Category Archives: Internet e dintorni

AVVISI DI PAGAMENTO DI EQUITALIA, OCCHIO ALLA TRUFFA!

mail

Riporto, per evitare che qualcuno possa cascarci, l’allarme lanciato da Equitalia: a quanto pare, infatti, continuano ad arrivare email truffa contenenti presunti avvisi di pagamento della società di riscossione e che invitano a scaricare file o a utilizzare link esterni.

L’avviso è comparso sul sito dell’agenzia di riscossione, a seguito di ripetute segnalazione. Equitalia è assolutamente estranea all’invio di questi messaggi e raccomanda nuovamente di non tenere conto della e-mail ricevuta e di eliminarla senza scaricare alcun allegato. Le ricorrenti campagne di phishing, cioè di tentativi di truffa informatica architettati per entrare illecitamente in possesso di informazioni riservate, sono state più volte segnalate a Equitalia dal Cnaipic (Centro nazionale anticrimine informatico per la protezione delle infrastrutture critiche), l’unità specializzata della Polizia Postale e dal CERT-PA (Computer Emergency Response Team della Pubblica Amministrazione).

Di seguito, a titolo esemplificativo, sono riportati alcuni dei domini utilizzati per l’invio delle false e-mail di cui Equitalia ha avuto conoscenza sulla base delle segnalazioni, anche informali, dei destinatari delle medesime:

assistenza@creval.it, assistenza@protocol.it, autorizzata@postcert.it, avviso@eq.it, avviso@equ.it, avviso@equitalia.it, b4g112693.329597469@gruppoequitalia.it, b4g116353.654618283@gruppoequitalia.it, b4g232024.871969135@gruppoequitalia.it, b4g340831.290834225@gruppoequitalia.it, b4g37105.7327400958@gruppoequitalia.it, b4g484809.283418861@gruppoequitalia.it, b4g589127.28767122@gruppoequitalia.it, b4g829188.595601231@gruppoequitalia.it, b4g829823.325938126@gruppoequitalia.it, b4g959117.53274326@gruppoequitalia.it, cifre@equitliaroma.it, eqeuitalia@sanzioni.it, equitalia@avvia.it, equitalia@sanzioni.it, eqeuitalia@sanzioni.it, equitaliat@raccomandata.it, esecuzionipressoterzi.pugla@pec.equitaliasud.it, fatture@gruppoequitalia.it, fatture-equitalia@fatture-gruppoequitalia.it, info@unipol.it, info@venetobanca.it, info_9@intesasanpaolo.it, info14@bcpp.it, info17@bcpp.it, info19@cse.it, info6@bcpp.it, info28@bper.it, info55@bper.it, info76842@bcca.it, multe@equitalia.online, noreplay@bancoposta.it, noreply@certificazione.it, noreply@equitalia.it, noreply@legge.it, noreply@pec.it, noreply@postecert.it, noreply@protocol.it, noreply-equit@eq.it, pagamenti@equitalia.it, pagamento@equitalia.it, pagamento@gruppoequitalia.it, pagammento@equitalia.it, reply-equi@riscossioni1.it, servizio@equitalia.it, servizio@unicredit.it, servizio_clienti@poste.it, support@update.it, veneziagiulia@pec.equitalia.it, zaeaisrl@pec.it, zuhadsrl@pec.it, web_1@postepay.it.

Mi raccomando, non facciamoci fregare!

CR

Un’Aula è sempre un’aula (purtroppo per noi)!

Cari Amici,

come forse saprete, dopo l’articolo 18 anche l’articolo 4 dello Statuto dei lavoratori è finito in soffitta. Nel decreto attuativo del Jobs Act, il Governo ha infatti messo mano alla norma che vietava l’utilizzo degli strumenti aziendali per controllare i dipendenti. La nuova riforma del mercato del lavoro prevede infatti che l’azienda possa effettuare controlli a distanza sui propri dipendenti attraverso impianti audiovisivi (pc, tablet, telefoni aziendali) senza la necessità di accordi sindacali preventivi. E i sindacati, come prevedibile, sono insorti.

Oggi, però, non vi scrivo solo per informarvi di questo – pur importante – passaggio legislativo; intendo concentrare l’attenzione su una questione correlata (almeno a parer mio). Sarei infatti anche d’accordo, in linea di principio, con l’iniziativa del Governo, e – per una volta! – potrei anche appoggiarla.

A una condizione, però: a patto che il controllo si allarghi anche a pc e cellulari in dotazione ai nostri parlamentari. Vi racconto un aneddoto che le cronache hanno (quasi del tutto) taciuto: qualche mese fa, gli studenti di un istituto campano – l’Itis di Frattamaggiore – sono stati ammessi in visita alla Camera. In Aula si dibatteva dell’assetto istituzionale, e i ragazzi erano comprensibilmente emozionati; finché, introdotti all’interno dell’emiciclo, non hanno dovuto fare i conti con uno spettacolo (stando alle loro parole) “indecoroso”. Ad “ascoltare” il dibattito, infatti, oltre a decine di deputati distratti e indifferenti, si trovavano anche – udite udite – alcuni politici impegnati (si fa per dire) su social network, giornali sportivi, chat, giochi e giochini on-line. Qualcuno tirava i rigori con il tablet, qualcuno accatastava gelatine sullo smartphone, come i discoli degli ultimi banchi mentre il professore spiega Manzoni.

E allora, ecco la mia proposta al Governo: allargare ai nostri rappresentanti in Parlamento il controllo riservato ai dipendenti nelle aziende. D’altra parte, restano pur sempre dei servitori dello Stato! Lo sapete, il gioco della provocazione mi piace: ma non è che – per caso – sareste d’accordo?


Un saluto,
Carlo

FATTI I FATTI NOSTRI (una finestra sul Codacons..)

Finalmente!  Esce sul web una nuova iniziativa del Codacons: “Fatti i fatti nostri (una finestra sul Codacons)”.

Si tratta di un periodico mensile che riporta non solo le più recenti azioni avviate dal Codacons a tutela dei cittadini ma anche una selezione dei fatti più stravaganti accaduti nel mese corrente agli avvocati dell’Associazione. Saranno descritte vicende simpatiche con protagonisti bizzarri, gossip e non solo..

E’ una iniziativa nata per avvicinarci ancor di più ai consumatori i quali, trovandosi a leggere i nostri singolari avvenimenti quotidiani, potranno forse sentirsi parte anche loro della nostra quotidiana battaglia sociale contro le ingiustizie che angustiano il nostro Paese.

Il mensile “Fatti i Fatti Nostri” o FFN sarà pubblicato in formato PDF scaricabile gratuitamente sul Blog di Carlo Rienzi, sulla pagina Facebook del Codacons e sarà allegato alla newsletter del Codacons.

Clicca qui per leggere il N. 1 relativo al mese di ottobre 2013.

Buona lettura…!!!

E lasciate commenti…!!!

Inaugurato il nuovo blog www.carlorienzi.it

new_blog

E’ attivo il nuovo blog di Carlo Rienzi.

Sempre su piattaforma WordPress il nuovo blog www.carlorienzi.it è attivo.
Il nuovo blog è stato messo a punto da Kaveen.net e Umbertoweb.
Ci auguriamo che vi piaccia, esprimete il vostro parere votando il sondaggio appositamente creato.

Che ne pensi del nuovo blog?

View Results

Loading ... Loading ...