LIBERALIZZAZIONI: SU TAXI POTERI RESTANO A COMUNI

IL CODACONS CHIEDE IL RITIRO DEL DL “CRESCI ITALIA”, ORMAI DIVENTATO “CRESCI LOBBY”

Saranno i comuni a poter decidere sulle licenze dei taxi ed il parere dell’Authority sarà obbligatorio, ma non vincolante. In pratica – afferma il Codacons – tutto resterà come prima, con i sindaci in ostaggio dei tassisti, incapaci di aumentare le licenze per paura delle proteste e dei blocchi della circolazione.
Per l’associazione si tratta dell’ennesimo cedimento del Governo alle tanti lobby, una vergogna a danno dei cittadini!
A questo punto sarebbe molto più dignitoso, considerato che il dl “Cresci Italia” è ormai diventato “Cresci Lobby”, ritirare il provvedimento e limitarsi a varare l’unica cosa buona ormai rimasta, ossia lo scorporo Snam Rete Gas da Eni, che però non avrà effetti positivi sul portafoglio nel breve periodo – conclude il Codacons.

1 Commento

  • Carissimo..perché ‘ invece di stare a parlare sempre dei taxi e quindi fare la voce grossa con i piccoli nn dice nulla sull aumento della benzina che sta mettendo in ginocchio tutta l Italia?????perché’ nn fa la voce grossa anche con i petrolieri???ha paura di essere schiacciato ???e’ facile parlare e chiacchierare e sparare sulla croce rossa….sono una cittadina che paga fior fiore la benzina per andare a lavoro….ma lei…dove c….o sta????grazie per non esserci!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.