SOCIAL CARD: QUANTI PROBLEMI!! Diteci la vostra…

Oggi abbiamo denunciato i problemi che i cittadini stanno riscontrando con la social card.

Invito chiunque non abbia ricevuto sulla propria carta la ricarica promessa o semplicemente registri difficoltà con la social card a scrivere su questo blog, così da analizzare legalmente la situazione e preparare una causa di risarcimento.

SOCIAL CARD: IL CODACONS PRESENTA ESPOSTO AL TRIBUNALE DEI MINISTRI

CITTADINI SENZA RICARICA DANNEGGIATI, NON SI ESCLUDE CLASS ACTION

Il Codacons sta ricevendo da giorni numerose segnalazioni di cittadini che, pur avendo diritto alla social card varata dal Governo, non hanno ottenuto l’accredito del denaro loro spettante.
La mancata ricarica della social card – spiega il Presidente Codacons, Carlo Rienzi – di fatto determina un danno per i cittadini, poiché lede la loro dignità personale. Il mancato versamento dei soldi, infatti, rappresenta un male ingiusto inflitto al cittadino, che si aspetta di beneficiare della somma promessa come sostegno per la spesa alimentare, acquisto di prodotti per la casa, ecc.
Si registrano inoltre enormi difficoltà nell’accesso a tale carta, per il cui ottenimento occorre seguire un iter troppo complicato per gli utenti.
Per tali ragioni il Codacons ha deciso di presentare un esposto all’Antitrust (per valutare i profili di pubblicità ingannevole) e al Tribunale dei Ministri, in cui si chiede di intervenire valutando le ipotesi che si riterranno idonee, compresa quella di truffa.
L’associazione mette il blog del Presidente www.carlorienzi.it a disposizione di quanti vogliano segnalare problemi con la carta, al fine di valutare azioni di risarcimento e una possibile class action.

38 Commenti

  • Gentile Avv. Rienzi,

    vorrei parlare con lei perche’ ho problemi con il suo ufficio.
    Gentilmente se mi puo’ contattare gliene sarei grato.

  • A me dal 2dicembre l’hanno caricata solo ieri 240euro x i miei gemelli. Solo che la prima volta che l’ho provata ho fatto una figura alla cassa!

  • stamattina dalla toscana, sono andato in veneto e abitualmente ascolto in radio il prgramma della falcetti! (programma molto interessante)e sono venuto a conoscenza di questo blog.
    il mio commento non tratta della social card, ma di un argomento per fortuna apparentemente molto piu’ leggero.
    mi girano le scatole fortemete
    per un sopruso che un cittadino che paga le tasse, paga l’abbonamento rai, deve subire senza poter far niente, riguardo alle programmazioni rai sportive .
    io seguo il calcio come milioni di italiani. vorrei!!!! che qualcuno mi spiegasse
    per quale motivo un cittadino che tifa fiorentina come me! o qualsiasi altra scuadra,che non siano le solite tre! non può assistere alla partita della sua scuadra del cuore quando una volta dopo aver sfidato mostri, e fantasmi arriva in ciampions lighe neppure una volta,si fa! (clamorosa ultima partita a girone si è preferito un juventus .. non ricordo neppure con chi a dispetto di un fiorentina steaua che valeva eccome) è una vera ingiustizia e sto meditando di rispedire l’abbonamentoal mittente!! so che lei mi sconsiglia ma cosa mi accarebbe?
    saluti

  • Che grandiosa trovata quella del nostro ministro dell’ economia, e se ne vanta tuttora pubblicamente , da proporre per il Nobel ! E’ davvero avvilente che uno stato di diritto sia trasformato in un paese dell’ elemosina, dello spreco e dell inefficienza totale.
    Mi chiedo se almeno chi scrive libri sappia prima fare di conto…

  • PARLIAMO DEL CODACONS —

    VSTO CHE TANTO SCRIVERE A RIENZI NON SERVE –

    NON TI RISPONDE !!!!!!!! TROPPO IMPEGNATO CON LA FALCETTI PROMOZIONE RADIO E IN TELEVISIONE ————–

    MA I NOMI DEGLI ASSOCIATI , CARLETTO , TI SERVONO SOLO PER FARTI CAMPAGNA ELETTORALE ? MENO MALE CHE GLI ELETTORI NON SONO TUTTI CRETINI … E QUALCUNO POI LO ” TROMBANO ” . CHISSA’ SE AVRO’ IL PIACERE DI UNA RISPOSTA ?

    DOMANDA CHE TI PONGO DA 3 ANNI SENZA RISPOSTA ( SEMPRE IN COPIA ALLA SPONSOR – FALCETTI )

    LA QUOTA ASSOCIATIVA CHE RICHIEDI A COSA SERVE ? MI HAI INGANNATO !!! SONO VENUTO IN SEDE A TORINO PERCHE’ TI ERI PRESENTATO COME PALADINO DEI CIRIO BOND !!!!!

    INCASSATA LA QUOTA … NESSUNO SI E’ + DEGNATO DI CHIAMARMI , ANCHE SOLO PER AGGIORNAMENTI ( NON SONO SERVITE LE MIE TELEFONATE…LE MAIL INVIATE … IN COPIA ANCHE AL CAPO CLAN )

    SE RICEVI … RISPONDI VISTO CHE NON HAI AVUTO MAI IL CORAGGIO DI SCRIVERE. HAI TUTTI I MIEI DATI .

    cari lettori scusate se vi sembro incavolato … ma sono veramente incavolato perchè ci sono in giro tipi come Rienzi che , sotto la bandiera dei salvatori dei consumatori , persoguono soltanto la propria immagine e carriera. antonio

  • Ma vi rendete conto che la social card è una manovra che giova solo a se stessa e a tutto quello che smuove la sola produzione delle carte e di tutta la gestione dei vari pagamenti e ricariche.
    Bastava amentare 40 euro le pensioni minime e ci risparmiavamo tanta plastica, carte e lavoro inutile di persone che gestiscono il tutto.
    Mi piacerebbe sapere quanto lo stato (noi) paga alle società di gestione della carta. Ecco questi soldi potevano essere aggiunti alla cifra di 40 euro ed erogati tramite sistemi gia presenti come l’ inps o tramite crediti di imposta sui redditi bassi.

  • ritengo opportuno dire che al posto della social card, rilasciata ai cittadini bisognosi che a mio avviso è molto denigrante per le persone…..
    si sarebbe potuto intervenire con un accredito temporaneo nell’importo delle pensioni che sarebbe sato molto piu dignitoso…..
    giancarlo mariotto.

  • Salve avv.rienzi,volevo farle presente che mia mamma 82enne titolare di pensione di reversibilita’ da anni 26,non ha ricevuto la SOCIAL CARD ne piena ne vuota.Come dobbiamo comportarci? Nell’essere certa di un suo riscontro le porgo distinti saluti.

  • Salve avv. Rienzi e buongiorno a tutti,
    Non voglio assolutamente polemizzare sulla questione che ora Le illustrerò, e spero che non venga strumentalizzata politicamente. Questo perché penso che in realtà la Social Card sia un’idea che può essere abbastanza utile per i numerosi pensionati che non riescono ad arrivare a fine mese in questi anni di crisi. L’importante è che quello viene promesso poi venga rispettato e che non venga meno la fiducia degli elettori nei confronti di una classe politica incompetente.
    Questo è il problema:
    mia madre ha 80 anni e percepisce una pensione di 6900 euro annui. Lei avrebbe diritto alla social card perché rientra nella fascia di persone sopra i 70 anni che hanno un reddito inferiore a 8000 euro annui. Per richiedere in posta la social card bisogna presentare il modulo “I.S.E” ovvero “Indicatore Situazione Economica”, altrimenti la posta non accetta la domanda. Tra i punti che regolano l’assegnazione della social card il richiedente deve presentare un modello I.S.E il cui totale non superi i 6000 euro annui. E qui c’è l’inghippo, o meglio, l’incongruenza.
    Infatti il modello I.S.E si compila sommando i redditi ( 6900 euro annui di pensione + tutti le eventuali entrate e i beni posseduti). Io mi chiedo: come è possibile rientrare nella fascia sotto i 6000 euro quando la già misera pensione (unico reddito per mia madre) supera il totale? E’ possibile che ci sia stata una mancanza, una disattenzione o una forzatura in peggio nel redigere le caratteristiche dei richiedenti la social card, in quanto manca una specifica per chi ha più di 70 e possiede un reddito inferiore agli 8000 euro annui ma che non può neanche fare la domanda perché il suo I.S.E è per forza superiore ai 6000 euro richiesti?
    Queste sono le domande che mi pongo, e penso di essere (mia madre) una dei tanti milioni di italiani che potrebbero avere dei benefici fiscali intelligenti e che si ritrovano con un pugno di mosche per un piccolo cavillo di ignoranza. Basterebbe estendere il margine da 6000 a 8000 euro per il modello I.S.E.
    Non immagino poi la difficoltà che gli anziani riscontrino nel presentare la domanda se non seguiti da qualcuno che se ne prende cura.
    Spero che almeno Lei prenda in esame la mia segnalazione, per far luce contattando gli organi competenti (sicuramente otterrà maggior ascolto) su un argomento che riguarda tante famiglie italiane. Grazie Mille, distinti saluti

  • Salve a tutti,
    Non voglio assolutamente polemizzare sulla questione che ora Le illustrerò, e spero che non venga strumentalizzata politicamente. Questo perché penso che in realtà la Social Card sia un’idea che può essere abbastanza utile per i numerosi pensionati che non riescono ad arrivare a fine mese in questi anni di crisi. L’importante è che quello viene promesso poi venga rispettato e che non venga meno la fiducia degli elettori nei confronti di una classe politica incompetente.
    Questo è il problema:
    mia madre ha 80 anni e percepisce una pensione di 6900 euro annui. Lei avrebbe diritto alla social card perché rientra nella fascia di persone sopra i 70 anni che hanno un reddito inferiore a 8000 euro annui. Per richiedere in posta la social card bisogna presentare il modulo “I.S.E” ovvero “Indicatore Situazione Economica”, altrimenti la posta non accetta la domanda. Tra i punti che regolano l’assegnazione della social card il richiedente deve presentare un modello I.S.E il cui totale non superi i 6000 euro annui. E qui c’è l’inghippo, o meglio, l’incongruenza.
    Infatti il modello I.S.E si compila sommando i redditi ( 6900 euro annui di pensione + tutti le eventuali entrate e i beni posseduti). Io mi chiedo: come è possibile rientrare nella fascia sotto i 6000 euro quando la già misera pensione (unico reddito per mia madre) supera il totale? E’ possibile che ci sia stata una mancanza, una disattenzione o una forzatura in peggio nel redigere le caratteristiche dei richiedenti la social card, in quanto manca una specifica per chi ha più di 70 e possiede un reddito inferiore agli 8000 euro annui ma che non può neanche fare la domanda perché il suo I.S.E è per forza superiore ai 6000 euro richiesti?
    Queste sono le domande che mi pongo, e penso di essere (mia madre) una dei tanti milioni di italiani che potrebbero avere dei benefici fiscali intelligenti e che si ritrovano con un pugno di mosche per un piccolo cavillo di ignoranza. Basterebbe estendere il margine da 6000 a 8000 euro per il modello I.S.E.
    Non immagino poi la difficoltà che gli anziani riscontrino nel presentare la domanda se non seguiti da qualcuno che se ne prende cura.
    Spero che almeno Lei prenda in esame la mia segnalazione, per far luce contattando gli organi competenti (sicuramente otterrà maggior ascolto) su un argomento che riguarda tante famiglie italiane. Grazie Mille, distinti saluti

  • La social master card o tessera di povertà è vuota ed è 1 presa per le natiche dei poveri imbecilli che hanno votato n’ano primo! e ben gli Sta,Lin! l’iniziativa del 5% di sconto già esisteva presso alcuni “markets”! Per il BONUS i caaf dicono di not avere i moduli!!!! ed anche l’INPS come sostituto d’imposta lo afferma! Noi glielo abbiamo infilato nell’output e, anche se semi-internet-an-alfa&bete, ce lo siamo riprodotto per le amiche che ne avevano bisogno! ELUANA: Carlo Federico Grosso ha captato la consecutio logica che si effonde nell’aeree:
    Che ci vado a fare dagli avvocati se poi un ministeruccio pro -empore (può essere esautorato o reclamato dal S’ignore) mi annulla la sentenza di cassa azione? Spendo 1 caterva di soldi auffo! Quindi i miei diritti li faccio valere con altri mezzi, molto, molto creativi e molto, molto, gratuiti !!! E gli avvocati si vanno a cuccà!! E non possono più scialacquà e là, inclusi quelli “embedded (allet tati) da Bertuccioni !!! Chiamatemi, dopo aver fatto 1 mutuo, a tasso FESSO, all’ 892 007 !!!!

  • mia nonna ha ricevuto la social card,la posta le ha detto che era attiva e con i soldi….fatta la spesa ha fatto una figuraccia perchè sulla carta non vi era accreditato nulla!!!questa social card ha creato solo problemi.secondo me dovevano accreditare i soldi sulla pensione o…non inviare le bollette di luce e gas,visto che si possono pagare anche le bollette..ora vorrei sapere solo cosa si può fare per farsi accreditare questi benedetti soldi!certo che se si aspetta l’accredito per andare a fare la spesa………………….a voglia a rimanere digiuni!!ma non era un aiuto?è uno schiaffo alla dignità umana!!!vergogna!

  • Sono andato alla posta ed ho visto, con imbarazzo, una fila interminabile di suore per la procedura per l’ottenimento della tanto decantata social card … spontanea sorge la domanda si tratta di una forma nuova dell’8 per mille?
    Gli impiegati della posta mi dicono che la vera persona in stato di bisogno in genere si vergogna di richiedere la card, quindi apriamo una mainstream per il finanziamento alla chiesa cattolica ottenendo un riscontro in voti pesanti e qualche goccia d’olio sociale.

  • Sono invalido civile al 100% con accompagnamento. Unico reddito la pensione di invalidità Ho ricevuto la social card vuota perchè a detta dell’Inps supero il reddito, dato che, a loro dire, anche l’assegno di accompagnamento concorre a formare il reddito. Cosa non assolutamente vera!

  • Gent.mo avv. Rienzi, come già letto su alcune lettere inviate precedentemente, anche io faccio parte di quella categoria che ha si ritirato la social card tramite un ufficio postale i primi di dicembe, ma a tuttoggi risulta ancora vuota.
    Premetto che essendo ultrasessantenne rientro nella categoria del limite a 8.000 €.
    Credo sinceramente che possa esistere un problema burocratico che impedisca il regolare avvallo dell’importo previsto da accreditare sulla tessera e precisamente su limite ISEE richiesto.
    Si fà riferimento ad un unico limite ISEE che non deve essere superiore ad € 6.000 anche ammettendo un reddito di € 8.000 per chi ha più di 65 anni come me.
    Tutto ciò è incoerente e credo possa creare disguidi e ritardi sul normale rilascio del bonus che altrimenti avebbe già dovuto essere accreditato sulle social card di questa categoria.
    Mi auguro che vorrà approfondire la questione affinchè la sottoscritta e tanti altri nelle mie condizioni possano usufruire di questo piccolo ma comunque utile aiuto.
    Anticipatamente la ringrazio, Lidia Gentili.

  • Scrivo per conto di mio nonno che alla veneranda età di 98 anni, anche se superattivo ed ancora in gambissima, proprio non ce lo vedo ad armeggiare col mouse…
    La Social card che mia madre ha attivato dopo numerose manovre ed infinite perdite di tempo, che sicuramente non avrebbe potuto seguire da solo mio nonno, come del resto immagino chiunque altro di una certa età a cui spettasse tale “agevolazione”, è, finora, dopo tanto dispendio di energie, tristemente muta, quindi senza alcun quattrino caricato sopra e la cosa ci sembra, a dir poco, molto simile ad una presa in giro, visto per l’appunto anche le numerose peripezie necessarie alla sua attivazione, sicuramente non alla diretta portata di una persiona anziana benchè autosufficiente.
    Un pò come una gara ad eliminazione, in cui i numerosi concorrenti aspiranti, sono stati mano mano vittime di una prima selezione naturale sull’accidentato percorso, per poi giungere al traguardo, stanchi ma soddisfatti, salvo poi trovarsi con un pugno di mosche! Bè se c’è situazione più calzante con il classico detto dopo il danno la beffa, ditemi un pò voi…
    Luca Caratti

  • La faccio breve:dopo tanta fatica,carta,tempo e incavolature il 5 dicembre u.s. ho ricevuto la social card per i mieri genitori ultraottantenni.Dopo 25 giorni ho ricevuto il PIN; a distanza di un mese e mezzo la carta è sempre rimasta vuota . Ieri mi è arrivata una lettera dall’INPS nella quale si dice che i miei non hanno diritto all’attivazione della suddetta carta in quanto con il cumulo tra pensioni e ulteriore reddito (che non hanno!!) superano il tetto. Enrambi vivono con quasi 1.500 euro mensili in totale, pagano 600 euro di affitto al mese (con contratto regolarmente registrato), non hanno alcunchè di ulteriore reddito, il loro ISEE (stilato dal CAF) èstato calcolato di 5.200 euro! Mi chiedo: che tipo di controllo ha fatto l’INPS ? Ho consegnato tutta la documentazione richiesta, era necessario un controllo? non si fidano dei Caf? Ritenendo un loro grave errore di valutazione, rifarò tutto l’iter burocratico anche se mi costerà tempo e ancora incazzature, ma ora è un problema di principio! Sono infuriata! Saluti

  • Salve, espongo la mia situazione.
    A dicembre mi arriva a casa l’incartamento per presentare richiesta social card per mio figlio Pietro di 1 anno.
    Il 17 Dicembre presento la domanda e mi viene rilasciata la carta dicendomi che mi sarebbe arrivato il PIN via posta e che dopo mi sarebbero state caricate le prime 120 euro.
    Il PIN arriva due settimane dopo e subito chiamo il numero verde per sentire il saldo che risulta a zero euro.
    Chiamo il numero verde che mi dice di chiamare l’inps. L’inps non risponde e allora vado al loro ufficio di sesto fiorentino dove mi dicono di andare alle poste dove mi dicono di chiamare il numero verde INPS.
    Dopo vari giorni mi rispondono dicendomi che ancora non gli risulta arrivata la mia pratica ma di non preoccuparmi perchè avevano avuto molte domande e di richiamare qualche giorno dopo.
    Oggi ho chiamato di nuovo e l’operatore mi ha detto che la pratica non è arrivata e che mi conviene rifare il tutto e alla mia risposta che in questo caso perderei i 120 euro piu’ gli altri 80 lui ha detto “èh si”.
    Cosa devo fare? c’è un modo per fare valere le proprie ragioni?
    Grazie

  • Scrivo per conto di mia zia, che vive in casa con me e i miei genitori.
    La Social card che ho attivato dopo infinite perdite di tempo, è tristemente muta, quindi senza alcun soldo caricato sopra.
    adesso chiedo come posso risolvere il problema e a chi rivolgermi.
    grazie di di tutto
    aspetto vostre notizie

  • Salve, scrivo per conto di mia madre, la quale, dopo molte peripezie, è riuscita a ricevere la social card, ma senza alcun accredito delle somme spettanti.
    Vista l’ennesima “bufala italiana”, si puo’ sapere come risolvere il problema o a chi rivolgersi?
    Grazie infinite

  • Con la presente,
    Avv. rienzi volevo capire perchè come informativa per il rilascio della social card veniva indicato l’ isee, successivamente sono cambiate le condizioni.
    Infatti dopo h di code per la card, il rilascio da parte dell’ ufficio postale e dopo essermi sentita al momento dell’ utilizzo tessera non abilitata; solo dopo tre settimane mi viene detto (dietro mia insistenza perchè contattato l’ inps),che mio nonno invalido al 100% con la sola pensione d’ invalidità e l’ accompagnamento non ha i requisiti??????????
    Vorrei capire se non ha i requisiti mio nonno, a chi spetta questa social card?????????
    In attesa di una Vostra cominucazione Vi porgo cordiali saluti.

  • Salve, vorre illustrare la mia situazione e vorrei capire per quale motivo un onesto cittadino debba essere preso per il culo con quetsa storia della social card.
    ho fatto la mia bella richiesta della s.c. l’ 11/12/2008 , quindi sarei dovuto rientrare nella fascia delle persone che avrebbero dovuto ricevere anche la ricarica per i mesi di ottobre novembre dicembre 2008, ma non è stato cosi.
    Vorrei sapere se è possibile richiedere qualche tipo di risarcimento per la mancata ricarica della social card, non tantoper una questione di soldi ,bensì per una questione di principio per il quale lo stao non ha nessun diritto di prendere per il culo il cittadino.
    Per qualsiasi iniziativa mi rendo disponibile e sarei ben contento di essere informato.

  • mi unisco al coro delle lettere pubblicate in quanto anch’io, per mia madre 93 anni, ho affrontato una una lunga serie di perdite di tempo fino alla consegna della documentazione all’uff. postale che mi ha consegnato al card (io x evidenti motivi sono la delegata di mia madre) dicendomi che avrei ricevuto il PIN (mai avuto).
    Ho fatto numerosissime telefonato al n° verde e all’INPS e sono stata sempre rimbalzata da un ufficio all’altro. Morale la carta è ancora con saldo zero!
    Non sono certo i 40 euro che risolveranno i problemi di mia madre che, per sua fortuna ha me, ma mi fa infuriare la dichiarazione di Tremonti: abbiamo consegnato 500 mila tessere e presto speriamo di arrivare a 1 ml.
    Per quanto costa potranno darne anche 60 milioni! Siccome sono davvero molto infuriata mi piacerebbe sapere a chi rivolgersi dal momento che i call-center sono dei muri di gomma.
    Grazie

  • Salve,anch”io scrivo per conto di mia madre ,una aitante signora di 80 anni.
    Inutile star quì a raccontare le trafile interminabili per avere le social card ,ma la sorpresa più grande è stta quando abbiamo scoperto che dopo essere stata caricata una volta ,la suddetta social card può anche essere cestina ta perchè non verrà mai più ricaricata.inutili sono state le richieste di informazioni agli uffici competenti. grazie

  • Egregio avv Rienzi

    Inutile riportarle quanto e’ gia’ di dominio pubblico, mio suocero ha ricevuto
    la famosissima tessera ma al momento risulta vuota.
    Cosa mi consiglia di fare ?
    Con Stima.

  • Reddito Isee = euro 6.513.00 eta’ 71….la carta non è mai stata ricaricata, dicono che non ho diritto per reddito, ma per chi ha piu’ di 70anni il limite non si laza a euro 8.000.000?

    p.s scrivo per mia madre

  • gentilissimo avv. rienzi il problema che ho con la social card di mia suocera e diverso dagli altri. premetto che mia suocera ha l elzheimer per cui e impossibilitata ad andare paersonalmente a fare la spesa e a questo compito ho sempre assolto io senza avere nessun tipo di problemi fino a qualche giorno fa.infatti mi sono recata con mio marito a fare la spesa(il figlio della intestataria della carta)nel supermercato dove ho utilizzato costantemente la social card ma questa volta mi e stato impedito dalla capo cassiera in maniera vigorosa di poter utilizzare la suddetta carta adducendoscuse su una normativa nazionale ed interna che ne impedirebbe l uso a tutti fuorche alla intestataria.ora io mi chiedo.come e possibile che avendo ottenuto la cartae quindi avendo gia dimostrato di essere in diritto di usufruire di queste 40 euro ad una persona impossibilitata a presentarsi personalmente venga negato ciò che lo stato ha riconosciuto?perche la capo reparto mi ha risposto dopo tutte le delucidazioni del fatto che neanche dietro presentazione di delega puo accettare l uso della carta quindi mia suocera la carta se la guarda e basta?ce l ha per bellezza?infuriata siamo andati via da questo cento Auchan e ci siamo recati in un Ipercoop a poca distanza dove ho chiesto se ci fossero problemi a riguardo e di fatti problemi non ce ne sono stati cosi come e successo per tanti altri supermercati della zona che poi ho iniziato a provare per vedere cosa succedesse.ora io vorrei sapere a chi devo rivolgermi per andare a dire due parole di chiarimento a questa capo cassiera tanto simpatica!!!!grazie mille

  • questo mese non mi e’ stata ricaricata la carta con motivazione che l’isee inerente a mio figlio mario (nato il 22/06/2008) supera la soglia prevista, da premettere che non sono sposata, ho tre bimbi piccoli e non lavoro, ho un isse zero, quindi mi domando dov’e’ il problema, li perdo questi soldi o eventualmente li rimborsano se non mi viene ricaricata la carta per gennaio/febbraio, grazie. maria ceccarelli dalla provincia di catania

  • e possibile sapere perche mia madre non ha piu ricevuto alcuna ricarica sulla social card? Creda, 80 euro, anche se pochi, le fanno comodo visto che di recente ha avuto un ictus e necessita di tante cure in piu grazie.

  • egr.avvocato rienzi non mi è stata ricaricata la social card è una vergogna prendo 460,00 euro di pensione mensili dobbiamo rubare per andare aventi?mio marito è molto ammalato è una vergogna grazie in fede paola

  • Alla scadenza della carta acquisti di mia zia di 91 anni, il 12 marzo 2015 ci siamo recati presso l’Ufficio postale di Via Mentana a Terni per richiedere la sostituzione. E’ stata consegnata subito la nuova carta, ma il PIN che doveva arrivare via posta dopo qualche giorno non è mai arrivato. Ormai dopo decine di proteste verbali, scritte, fax ed e-mail, di cui l’ultima di qualche minuto fa presso il sito di poste italiane, non so più cosa pensare, anche perchè sembra siano molti a Terni nelle stesse condizioni. Si tratta di incompetenza da parte di chi doveva spedire, oppure di malafede? Un saluto.

  • Stiamo al 27 agosto e non mi hanno ancora ricaricata la social card di luglio – agosto. Altro che class action.
    Qui ci vuole una BURN ACTION .Qualcuno si trova nelle mia situazione?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.