CANONE RAI, L’ESENZIONE PER OVER-75? ERA ORA!

canone-rai-1

“E’ stato appena firmato da parte del ministro dell’Economia e del ministro dello Sviluppo economico il decreto per l’aumento della fascia di reddito di esenzione del canone Rai per gli over 75”. Con questa parole Paolo Gentiloni ha annunciato un provvedimento che si attendeva da tempo, e che esenta altri 235mila over-75 dal pagamento dell’odiata tassa.

COSA CAMBIA? La misura annunciata oggi fa salire a 8.000 euro (dai 6.713,98 precedenti) il reddito che consente l’esenzione dal pagamento del canone Rai, limitatamente a coloro che abbiano compiuto 75 anni. I cittadini devono richiedere l’esenzione presentando la dichiarazione sostitutiva presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate oppure spedirla con raccomandata, senza busta, al seguente indirizzo: Agenzia delle Entrate – Ufficio Torino 1 Sat – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22, 10121 -Torino. La richiesta deve essere accompagnata da un documento di identità valido e deve essere presentata entro: il 30 aprile per essere esonerati tutto l’anno, e il 31 luglio per essere esonerati dal secondo semestre.

ERA ORA! Più che gioire per il provvedimento firmato oggi, siamo molto arrabbiati per il ritardo immane con cui è giunta questa esenzione. Da anni infatti la Rai non trasmette più programmi adatti ai telespettatori più anziani, e d’estate propina in continuazione repliche dei soliti telefilm che oramai gli utenti di una certa età, ossia coloro che più fruiscono della tv nei mesi estivi, conoscono a memoria. Proprio il peggioramento qualitativo dell’offerta Rai dovrebbe portare ad una estensione delle esenzioni, anche in considerazione del fatto che l’evasione è stata abbattuta con l’introduzione del canone in bolletta. Un provvedimento davvero equo, dunque, sarebbe esentare dal pagamento del canone tutti i nuclei familiari con Isee inferiore ai 25mila euro annui!

A presto,

CR

Be Sociable, Share!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *