TIR “VIETATI” LA DOMENICA: EPPURE CONTINUANO A CIRCOLARE!!!

Come tutti sanno – visto il divieto di circolazione previsto per i mezzi pesanti sulle autostrade nella giornata di domenica – nonostante il divieto i Tir continuano a circolare noncuranti.

Oltre ai diritti degli stessi conducenti dei camion – letteralmente calpestati – sono così violati quelli di chi si trova a dover fare file estenuanti o peggio suo malgrado coinvolto in incidenti, spesso gravi.

Vi invito a segnalare su questo blog le vostre esperienze e tutte le volte in cui, nonostante il divieto, avete incontrato dei Tir la domenica.

Lo stesso invito è rivolto a tutti quei Camionisti che – per portare da mangiare a fine mese -sono costretti a infrangere la legge.

10 Commenti

  • sono un camionista lavoro per la piu grande azienda strutturata di tasporti italiana ho ascoltato la trasmissione radio del 10/08 su radio 1 sono perfettamente daccordo su quanto affermato da Rienzi sull’imposizione dei piccoli trasportatori verso i dipendenti ad infrangere le leggi e il codice della strada. per garantirsi i margini di guadagno i trasportatori in Italia Hanno un solo modo essere fuorilegge la frantumazione delle imprese di trasporto in Italia(maggioranza di aziende monoveicolari)non da alcuna possibilità di poter fronteggiare la concorrenza delle imprese di altri paesi europei con numeri di migliaia di mezzi e costi di esercizio nettamente inferiori.I trasportatori in Italia,salvo poche aziende strutturate,sono paragonabili a dei malati terminali che sopravvivono grazie ai continuinui aiuti statali distibuiti senza la logica dello sviluppo e del buon senso le deroghe sui divieti vanno ad aggiungersi ad altri provvedimenti che hanno lo scopo di aggirare ed eludere le disposizioni europee in materia di regolamentazione del trasporto prima fra tutte la deroga sull’orario di lavoro strumento ideato dai trasportatori con i sindacati per continuare a sfruttare gli autisti con orari di lavoro da terzo mondo senza alcuna considerazione per la sicurezza sulle strade.potrei inoltre continuare a parlare di sicurezza facendo una semplice domanda :quanti air bag ha un mezzo pesante?….nessuno.

  • Buone Vancanze a tutti,in particolare al Dott. Rienzi che l’ascolto sempre quando è ospite dalla mitica Falcetti.Allora condivido quello che ha scritto il collega Marco.Per riguarda a di alcuni Tir che circolano la Domenica hanno un peermmesso speciale per il trasporto frigo di derrate alimentari,perchè le massaie non sono mai chieste come mai trovano tutti i prodotti freschi nei supermercati aperti anche la domenica?Hanno inventato il teletrasporto?No non ancora!!!Dietro tutto ciò ci sono delle persone che lavorano tutta la notte e di giorno e quando non cè la fai piu(io sono un trapiantato)ti buttano via come una scarpa vecchia.
    PS:Oltre al rispetto del codice ci vuole anche un pizzico di cortesia che non guasta mai!poi ci sarebbe tante altre cose ma non posso dilungarmi.
    Cordiali
    Saluti.Carlo

  • so che non centra assolutamente nulla ma per dare una mano al dottore carlo irienzi ho trovato in giro sul web, alcuni messaggi di consumatori che hanno alcuni problemi con il loro condominio (e chi non li ha?) in ogni caso anche se complicato posto il link magari per qualcuno puo essere utile:
    http://209.85.135.132/search?q=cache:v5kvVdl2siIJ:www.proprietaricasa.org/forum/archivio12.php%3Fl%3D170+trapanare+il+soffito+x+canna+fumaria&cd=1&hl=it

  • veramente avrei da chiedere..perchè io invalida solo al 50%,quindi senza indennità di pensione ..non ho protese agli arti..non ho patologie che pregiudicano la guida ( infatii nel referto di commissione c’è scritto idonea alla guida ) sono stata chiamata a revisione di patente, con un costo ..e non poco . NON ho 90 anni (ne ho 58) !! Non sono tossica..non sono alcolista..non mi è stata mai ritirata la patente..non ho incidenti stradali da decenni. é un ingiustizia che ho subito..e non mi va giù ! Grazie Rienzi sono una tua ammiratrice.
    Saluti sinceri Mosca Anna Lisa

  • Ed ancora perchè una persona che si trova ad un centinaio di km da casa dovrebbe aspettare due giorni su di un area di servizio, dopo una settimana fuori casa, la fine del divieto di circolazione. Non ha diritto come gli altri di abbracciare i suoi cari. Che male fa a tornare a casa. E’ il suo lavoro che lo costringe a lunghi giorni fuori e non sfizi come essere stato ad una corsa o ad una mostra. Io li capisco e devo dire che fanno bene a circolare perchè sono stufi di essere seduti da diversi giorni su di un sediolino. Vogliono andare a casa a mangiare dietro un tavolo invece del solito panino e a farsi una doccia. Insomma a fare quello che fate anche voi. Un pò più di rispetto da parte vostra per chi lavora non sarebbe disdicevole.

  • Gentile Sig. Marco, visto che sono “una malata terminale” come dice Lei, mi dice dove rivolgermi per avere questi contributi statali???? Dia qualche riferimento in più! E’ sempre troppo facile parlare e sparlare.. Ho una piccola impresa (triveicolare) non ho mai chiesto ai miei autisti di infrangere la legge e se qualche volta hanno “rubato” mezzo ora o al max 1 ora di guida era per arrivare a casa loro!! Per strare con i propri cari un po’! Quando parla di contributi statali di cosa si tratta? Mi dica? Visto che quando ci sono agevolazioni o quant’altro la categoria Autotrasportatori è tagliata fuori ormai da diversi anni??!!
    Per quanto riguarda i costi… ho visto delle offerte fatte da due grosse aziende di trasporto italiane strutturare con moltissimi mezzi, a dei miei clienti ; e mi chiedo: gli stessi costi vivi di pedaggi e gasolio che ha il mio camion lo hanno anche loro come fanno a fare certi noli … ammortamento del mezzo, L’assicurazione, il costo del dipendente (o forse lei lavora gratis?!)
    torno al commento sui Tir che viaggiano durante il divieti.
    Come già detto chi trasporta merce deperibile puo ‘viaggiare inoltre i trasportatori che rientrano dall’estero o quelli che vanno ai porti o interporti hanno 4 ore ulteriori di guida dall’inizio del divieto.
    basta leggere la normativa per conoscere tutte le deroghe.

  • in risposta a barbara 3 settembre 2009.
    le agevolazioni di cui hanno beneficiato le aziende di trasporto di mia conoscenza (sono solo un povero camionista) Sgravi fiscali su gasolio dove la cumunità europea all’epoca apri’ una procedura nei cofronti dell’Italia per avere agevolato una situazione di concorrenza sleale nei confronti di aziende di altri paesi europei.Contributi a sostegno delle imprese di autotrasporto D P R 27
    settembre 2007 n 227 Stanziamento di 38 milioni di euro.
    I minori costi di gestione delle grandi aziende strutturate derivano dagli sconti effettuati dai fornitori sui contratti effettuati, riguardanti numeri sicuramente piu importanti di un piccolo trasportatore , il prezzo fatto ad una impresa che compra 200 mezzi l’anno sarà sicuramente inferiore all’impresa che ne compra 3 ogni 5 anni cosi’ per gasolio , gomme , assicurazioni , sconti su passaggi dei tunnel alpini ecc. ecc..
    I costi per l’organizzazione del lavoro,per la gestione amministrativa per la dotazione di sistemi informatici per il controllo dei mezzi e l’ottimizzazione delle tratte sono spalmati su centinaia o nei casi delle aziende austriache olandesi o francesi su migliaia di dipendenti.
    Le garantisco che non è mia abitudine lavorare gratis! anzi sono pagato in base alla trasferta e agli straordinari che faccio, posso dire il giusto, e sempre in modo più che puntuale, cosa che stà diventando sempre più rara.MI auguro,e vi auguro,che la miriade di piccoli trasportatori come lei, che hanno la passione per questo mestiere,abbiano l’energia le capacità e l’intelligenza per unirsi in consorzi, coperative o società per dare delle regole a questo settore che è cosi’ importante e strategico per l’economia del paese,prima che vi troviate ad avere a che fare con la concorrenza straniera

  • I have been surfing online more than three hours today, yet I never found any interesting article like yours. It is pretty worth enough for me. Personally, if all web owners and bloggers made good content as you did, the net will be a lot more useful than ever before.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.