-Sai, migliaia di cittadini italiani hanno perduto decine di migliaia di euro.

Operazioni avvenute sulla base di offering circular non ancora approvate dalla Consob e che celavano la reale consistenza del debito.

Per questo gli investimenti possono essere annullati e/o risolti per grave inadempimento della banca ed in ogni caso per vizio nella formazione della volonta’ di sottoscrizione degli aumenti di capitale ed acquisto azioni ed obbligazioni..

Tutti i risparmiatori e gli assicurati coinvolti hanno oggi una possibilita’ di recuperare le somme investite: iscrivendosi all’azione lanciata dal Codacons, infatti, riceveranno una valutazione legale gratuita, che si conclude con un giudizio sulla fattibilita’ dell’azione contro la banca, e un modulo personalizzato per sporgere querela presso le Procure di Torino e Milano, che indagano per falso in bilancio, aggiotaggio e ostacolo all’attivita’ di vigilanza, e costituirsi parte offesa nei procedimenti aperti.

Se sara’ dimostrata la fondatezza di tali accuse, i responsabili saranno tenuti a risarcire coloro che hanno sottoscritto l’aumento di capitale subendo l’andamento anomalo del titolo.

Il Codacons invita tutti gli interessati ad aderire all’iniziativa e chiedere la restituzione dei soldi persi, compilando il questionario presente sul sito www.codacons.it; nel caso di rinvio a giudizio sara’ possibile costituirsi parte civile, vedendo finalmente riconosciuti i propri diritti.

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.