Category Archives: Incontri/Convegni

A Cernobbio è stata persa un’occasione per parlare dei problemi reali dei cittadini

cernobbio

Anche quest’anno al Forum Ambrosetti di Cernobbio abbiamo assistito alla solita sfilata di politici ed imprenditori che oramai mette tristezza e annoia. Tanti i temi trattati e le pompose dichiarazioni su aspetti macroeconomici, ma nessun riferimento ai problemi reali degli italiani. Ed è un vero peccato perché il Forum, mettendo insieme istituzioni, politica, imprese ed industria, potrebbe essere l’occasione di un confronto costruttivo nell’interesse dei cittadini i quali, tuttavia, risultano gli unici esclusi dal simposio.

 

Nessun rappresentante degli utenti o della società civile a Cernobbio, nessun intervento su questioni attuali che interessano in modo diretto le famiglie, nessun dibattito su concorrenza, tasse, sanità, lavoro, alimentazione e via dicendo. Non abbiamo sentito parlare, ad esempio, dello scandalo delle uova al fipronil e delle ripercussioni per i consumatori e per il settore alimentare, pur essendo un grave caso di attualità, ma nemmeno della questione dei vaccini obbligatori che sta gettando nel caos migliaia di famiglie. Nessun riferimento agli ospedali che non funzionano con i pazienti abbandonati nei corridoi e i decessi nelle corsie; agli episodi di violenza sulle donne, ai trasporti pubblici che non funzionano, agli eccessivi costi della giustizia, e alle molteplici questioni che interessano davvero gli utenti.

 

Così il Forum Ambrosetti si trasforma in una poco utile sfilata di politici che gli italiani disprezzano, e non apporta alcun reale contributo al Paese perché viene svilito a triste passerella di “big” dell’industria e della politica, con buona pace dei cittadini che dalle loro case continuano a pagare il prezzo dei tanti problemi del nostro Paese, senza poter dire la loro dai palchi che contano.

COSTA CONCORDIA: IL 12 FEBBRAIO SI INCONTRANO A ROMA NAUFRAGHI, AVVOCATI AMERICANI E PERITI

IMPORTANTI NOVITA’ SULLA CLASS ACTION AVVIATA A MIAMI E NUOVI ESCLUSIVI ELEMENTI SUL NAUFRAGIO, TRA CUI UN INEDITO DOCUMENTO AUDIO CHE DIMOSTRA IL RUOLO DI COSTA CROCIERE

INVITATO A PARTECIPARE ANCHE IL COMANDANTE SCHETTINO

 

 

Martedì 12 febbraio (alle ore 9:30 presso l’Hotel NH Giustiniano – Via Virgilio 1) si terrà a Roma un importante incontro tra i naufraghi della Costa Concordia, gli avvocati italiani e americani che stanno seguendo le azioni risarcitorie in favore dei passeggeri della nave di tutte le nazionalità, e il pool di periti che a Grosseto segue le varie fasi del procedimento penale.
L’incontro, promosso dal Codacons in collaborazione con gli studi legali americani Proner & Proner e Napoli Bern Ripka Shkolnik & Associates, LLP, ha lo scopo di fare il punto della situazione relativamente alla class action avviata presso la Corte di Miami in Florida, attraverso la quale i passeggeri hanno chiesto a Carnival e Costa risarcimenti ingenti. Alla luce dell’estensione delle indagini anche nei confronti di Costa Crociere per le gravi inadempienze emerse, la class action si arricchisce di nuovi elementi che inchiodano la società alle sue responsabilità. Non solo. Nel corso dell’incontro i periti del Codacons, che seguono le varie fasi del processo a Grosseto, faranno ascoltare ai naufraghi e alla stampa un inedito documento audio, dove la voce dei dirigenti di Costa Crociere non lascia alcun spazio all’immaginazione circa il ruolo avuto dalla società nel naufragio.
Il Codacons ha deciso di invitare alla conferenza anche il comandante Francesco Schettino, che potrà così rispondere alle domande dei passeggeri presenti sulla Concordia al momento del naufragio. Già confermata la presenza del collegio difensivo del comandante, in persona dell’Avv. Francesco Pepe.
Parteciperanno all’incontro e prenderanno la parola:
Mitchel Proner Avvocato Americano

Bruno Inzitari Avvocato Italiano e Professore di Diritto Civile all’Università di Milano –Bicocca

Carlo Rienzi Avvocato Italiano e Presidente Codacons

Giuliano Leuzzi, Avvocato, componente del collegio di difesa del Codacons nel processo penale a Grosseto”.

Francesco Pepe, Avvocato e membro del collegio di difesa di Francesco Schettino

Marco Ramadori Avvocato Italiano e Presidente Codacons

Filippo Marchino Avvocato Italiano che esercita in America

Edoardo De Nicolais, esperto tecnico collaboratore del Codacons, sulle inadempienze gestionali della Costa Crociere Spa in base al D. L.vo 231/01

Bruno Neri esperto tecnico, componente del collegio peritale dell’Associazione Codacons nel processo penale a Grosseto
I GIORNALISTI SONO INVITATI A PARTECIPARE

Martedì 12 febbraio alle ore 9:30 presso l’Hotel NH Giustiniano – Via Virgilio 1, ROMA

TARQUINIA: PARTE L’AZIONE CODACONS PER IL RISARCIMENTO DA ACQUA ALL’ARSENICO

acquarsenico

DOMANI 19 GENNAIO IL CODACONS INCONTRERA’ I CITTADINI E LA STAMPA PER ILLUSTRARE L’AZIONE

ALLE ORE 12 PRESSO LA SOCIETA’ TARQUINIENSE D’ARTE E STORIA IN TARQUINIA, VIA DELLE TORRI 31 – TARQUINIA

 

Importante assemblea pubblica domani a Tarquinia sul tema dell’acqua potabile contaminata dall’arsenico. Ad indirla il Codacons, associazione capofila nella battaglia per la salute dei cittadini e per rendere l’acqua che ogni giorno beviamo priva di veleni.
Como noto Tarquinia rientra tra quei comuni che entro il 31.12.2012 non hanno risolto il problema dell’arsenico nelle acque del proprio territorio, con la conseguenza che dall’1 gennaio 2013  migliaia di cittadini sono rimasti senza acqua potabile, e nessuna deroga è più possibile.
L’arsenico in quantità superiori al limite di legge – spiega il Codacons – è dannosissimo per la salute, compromettendo in modo gravissimo il sistema digestivo ed il sistema nervoso, e può addirittura portare l’intossicato alla morte per shock.
Tuttavia ora, dopo la clamorosa sentenza del TAR del Lazio, numero 664 del 2012, che condanna i Ministeri della Salute e dell’Ambiente a risarcire gli utenti dell’acqua avvelenata all’arsenico, il Codacons ha deciso di lanciare un nuovo ricorso, finalizzato a far ottenere ai cittadini residenti a Tarquinia il risarcimento del danno subito e la riduzione delle tariffe idriche.
A tal fine domani 19 gennaio, alle ore 12 presso la Società Tarquiniense d’arte e storia di Tarquinia (Via delle torri, 31), il Presidente del Codacons Carlo Rienzi parteciperà ad una assemblea pubblica, alla quale sono invitati a partecipare i  cittadini e la stampa locale, volta ad illustrare le importanti novità per gli abitanti di Tarquinia e spiegare come aderire all’azione di risarcimento, grazie alla quale sarà possibile ottenere 1.500 euro di risarcimento a utenza e la riduzione delle bollette.

L’APPUNTAMENTO PER I CITTADINI E PER I GIORNALISTI E’ ALLE ORE 12 A TARQUINIA PRESSO LA SOCIETA’ TARQUINIENSE D’ARTE E STORIA IN TARQUINIA, VIA DELLE TORRI, N. 31

VITERBO: LUNEDI’ 17 CONFERENZA STAMPA DEL CODACONS CON IL SINDACO GIULIO MARINI

VITERBO: CONFERENZA STAMPA DEL CODACONS CON IL SINDACO GIULIO MARINI

CITTADINI VITERBESI I PIU’ TARTASSATI DALL’INQUINAMENTO DELLE ACQUE!!ARSENICO NELL’ACQUA POTABILE E NEL LAGO DI VICO: PARTE AZIONE RISARCITORIA PER FAR OTTENERE UN RISARCIMENTO PARI A 5.000 EURO A FAMIGLIA

Lunedì 17 dicembre alle ore 11:30 presso la nuova sede Codacons di Viterbo (Via Orio Vergari 2) si terrà una conferenza stampa congiunta indetta dalla più importante associazione italiana dei consumatori e dal Sindaco di Viterbo, Giulio Marini.

L’incontro con la stampa e con i cittadini è finalizzato ad illustrare la situazione di grave crisi ambientale in cui versano i residenti della città e dei comuni limitrofi i quali, sul fronte dell’acqua, possono senza dubbio essere definiti i cittadini più inquinati d’Italia.

Durante la conferenza si parlerà del grave problema dell’arsenico nell’acqua potabile, criticità che assilla da anni gli abitanti, e dell’inquinamento del Lago di Vico, che danneggia in particolar modo gli abitanti di Ronciglione e Caprarola.

Entrambi le questioni sono finite nel mirino del Codacons e hanno portato ad iniziative legali che verranno illustrate alla stampa lunedì 17.

L’incontro sarà anche l’occasione per il lancio ufficiale dell’azione collettiva promossa dall’associazione, attraverso la quale verrà chiesto un risarcimento danni per i cittadini di Viterbo e dei comuni viterbesi pari a 5mila euro a famiglia.Alla conferenza stampa prenderanno la parola scienziati ed esperti che spiegheranno i danni prodotti dall’arsenico e forniranno incredibili dati sull’inquinamento delle acque, il Presidente del Codacons Carlo Rienzi e il sindaco Giuliani, il quale illustrerà le misure che il Comune intende adottare a tutela degli abitanti.