PARTONO LE PRIME 3 CLASS ACTION CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Il Codacons ha notificato oggi, data di entrata in vigore del Decreto Legislativo n. 198 del 2009, le prime 3 class action contro la P.A.

Ecco una sintesi delle tre azioni collettive del Codacons, che riguardano il settore sanità, sicurezza e scuola.

Sintesi class action “vaccino influenza A”

Link per aderire:

http://www.termilcons.net/index.php?pagina=page_publicForm&idForm=40&css=1

Sintesi class action “comuni rischio frane”

Link per aderire:

http://www.termilcons.net/index.php?pagina=page_publicForm&idForm=41&css=1

Sintesi class action “classi pollaio”

Link per aderire:

http://www.termilcons.net/index.php?pagina=page_publicForm&idForm=43&css=1

26 Commenti

  • Vorrei sapere se si può aderire alla class action anche se non ci si è vaccinati e se, in caso non venga accolta, si devono pagare spese legali o altro. Grazie.

  • Ciao Carlo, ti seguo sempre con molto interesse e ti faccio complimenti per le
    ottime iniziative, ma spero che non tralasciate la “vergogna” dei 38,00 Euro che il cittadino deve pagare dal 2010, per fare il ricorso ad una multa ingiusta. Non sarebbe il caso di proporre una class action anche per questo mal tolto a tutti gli italiani?Noi siamo sempre al vostro fianco.
    Cristiano Tozzi

  • Gent. avv Rienzi,
    complimenti per la sua attività; in siti finanziari ho letto che si potrebbe intraprendere una class action anche per bondisti ed azionisti Alitalia che non hanno aderito all’offerta del Mef e si auspicava che associazioni a tutela dei consumatori prendessero l’iniziativa.
    Quale è il suo parere in merito? Grazie e buon lavoro Rita

  • Gentile Avvocato Rienzi,
    Sono uno studente e ricercatore all’Universita’ di Berkeley in Ingegneria nucleare mi occupo di smaltimento delle scorie radioattive e reattori di IV generazione, ho avuto occasione di vedere le sue interviste a striscia la notizia sulle nuovi centrali nucleari. Molte delle cose che lei dice sono imprecise, anche se l’intento e’ nobile. Mi farebbe molto piacere poterle spiegare la differenza tra la terza e la quarta generazione, la prego di contattarmi via email. Mi scusi se uso questo spazio che poco ha a che fare col nucleare.

  • Gentile Avvocato Rienzi,
    combatto per una giusta causa e sarebbe meraviglioso poter promuovere una class action su questo…e la famosa legge 80 sulle 12 patologie non riveribili da visita asl(ora inps)bene ho diffidato tre mesi fa inps,asl citando il decreto ove la patologia della mia coniuge risulta elencata nelle patologie escluse ma la risposta telefonica(nemmeno scritta eh…)della asl indica che deve essere chiamata lo stesso a visita…ma come?il decreto e chiaro…dice che la asl deve comunicare all inps chi non deve fare la visita e chi è esente..e la stessa inps poi deve comunicarla all interessato….ma cosi non sembra essere….chiedo gentilmente una suo consiglio…grazie e la saluto

    francesco mattana

  • salve ,gentile avvocato Carlo Rienzi ,volevo chiederle alcuni chiarimenti in merito all’improvviso innalzamento dei prezzi della bolletta dell’enel a me pervenutami nel biennio gennaio -febbraio 2010 …con un aumento del 100% dalle vecchie bollette …la ringrazio nell’attesa di una sua benevole risposta…arrivederla

  • Caro Rienzi,

    Le comunico che, nel Comune di Davagna (Genova) in frazione Marsiglia (GE) in regione Liguria, vi è una frana ferma da decenni e nessuno finora ha fatto nulla per porre tale frazione in sicurezza, da un eventuale smottamento del terreno. Le significo che in tale frazione il territorio è formato da falde acquifere.

    Tale comunicazione le viene inviata, per vedere da parte di codetsa Codacons la possibilità di attivare la procedura dell’azione della class action.

  • Buongiorno,
    la ringrazio per le informazione e l’attivita’ che svolge per tutti noi.

    In merito alle petizioni che lei riporta ho cercato maggiori informazione riguardo il sito che le ospita e che immagazzinera’ tutte le informazioni delle persone che aderiranno.

    Purtroppo non ho trovato nulla tranne il logo “Consumatori del Terzo Millennio”.

    Puo’ darci maggiori informazioni a riguardo per assicurarci la loro trasparenza ed autorevolezza.

    Grazie
    Cordiali Saluti
    Alessandro Surace

  • caro avvocato Rienzi
    ho letto che da Gennaio 2010 è partita la possibilità di ”class action” per le Società che effettuano abusi sul cittadino:

    La Sidra società che gestisce l’acqua a Catania per conto del Comune ha fatto pagare la depurazione, come a sua conoscenza la corte Costituzionale ha emesso una sentenza che la Sidra deve restituire le somme illecitamente percepite-

    L’acquedotto resiste, come ha conoscenza a Febbraio 2010 un cittadino ha proceduto ed il Giudice di Pace di Catania ha condannato la Sidra a Restituire quanto illegalmente percepito.

    Visto che anch’io ho un caso uguale vorrei sapere se voi come associazione avete attivato la possibilità di fare una class action contro la Sidra a Catania

    Vorrei sapere a chi rivolgermi

    Grazie
    Mauro Pulvirenti

  • Gentile Avvocato Rienzi,
    sono da più di venti anni residente in una contrada che secondo la posta non è coperto dal servizio postale. Finora all’ufficio postale mi hanno sempre, in modo informale, messo da parte la posta e ogni tanto andavo a ritirare le lettere presso l’ufficio postale. Ora mi chiedono di prendere una casella postale a pagamento. Ma cosa faranno delle mie lettere se non ingoio questo rospo? Non vedo motivo di pagare per un servizio che tra l’altro il mittente ha già pagato con il francobollo.
    Da anni che non posso più ricevere pacchi! Ritornano al mittente: Destinatario non conosciuto etc. E il mittente paga pure per riavere il suo pacco.
    Esiste l’obbligo di consegnare la posta a domicilio?
    Non mi rispondi in forma cartacea 😉
    Tanti saluti dalla Sicilia
    Andreas Domer

  • Gentile Avvocato Rienzi,
    la ringrazio per la sua attività meritoria che va’ restituendo ai cittadini la consapevolezza della necessità di far uso, in ogni campo, dei rari strumenti di democrazia partecipativa messi a disposizione dalla legislazione vigente.
    Vengo a sollecitarle un’iniziativa che da sola costituirebbe la chiave di volta di un sistema fondato sulla class action: la class action contro la Banca d’Italia sul signoraggio bancario! Occorre che una volta per tutte il cittadino si veda restituire i redditi derivanti dall’emissione della moneta. Con quel denaro si potrebbero abbassare finalmente le tasse e dare ai disoccupati un sussidio o meglio un reddito di cittadinanza (al quale tutti hanno diritto).
    La ringrazio anticipatamente e spero si provocare un dibattito intorno al tema.

  • Gent.mo Dott. Rienzi
    tempo fa, ho sottoscritto l’iscrizione alla codacons per partecipare al ricorso dei docenti precari, per l’immissione in ruolo, poi non ho avuto nessuan notizia,neanche sul sito, vorrei sapere se il tutto è andato in buca, ma mi meraviglio perchè Lei quando inizia una battaglia la porta a termine,se può darmi una rispsota le sono grato
    Amedeo

  • gent. dott. rienzi, tempo fa, vedendo stiscia la notizia lei a dato un comunicato sulle pensioni di reversibilità inpdap. io sono vedova con pensione di reversibilità dal 2005,volevo sapere se era vero che cel’avrebbero data x intero, perchè sono andata all’inpdap e mi hanno detto che non è vero niente, che la codacns da notizie false solo x avere molti iscritti. volevo sapere se anche io ho diritto agli arretratti.nel concludere le porgo i miei saluti ringraziandole di sua gradita risposta.

  • Gentile dott Rienzi,
    sono un medico che ha avviato attraverso il CODACONS l’azione collettiva per il recupero delle differenze retributive (e per il recupero dei contributi non versati) negli anni della specializzazione (1995-1999). Dopo aver versato 380 euro per l’iscrizione biennale al Codacons non ho più avuto riscontri né aggiornamenti. Potrebbe gentilmente farci avere notizie?? Oppure indicarmi qualcuno che possa fornirle. grazie.

  • Gentilissimo sono un iscritto al Codacons e vorrei fare una domanda
    ho un debito con l’equitalia, ho richiesto la dilazione nei pagamenti cosa che è stata accettata,mi hanno spedito però due piani di ammortamento uno relativo alle rate ok un altro relativo agli interessi ,ma in questo noto che dovrei pagare anche gli interessi sulle rate degli interessi. E’ possibile faree questo o è il classico anatocismo? anticipatamente se ciò non è passibile cosa devo fare ? la ringrazio anticipatamente della risposta che mi vorrà dare

  • Gentile avvocato, non ho ricevuto risposta alcuna dalla “class action” specializzandi in otorinolaringoiatria e sono tempestato da telefonate di altri studi legali ai quali non so proprio cosa dire…
    Ho fatto bene ad affidarmi al suo studio legale e nella fattispecie al carrozzone codacons/termilcons?
    Ultima telefonata della dott.ssa balsamo della consulcesi
    Grato di una cortese risposta, porgo distinti saluti

  • Gentile avvocato, ho ricevuro dalla Codacons una e-mail sulla class-action per i medici pecializzati e non retribuiti , sarei interessato ma il link per seguire le istruzioni ed eventualmente partecipare non si apre , non e’ piu’ possibile fare nulla ?
    grazie rimango in attesa di risposta

  • Gentile avv Renzi
    Vorrei chiarimenti sulla class action medici specializzandi periodo 88 92 . Ho aderito al focoso tramite termilcons ed ho avuto di recente una comunicazione che lo stesso verrà discusso ad aprile 2011 . Nella stessa comunicazione si dice che i termini per il ricorso, alla luce delle recenti sentenze che hanno dato ragione agli specializzandi, e il 15 gennaio 2011. Non capisco se la mia posizione è già in regola o devo fare una nuova adesione. Grazie

  • Gent.mo dott. Renzi,
    sono un’insegnante di scuola media e genitrice di un alunno che frequenta la stessa scuola in cui insegno. Nella nostra sede esistono almeno due classi pollaio…siamo ancora in tempo per partecipare alla class action contro le classi pollaio?
    Grazie infinite pre la sua attenzione

    Maria Chiara Seppoloni

  • Caro dottore Carlo Rienzi, approposito del 17 dicembre inferno in autostrada, da vittima sono qui a dirle che siamo in mani di persone che a mio avviso sono assetate da dio denaro. Sono un agente di polizia sono rimasto bloccato per ben 13 ore a 13 km da firenze sud direzione milano. Dicono che hanno dato soccorso con coperte e viveri, ma dove erano forse a casa loro, li non c’ era nessuno nemmeno a dirci quanto dovevamo restare li incastrati dal maltempo. Ero provvisto di catene e gomme antineve ma se la societa’ autostrade, sapendo delle perturbazioni critiche fa entrare anche chi ne e’ sprovvisto, succede ed e’ successo il caos era troppo lavoro mettersi hai vari imbocchi del tratto autostradale e far entrare solo chi era provvisto di catene o gomme anti neve? Sono rientrato a casa alle 12 del 18 dicembre. Il bello che nessun numero di servizi utili all’informazione di polizia carabinieri vigili del fuoco e societa’ autostrade risultava libero era continuamente occupato, abbiamo saputo qualcosa dal 892424 , ma ci rendiamo conto? e poi la chicca….. militari con fuoristrada che aprivano la strada nella corsia d’emerganza a macchine civili con lampeggiante e scorta di coda con la polizia, per quelle persone tutto e’ possibile per i comuni mortali non c’e’ nulla, anzi mi sbaglio ci sono le tasse da pagare, detto cio’ spero che non succeda piu’ una cosa del genere. Le vorrei chiedere infine dove posso trovare il modulo se mai ci sara’ il rimborso o a chi mi posso rivolgere, la ringrazio per la cortese attenzione e porgo distinti saluti.

    Marco Posti.

  • Buongiorno Dr.Renzi,sono uno “disgraziato/scampato” ai disagi sopportati sull’A1 fra Valdarno ed Incisa nella notte del 17/18 Dicembre..tutto il pomeriggio del 17, la notte e fino alle 11 del 18..passato al freddo, sotto la neve e senza un minimo conforto da parte di NESSUNO…siccome hanno parlato di indennizzi..vorrei sapere se da parte Vs, ci sono iniziative in tal senso..e cosa devo fare.La ringrazio per il tempo che mi vorrà dedicare e la risposta che gentilmente se può mi invierà.Saluti Claudio Lombardi.

  • egregio avv. rienzi, mi riferisco alla class action dei professori a contratto.
    mi è giunta una email da termilcons in cui forniscono il modulo che dovrei firmare per l’adesione a tale azione.
    ma non è indicato il costo che dovrò pagare: ho già scritto due volte all’indirizzo fornito- professoriacontratto@termilcons.com-ma non ho avuto risposta.
    se firmo tale lettera di adesione, sono poi tenuto a pagare i costi della stessa, indipendentemente dal loro ammontare?
    grazie dell’assistenza
    bruno bonati

    Eccezionalmente in risposta:

    NIENTE E’ DOVUTO AL CODACONS PER LA ADESIONE ALLA CLASS ACTION DEI PROFESSORI A CONTRATTO ESSENDO LA STESSA TOTALMENTRE GRATUITA!
    CHI VORRA’ POI AGIRE INDIVIDUALMENTE PER FAR RICONOSCERE IL RAPPORTO A TEMPO INDETERMINATO E IL RISARCIMENTO CONSISTENTE NELLA DIFFERENZA TRA LA
    RETRIBUZIONE EFFETTIVAMENTE PERCEPITA E QUELLA DOVUTA PER LEGGE POTRA’ FARLO CON UN SUO AVVOCATO O CON IL CODACONS ISCRIVENDOSI ALLA ASSOCIAZIONE CON LA QUOTA CHE SARA’ INDICATA!
    MA SI RIPETE:
    LA ADESIONE ALLA CLASS ACTION E’ GRATUITA E NON IMPLICA ALCUN OBBLIGO
    NE’ DI PROPORRE POI IL RICORSO INDIVIDUALE
    NE’ DI PAGARE ALCUNCHE’!

    Staff del blog

  • Carissimo Carlo Rienzi
    Sono un’artigiano raffinato scultore che professo il mio mestiere in arte LAPIDEI da anni, ma il mio problema di oggi e’ quello che le POMPE FUNEBRI
    ci portano via il nostro lavoro, in sostanza quando fanno il funerale propongono ai familiari di fornire pure la lapide che poi tra l’altro trovano sempre qualche marmista che gli fanno il lavoro a basso costo mentre loro rivendono il prodotto il triplo di quello che lo pagano a noi, e non fanno fatture a nessuno,evadendo cosi’ dei diritti allo stato. Nonostante che io a mia volta ho abbassato i prezzi della meta’ per riconquistarmi la clientera, non riesco quasi piu’ a lavorare lasciandomi solo a pagare le tasse su un lavoro che continuamente perdo… Loro (i becchini tra’ l’altro per un funerale chiedono 3,000, 4,000 , 5000,00 Euro) e pensare che una cassa da morto , la piu’ costosa la pagano 700,00 Euro, tutto il resto e’ guadagno, spennano cosi continuamente la gente malcapitata e in disgrazia, fatturando meno della meta’, senza che nessuno possa dir loro niente, e’ giusto tutto questo? mentre un funerale si puo’ fare benissimo anche a 2000,00 Euro ( da analisi pervenute da vari fornitori per addobbi funebri)… Sono in una situazione disperata ho chiesto aiuto a voi per trovare una soluzione a questo mio problema che in questa coalizione di necro- delinquenti, quelli che ci rimettono sono sempre le persone serie cher onestamente giuorno per giorno non sanno dove sbattere la testa per andare avanti….Spero a una vostra gentile risposta e sarei grato se questo ladrocinio, venisse da parte Vostra pubblicato per aprire gli occhi alle persone che giornalmente cadono in disgrazia…. Anticipatamente ringrazio, Sergio Lombardi

  • mi sono specializzata nel 1989 in Medicina interna.
    vorrei aderire al ricorso per la mancata remunerazione .
    sono ancora in tempo ? e come posso fare?
    grazie
    m.rosa frau

  • Sono un endocrinologo diabetologo specializzatosi nel 1894 e come seconda scuola nel 1987.
    Ho partecipato con voi al ricorso per la remunerazione e ho ricevuto notizia della non liceità della richiesta per prescrizione dei termini. Ho aderito al ricorso in appello ed ora con la sentenza della Cassazione che in agosto ha sancito la non prescrivibilità della richiesta pensavo fosse tutto a posto.
    Ma non riesco a parlare con nessuno della Ter.Mil.Cons sul cui sito appare che è lei che si sta interessando della “action”.
    Voletre contattarmi o devo pensare che i soldi già più volte versati fanno parte della ennesima truffa!
    Grazie
    Mario Vetri

    p.s.: il mio cell. per chiunque voglia farmi sapere qualcosa (è noto anche ai miei pazienti) è 339-6928064

  • avv.carlo rienzi
    sono una cittadina residente nel comune di vergato sono ormai tre anni che chiediamo alla ammistrazione publica la messa in sicurezza della dellla strada
    guard-rail tutti divelti
    mancanza segnaletica orizontale strisce bianche
    e da marzo 2010 una frana ha compromesso la viabilita
    strada chiusa con massi
    il comune contina a dirci che non ha soldi
    cosa possiamo fare per obligare il sindaco a riaprirci la strada ?
    visto che per ora dobbiamo allungare e di parecchio la strada per raggiungere i posti di lavoro transitando su una strada di un altro comune
    grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.