FERROVIE: 1 EURO PER OGNI MINUTO DI RITARDO DEI TRENI

Oggi un incidente che ha coinvolto due carri merci, avvenuto alle ore 5.10 circa sulla linea Bologna-Firenze, ha di fatto spezzato in due l’Italia, determinando ritardi pesantissimi su tutta la linea ferroviaria e numerose soppressioni di treni.
Un episodio che fa ancor più capire quanto sia obsoleta la rete italiana, e che ha danneggiato migliaia di cittadini dal nord al sud, costretti a pagare le conseguenze dell’incidente, conseguenze che si protrarranno fino a domani.

È chiaro che chi si trovava sui treni che hanno subito ripercussioni a seguito del deragliamento, deve essere adeguatamente indennizzato.

Propongo oggi a Trenitalia di stabilire un risarcimento automatico per i passeggeri, anche sottoforma di bonus da utilizzare per futuri spostamenti, pari a 1 euro per ogni minuto di ritardo dei convogli.

Invito tutti coloro che in data odierna si trovavano sui treni che hanno subito rallentamenti, ad inviare una comunicazione a Trenitalia, chiedendo 1 euro di rimborso per ogni minuto di ritardo del proprio convoglio, allegando alla richiesta la fotocopia del titolo di viaggio.

1 Commento

  • Vorrei fare un commento su una mia esperienza personale. L’argomento è Trenitalia. Ho acquistato due biglietti di prima classe con l’obbiettivo di fare il viaggio, che sarebbe durato tutta la notte, il più comodamente possibile. Al momento della partenza il nostro vagone di prima classe era un vagone di seconda classe promosso per l’occasione con l’aria condizionata rotta. Questo perchè hanno venduto posti di prima classe in quantità superiore alla disponibilità effettiva. ok, hanno detto che mi rimborsano la differenza, è questo è il minimo scontato! Ma io mi sento ugualmente frustrata perche mi hanno costretto ad effettuare un viaggio che io già a priori avevo scelto di non voler fare e vi assicuro, dopo averlo fatto, che avevo le mie ottime ragioni. Le ferrovie mi hanno imbrogliata “Signora, cosa vuole? La prima classe? Intanto si segga qui.”; o era meglio: “Signora mi dispiace, non ci sono più posti vuole partire un altro giorno?”…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.