INFLUENZA A: TI FIDI DEL VACCINO?…E GUARDATE ED ASCOLTATE COSA ABBIAMO DETTO A “EXIT” SU LA7!!!

In queste ore circolano notizie preoccupanti in merito al vaccino contro l’influenza A che il Ministero della salute sta somministrando nel nostro paese ai soggetti a rischio.

E’ noto come le aziende farmaceutiche per far fronte alla pandemia abbiano dovuto sviluppare in brevissimo tempo tale vaccino.

I normali tempi di preparazione di un vaccino prevedono diversi anni di ricerca: bisogna isolare il virus, studiarlo, riprodurlo in laboratorio, mutarlo per ottenere la versione depotenziata, produrre il prototipo di vaccino, testarlo sugli animali e infine sugli uomini.

Ma l’allarme principale proveniente da ambienti medici e scientifici è quello relativo adiuvante MF 59 a base di squalene.

Lo squalene è un componente di alcuni adiuvanti che vengono aggiunti ai vaccini al fine di incrementare la risposta immunitaria.

L’allarmismo maggiore è destato dalle eventuali e possibili conseguenze e controindicazioni che tale elemento potrebbe provocare nell’uomo.

Secondo molto esperti, quando si inietta un vaccino nel corpo e soprattutto quando questo lo si combina ad un immuno-coadiuvante come lo squalene, il nostro sistema immunitario IgA viene bypassato e il nostro sistema immunitario va su di giri in risposta alla vaccinazione.

Abbiamo chiesto spiegazioni al Ministero della salute e all’Aifa (Agenzia Italiano del Farmaco).

Nell’attesa di ricevere le informazioni richieste vi invito a partecipare al sondaggio pubblicato su questo blog.

Vi fidate del vaccino anti-influenza A? Farete vaccinare i vostri bambini?

Votate, votate, votate..

Sorry, there are no polls available at the moment.

Continua l'altalena di dati sull'economia italiana e i consumi: per te, come andrà a finire?

View Results

Loading ... Loading ...

Ecco il testo integrale dell’istanza di accesso presentata:

E sotto riportiamo le rilevanze della Corte dei Conti sul vaccino contro l’influenza A

delibera corte conti

….e il contratto stipulato tra il Ministero e la casa farmaceutica

contratto-1.pdf

 GUARDATE COSA ABBIAMO DETTO A “EXIT” SU LA7!!!

http://www.la7.it/trasmissioni/puntate_dettaglio.asp?Trasm=exit&video=32900&prop=adv

http://www.la7.it/trasmissioni/puntate_dettaglio.asp?Trasm=exit&video=32902&prop=adv

http://www.la7.it/trasmissioni/puntate_dettaglio.asp?Trasm=exit&video=32904&prop=adv

23 Commenti

  • Salve Avv. Rienzi,
    ieri sera l’ho seguita su LA7 ed oggi i miei dubbi si sono moltiplicati. Ho una bimba di 21 mesi sanissima ma il suo punto debole sono i bronchi. Personalmente sono contraria al vaccino ma il pediatra lo consiglia perché la bimba va all’asilo nido e secondo lui dovremmo vaccinarci tutti per bloccare la diffusione del virus. I pediatri dei figli di una decina di mie amiche invece lo sconsigliano eppure anche essi frequentano il nido… Perché solo il pediatra di mia figlia lo consiglia???
    Ieri sera l’immunologo di cui non ricordo il nome ha lanciato quella frase tremenda sui bimbi dai 6 mesi ai 2 anni ed a questo punto mi scoppia la testa… Non so cosa fare.
    Ma perché sull’argomento è stata creata tutta questa confusione? Possibile che speculano anche su bimbi così piccoli? Come si fa a chiarirsi le idee!
    Grazie

  • Professore ieri sera è stato semplicemente illuminante!
    Lapuntata mi interessava particolarmente perchè sono padre di un bimbo di 2 anni e mezzo, potenzialmente a rischio.
    Lei è stato semplicemente fantastico quando ha detto al Prof. AIUTI se i suoi figli e i suoi nipotini si erano già vaccinati … la “risposta” di aiuti è stata l’atto di informazione + esaustivo sull’influenza A.

    Grazie per il suo impagabile contributo.

  • E’ già iniziato il fuoco di sbarramemto di tutti i vari esperti e responsabili della salute pubblica che assicurano che il vaccino va bene per tutti.

    Pensate che i dubbi sullo squalene siano solo leggende metropolitane ed estremismi?

    Andate a vedere cosa ha detto il Dr Marie-Paule Kieny, Director of the Initiative for Vaccine Research, World Health Organization il 13 Luglio qui

    http://www.who.int/mediacentre/pandemic_h1n1_presstranscript_2009_07_13.pdf

    Helen Branswell, Canadian Press: I would like to get some information about adjuvants and children. Obviously young people are among the people hardest hit by this strain so far but I don’t think that there is much evidence at all about safety of adjuvants in that group. I was looking at a document yesterday that shows that with MS59 for instance, it has been given to 6 or 700 children which is not a long safety record. Are there any other vaccines – not influenza vaccines – but marketed vaccines with these kind of adjuvants that children receive now and that might give us a sense of whether or not they are safe to use in children?
    Dr Marie-Paule Kieny: You are absolutely right that safety data, at least in terms of numbers are lacking in certain population groups. You mentioned the children, certainly there are no data in children more than 6 months old and less than 3 years, there are no data in pregnant women, there are no data in asthmatics, so there are quite a number of populations for which there are no data. SAGE has also made the point that as quickly as possible data should be obtained on these populations groups if they are to be vaccinated with these new vaccines. In terms of use of this new novel adjuvant in children, there is no vaccine for very young children that is using the formulation. The closest being the vaccine which is currently developed as the malaria vaccine, which has been tested in a few thousand children and is being tested now in Africa with this indication for malaria in a few thousand children, but apart from that, these data are still lacking.

    Adesso ufficialmente dicono che i vaccini sono sicuri, ma la realtà è che NON LO SANNO, e lo ammettono loro stessi!!!

    Saranno i nostri figli a fare da cavie!

  • Caro Tapiforo se tuo figlio nato sano, dopo una vaccinazione obbligatoria, avesse reazioni a una vaccinazione e da sano te le potresti ritrovare con seri problemi di autismo, etc., penso che non potresti parlare così. Documentarsi vuol dire poter valutare il rapporto rischio/benefici. Questa dell’influenza non è una vaccinazione obbligatoria ma i media stanno pressando troppo. Per una volta che una trasmissione ha mostrato il rovescio della medaglia non c’è che da complimentarsi e complimenti anche al Dott. Rienzi che ha sposato una giusta causa.

  • ma che giusta causa.
    E’ giusta solo per i complottisti ignoranti che citano a loro volta fonti complottiste.

    Ripeto: stavolta vi meritate il tapiro.

  • Caro Tapiroforo, mi riallaccio a quanto espresso da Francesca, se tuo figlio/a nato/a sano/a dopo una bel vaccino x morbillo parotite rosolia “così ampiamente testato da anni e anni e sicuro anzi sicurissimo” (mi è stato detto) fosse diventato/a sordo/a da un orecchio lo/a faresti vaccinare per questa influenza con un vaccino messo in circolazione dopo una sperimentazione di 6 7 8 ma mettiamoci anche 9 mesi????

  • Non sono d’accordo con la vostra iniziativa. E’ polemica vecchia, che scoprite solo adesso. Le prove in letteratura ci sono da anni.
    Questa vostra posizione non ha il sapore della ricerca della verità e della difesa del cittadino, che state contribuendo a disorientare. Ha il sapore della ricerca di una passerella mediatica a tutti i costi e state inutilmente esponendo il fianco a facili attacchi. Forse acquisirete maggiore consenso ma rischiate di perdere in credibilità in un’epoca in cui il vostro ruolo sociale è importantissimo.

    Spero, per completezza d’informazione, che vorrà commentare anche la posizione sull’argomento del Consiglio superiore di sanità.

  • Dai uomo del Tapiro (e già che guardi Striscia vuol dire che sei il primo a voler trovare qualcosa che non va), secondo me si sta tutti esagerando.

    Semplicemente basta usare un po’ di buon senso (il vero latitante più pericoloso d’Italia), e pensare che se l’influenza normale c’è sempre stata e ha sempre fatto il suo corso, non è il caso di farsi venire le ansie per un’influenza ancora più lieve.

    Tantomeno vale la pena di farsi iniettare nel corpo altre porcherie oltre a quelle che già assumiamo senza nemmeno saperlo.

  • Egr. Avv. Rienzi,
    in tutta questa cattiva informazione che ci circonda ogni giorno, in merito a questo vaccino h1n1, l’opinione che mi sono fatto è che in questa realtà c’è una parte che vuole vendere il vaccino e una parte che è diffidende e dubbioso come me.
    Ora mi chiedo, ma se le case farmaceutiche hanno studiato questo virus a tavolino per alzare i loro utili, perche doveveono cacciare un vaccino cattivo?? Non potevano Farlo semplicemente vendendo un vaccino testato???
    Personalmente ho molta paura per questo vaccino, ma che altra soluzione puo esserci per chi ha una patologia????
    Rischio per il vaccino o rischio per L’influenza???
    Grazie

  • Gent.le Avv. Rienzi,
    prima di tutto volevo dire che anche il vaccino contro l’influenza stagionale contiene squalene ( 7,5 mg per la precisione) solo che di questo non ne parla nessuno!
    Il vaccino stagionale potrebbe provocare gli stessissimi effetti collaterali solo che non ne parla nessuno! E sinceramente non lo capisco.
    Lo scetticismo che c è intorno al vaccino h1n1 lo ritengo esagerato e poco rispettoso nei confronti di chi sta male . Parlando bene con gli “scettisci” del suddetto vaccino ho potuto notare che sono contrari a tutti i vaccini non solo all’h1n1 (sono contrari anche ai vaccini obbligatori che si fanno ai bambini) . Io credo nella medicina e nella prevenzione! Credo che ci piaccia molto improvvisarci medici e laureati in chimica farmaceutica e sapere di tutto di piu’, dico invece che dobbiamo fidarci dei medici e della scienza.
    Direi di chiedere alla gente che ha perso le persone amate a causa dell’influenza A se tornando indietro vaccinerebbero i loro cari.
    Non dico che dobbiamo vaccinarci tutti ma almeno le categorie a rischio
    Tutti i vaccini potrebbero essere pericolosi ma la casistica è bassa rispetto invece al bene che fanno. Con i vaccini sono state debellate malattie gravissime e credo che continueranno ad essere l’unico metodo di prevenzione.
    Chiedo: il vaccino contro l’influenza stagionale non ha contrindicazioni? Non è stato mai registrato nessun caso di reazione particolare? Perchè questa pagina non è stata aperta anche in quei casi?

  • Mio padre, 78 anni, e’ stato vaccinato su consiglio del medico di base nonostante affetto da Herpes Zoster, con gravi conseguenze sulla sua salute e aggravamento della patologia gia’ esistente !!!

  • Salve,
    il vaccino senza squalene (celvapan, mi sembra) arriverà anche in italia?
    Se si, quando e in che modo si potrà reperire?
    Rispondo a Greta: per lavoro ogni anno sono costretto a fare il vaccino antiinfluenzale e sul libretto sanitario militare c’è scrito quando l’ho fatto ed il nome del vaccino, sono andato quindi a vedere se la tua affermazione trovava conferme. Ma chè, nei vaccini precedenti non c’è traccia di MF59. Mi dai un nome di vaccino così controllo meglio????

  • da oggi vaccinarsi è inutile, in quanto prendendo il vaccino si sarebbe inutilmente esposti visto che nelle prossime settimane ci sara’ il picco di contagi, vaccinarsi servirebbe solo a rendere gia’ debole il nostro corpo al futuro contagio.

    questo non vale solo per l’h1n1, vale per qualsiasi altra malattia, chiedete a un medico se è il caso di farsi un qualsiasi vaccino a pochi giorni o settimane dal picco di contagi.
    se vi risponde di si’, potete strappargli la laurea dal muro.

  • Il vaccino NON può essere del tutto innocuo, ma se non siete allergici alle uova (terreno di coltura) il rischio praticamente non esiste.
    Se preferite ammalarvi, benissimo. Ma, in quel caso, non andate a lavorare. Se vi becco con l’influenza mentre mi parlate, vi faccio MOLTO più male del virus messicano. CHIARO?

  • E allora?
    Dopo aver spanto allarme e disinformazione nemmeno un “scusate, ho scritto una cazzata”?

    Bell’atteggiamento da parte di un difensore dei consumatori.

    Pagliaccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.